TeleFree.iT
mercoledì 01 aprile 2009
Bari, ispettori in procura per l'inchiesta su Fitto. (mi ricorda qualcosa e qualcuno)
Decisione di Alfano. I magistrati insorgono: inopportuno
letture: 2023
Fitto
Fitto
Diritto e Giustizia: L'inchiesta
L'attuale ministro per gli Affari Regionali, Raffaele Fitto, è indagato nell'inchiesta che vede coinvolti anche l'imprenditore della Sanità Angelucci e Alfredo Romeo
Alfano
Alfano
BARI — Arrivano a Bari gli ispettori del ministro Alfano. A tutela delle garanzie processuali del collega degli Affari Regionali, Raffaele Fitto. I magistrati sotto ispezione inviano una lettera al Csm. E l'Anm interviene per esprimere «perplessità» sull'iniziativa del Guardasigilli. Non c'è, o non c'è ancora, il clima di scontro che ha caratterizzato la vicenda De Magistris. Ma da ieri, ancora una volta, controllori e controllati si ritrovano faccia faccia.

Ma cosa è accaduto? L'ex governatore della Puglia Fitto, due settimane fa, si è trasformato da accusato in accusatore inviando un esposto al ministro Alfano. Dal 3 febbraio 2009 era già rinviato a giudizio per turbativa d'asta nel fallimento di una catena di supermarket, il 23 dicembre è stato raggiunto da una richiesta di rinvio a giudizio per associazione a delinquere, concorso in corruzione, illecito finanziamento ai partiti, falso e peculato per una storia di tangenti che lo vede imputato assieme all'imprenditore della sanità Giampaolo Angelucci e ad Alfredo Romeo. Lunedì scorso se ne sarebbe dovuto discutere di fronte al gup, se lo sciopero degli avvocati non avesse causato un rinvio. Ma prima della nuova udienza ecco gli ispettori. Alla ricerca delle irregolarità segnalate nell'esposto. Scritto da Fitto con la collaborazione del suo difensore barese e deputato Pdl Francesco Paolo Sisto subito dopo l'udienza del 19 marzo in Cassazione che ha confermato il sequestro cautelativo di beni di Fitto per 500.000 euro a garanzia di una eventuale condanna. È il secondo esposto dopo quello inviato al Guardasigilli, al Csm e alla procura generale due anni fa, valutato e ritenuto infondato. Con fatti nuovi appresi dopo il deposito di nuovi atti. Tra questi Fitto lamenta la ritardata iscrizione nel registro degli indagati. Include le accuse al pm Roberto Rossi di aver partecipato a un «Vaffa-day» di Beppe Grillo. E denuncia irregolarità nelle intercettazioni: le sue telefonate sarebbero state ascoltate nel 2005, tre anni dopo l'inizio dell'indagine e sarebbero stati spiati anche i colloqui con l'avvocato Sisto e nelle ordinanze la procura avrebbe riversato solo i colloqui più favorevoli alla tesi di accusa.


Ex governatore - Raffaele Fitto, ministro per gli Affari regionali (Cacciaguerra / Emblema)
I pm non replicano, tranquilli di poter dimostrare la regolarità di ogni iniziativa e l'assenza di intento persecutorio. A testimoniarlo anche le intercettazioni e l'iscrizione nel registro degli indagati avvenuti solo dopo aver raggiunto elementi concreti. Quanto ai colloqui con il difensore non sarebbero stati presi in considerazione nell'ordinanza di richiesta di rinvio a giudizio.

Oggi stesso i pm responsabili di entrambe le inchieste, assieme a Rossi anche Renato Nitti e Lorenzo Nicastro, potrebbero essere ascoltati dagli ispettori che ieri hanno incontrato il procuratore Emilio Marzano e l'aggiunto Marco Dinapoli. Nel frattempo al Csm sarà giunta anche la lettera inviata ieri dai tre magistrati per assicurare «piena disponibilità » a ogni chiarimento, ma anche per sollecitare attenzione per una vicenda che ha già sollecitato reazioni. In una nota l'Anm manifesta «perplessità» per una decisione che, pur rientrando «nell'autonomia del ministro », arriva «in un momento oggettivamente inopportuno, essendo in corso un passaggio processuale assai delicato con imminente valutazione del Gup sulla richiesta di rinvio a giudizio». E fa notare che già una volta il Csm ha giudicato l'operato dei pm ritenendolo regolare. L'Italia dei Valori attacca: «L'ispezione può solo avere un significato, intimidire i magistrati e condizionarne il giudizio di qui a breve su Fitto».

Virginia Piccolillo
01 aprile 2009

(Titolo liberamente tratto dal Corriere della Sera)

postato da: mneme  

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=67427