TeleFree.iT
lunedì 22 dicembre 2008
Nel nome di Dio...e di Elvis
letture: 2053
Don Antoniu Petrescu
Don Antoniu Petrescu
Spazio Aperto: "La voce è un dono del Signore e io la uso per mettere in evidenza la mia identità di sacerdote"

Con queste parole Don Antoniu Petrescu, viceparroco di origine rumena nella Cattedrale di San Bartolomeo Apostolo ad Avezzano spiega come concilia la sua attività di sacerdote con quella di artista e cantante appassionato delle canzoni di Elvis Presley.
Don Antoniu Aloys Petrescu
Don Antoniu Aloys Petrescu
Nel tempo libero, infatti, Don Antoniu si esibisce in qualche manifestazione locale indossando abiti e accessori nello stile reso celebre da Presley negli anni cinquanta e sessanta. Ma come reagiscono i parrocchiani nel vederlo "travestito" da Elvis dopo averlo visto magari celebrare Messa? "Molti mi hanno fatto i complimenti per la bella voce. Io d'altra parte sto bene attento a non ferire la sensibilità religiosa di chi ho vicino e a non confondere i due ruoli: ogni tanto mi diverto a esibirmi, ma questo non prende mai il sopravvento sulla mia vita sacerdotale",dice don Antoniu, che quando è sul palco si fa chiamare con il nome d'arte Antoniu Aloys. Ma come mai ha scelto come esempio proprio Presley, che era famoso per lo stile ammiccante e sensuale? "Ho scelto Elvis", spiega don Antoniu, "perchè all'inizio della carriera cantava canzoni gospel, cioè canti religiosi. E' a quelli che mi ispiro, alla loro spiritualità. E poi io cerco sempre di cogliere la parte positiva nelle persone, ed Elvis era profondamente generoso".
Rimane un'ultima curiosità: dove trova i "costumi di scena"? "Sono in costante contatto con le persone che erano vicine a Elvis quando era in vita, cioè il suo stilista personale, che mi consiglia, gli amici, e anche i suoi musicisti".

--------------


Biografia di Don Antoniu Petrescu

img


Ha studiato presso il Pontificio Collegio Leoniano di Anagni (Fr), Istituto aggregato all'Università Teresianum di Roma, conseguendo la Licenza in Teologia con la specializzazione in Ecclesiologia Pastorale nel 1999.

Nel 1995, come presidente del Circolo Missionario GAMIS del Seminario, fu mandato in Messico per condividere un'esperienza di missione e volontariato.

Ha prestato servizio a Roma, per il Giubileo del 2000 collaborando con la C.E.I., nella diocesi di Ariano Irpino (Av) e presso la diocesi dell'Aquila come Diacono. Dal 2004 sacerdote della diocesi di Avezzano (Aq).

Dal 2006 collabora con il Tribunale Ecclesiastico di Chieti come traduttore dopo aver completato lo studio dell'inglese presso la scuola privata British Institutes. Don Antoniu, infatti, parla correntemente il rumeno, l'italiano e l'inglese.



Biografia di Antoniu Aloys Petrescu

img


L'inclinazione verso l'estetismo in generale con una particolare attenzione per la musica ha portato Antoniu allo studio della tromba, della chitarra e del pianoforte. Inoltre, l'artista è conosciuto soprattutto per la sua voce calda e modulata che va dritta al cuore, trovando la sua dimensione, in particolare, nel genere musicale gospel.

Ha collaborato con diversi artisti di varie provenienze arricchendo in tal modo la sua cultura musicale.

La sua fonte di ispirazione è stata indubbiamente la figura di Elvis Presley, l'indiscusso "The King" che ha influenzato la musica e gli artisti della metà del secolo scorso fino ad oggi.

Ha una discografia interessante ed ha partecipato a vari momenti di intrattenimento, animazioni liturgiche e serate musicali, tenendo numerosi concerti.

Nel 1999 incide, grazie al supporto del musicista, pianista e arrangiatore Fabrizio Fausto Fulvio Fiale, il singolo "Suspicious Minds", tributo a Elvis Presley. Nel 2000, ad Ariano Irpino, insieme al maestro Alessandro Ciasullo e Tony Romano incide il suo secondo CD, "With Love", ancora una cover-tributo ad Elvis Presley.

A cominciare dal terzo CD, "How Great Thou Art", che vedrà la luce nel 2001, le canzoni che inciderà saranno di ispirazione religiosa. Con "Fede, Speranza, Amore", la versione italiana, e "Dolce Sentire", la versione coreana dello stesso CD, Antoniu collaborerà con il soprano lirico Cecilia Hwang.

Negli anni successivi, dal 2004-2007 si esibirà nelle manifestazioni di carattere religioso in piazza e nelle Chiese assieme alla corale "Luco dei Marsi" sotto la direzione artistica del maestro Francesco Fina e con il fender-bass Franco di Donato, direttore della Modern Music School di Avezzano.

Dal 2007 lavora con la cantante americana di fama internazionale Katiuska Hanohano, soprano d'ispirazione e inclinazione jazzistica nonché moderna, l'unica Elvis Impersonator female al mondo, con la quale ha portato avanti una tournèe natalizia con lo slogan "Vivendo il Gospel nell'armonia natalizia".

Nel mese di agosto del 2007 in occasione del 30° anniversario dalla morte di Elvis Presley don Antoniu partecipa alla "Elvisweek" organizzatasi a Memphis (USA), opportunità buona per incontrare varie personalità del mondo dello spettacolo americano, lo staff dell'epoca di Elvis Presley nonché il capo del Memphis Police Department. Rientrato dagli Stati Uniti, la nota presentatrice Adriana Volpe lo invita per un'intervista nella sua trasmissione "Mattina in Famiglia" che va in onda su RAI2 ogni sabato. Subito dopo, l'Agenzia Internazionale REUTERS bussa alla porta di casa sua per un servizio esclusivo che successivamente verrà diffuso in tutto il mondo. Nel mese di ottobre è ospite del Programma televisivo "Piazza Grande" condotto da Giancarlo Magalli, in onda sempre su RAI2.

L'anno 2008 è particolarmente ricco dal punto di vista artistico. Non appena conclusi gli impegni "natalizi", don Antoniu, che nel frattempo viene "ribattezzato" dai media "don Elvis", viene invitato da Giampiero Chiambretti nel suo programma "MARKETTE". Dopo le feste pasquali, ritorna sullo schermo televisivo ospite questa volta del canale ALL MUSIC nel programma "Lo Show più buono che ci sia". A maggio è ospite d'onore del Concorso Internazionale "Città D'Atri" tenutosi appunto ad Atri (TE). In estate, si esibirà nella piazza della cittadina all'aperto in tre occasioni distinte ricevendo motissimi consensi .

A settembre, grazie al supporto del vescovo Mons. Pietro Santoro, esce il suo primo CD inedito in italiano dal titolo "Divino Amore" , brano scritto appositamente per lui dal cantautore Claudio Torres e dal compositore Guido Ruggeri. La canzone è una dedica che don Antoniu fa ai giovani in generale, invitandoli "a non avere paura di essere sè stessi e a tirar fuori dall'anima tutto quello che c'è di positivo".

Il 23 ottobre è ospite a Milano di LA3, rete televisiva mobile e l'8 novembre è ospite della redazione di Radio 2, per promuovere sia il nuovo CD che il personaggio.


antoniupetrescu.com


Elvis Tribute - I've Lost You



Esibizione e intervista



Jailhouse Rock


My Babe

postato da: marinta  

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=63840