TeleFree.iT
Thursday 22 October 2009
La politica faccia la sua parte. C'è il progetto, gli esperti, la società... bisogna agire!
Gaetano Cerrito incontra Marone e Monaco
letture: 3976
Gaetano Cerrito
Gaetano Cerrito
Baia Domitia: La Riviera casertana - continuamente funestata da una proiezione d'immagine devastante - è ora che riprenda immagine e lavoro.
Fare televisione e giornalismo, significa essere attenti non solo agli accadimenti negativi, ma anche a quelli positivi, soprattutto quando si tratta di territori molto spesso già massacrati da aggressioni ingiustificate e selvagge, collegate a scelte scellerate di un passato buio e retrivo, che è riscontrabile attraverso tantissimi articoli, interviste, commenti ed altro su www.laltraitaliatv.com.
A questo proposito ci attendiamo dai media solidarietà e vicinanza, a sostegno del nostro progetto.

Baia Domizia, un tempo meta di un turismo nazionale ed internazionale, situata lungo la riviera, nel territorio aurunco, vanta un passato recente ricco di prestigio e di successo per aver ospitato grandi nomi dello spettacolo, del cinema, della cultura, della ricerca, dello sport, che hanno dato lustro e onore a questo litorale, a questa provincia, a questo Sud; come è altrettanto vero che questa terra è ricca di storia, di arte e di bellezze paesaggistiche, per molti aspetti ancora incontaminate, che non hanno di contro la giusta attenzione e considerazione da parte della televisione pubblica né di quella privata, nonchè della carta stampata (senza volere generalizzare) se non per morti ammazzati e comunque atti delittuosi afferenti situazioni macroscopicamente negative.
La mia vita - unitamente a quella di altri amici - trasuda lacrime e sangue, ma voglio anche aggiungere che ci è stata letteralmente rubata.
Non a caso, mi sono rimesso in gioco in prima persona, affinché le mie azioni possano essere d'ausilio al mondo politico-istituzionale.
Da qui gli ultimi incontri avuti in questi giorni con Riccardo Marone, Assessore alle attività produttive della Regione Campania, il Vice Prefetto Vicario Franco Provolo e il Prefetto di Caserta Ezio Monaco.
All'Assessore Marone abbiamo rappresentato con chiarezza e determinazione le nostre legittime e ataviche aspettative, che devono vedere la luce attraverso il nostro progetto.
L'Assessore Marone ci ha mostrato solidarietà e disponibilità nel voler affrontare in maniera pragmatica la nostra realtà devastante.
Al Vice Prefetto Vicario e allo stesso Prefetto, abbiamo consegnato dopo una costruttiva conversazione, il nostro progetto articolato nelle sue molteplici sfaccettature.
C'è il progetto, gli esperti, la società che deve gestire il tutto. La politica e le istituzioni rispettino il protocollo d'intesa sottoscritto anche negli incontri e nei convegni di questi ultimi due anni.
Il Prefetto, intanto, si è impegnato per un terzo tavolo di lavoro attorno al quale ci attendiamo la presenza dell''On. Nicola Cosentino, Sottosegretario del Ministero all'Economia e Finanze, l'Assessore Regionale all'Agricoltura ed alle Attività Produttive, Riccardo Marone, il Commissario della Provincia, Prefetto Biagio Giliberto, i Sindaci di Cellole e Sessa Aurunca, Antonio Lepore e Luciano Di Meo, l'Ing. Nicola Santoro, Amministratore della "Ing.Project srl - Società di Ingegneria" (ideatrice del progetto Consorzio Turistico "Mirage") - della JFC Tourism e Management di Ravenna realizzatrice del progetto "Club di Prodotto case e appartamenti per vacanze" contestualizzato al progetto: "Il tesoro della nostra terra." e il sottoscritto, con due rappresentanti dell'associazione amici de "L'altra Italia".

Oggi crediamo fortemente che sia arrivato il momento del riscatto della nostra vita e della nostra terra, senza se e senza ma!

Gaetano Cerrito
Presidente Associazione Amici de "L'Altra Italia"

di: TF Press

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=74218