TeleFree.iT
martedì 25 luglio 2006
De Gregori a Pontinia. Un vero successo
Comunicato Stampa
letture: 1498
De Gregori
De Gregori
Pontinia: Una piazza piena come non mai, migliaia di fan pronti a cantare con lui i pezzi più memorabili che hanno caratterizzato la sua lunga carriera. Pontinia, ma anche il resto della provincia, ha vissuto con De Gregori oltre due ore di musica d'autore.
E così è stato, un concerto d'autore come solo il "Principe" sa fare. Un viaggio nel tempo, partendo dagli attimi più recenti fino a giungere ai ricordi più lontani, ma sempre presenti nella nostre mente, canticchiati di tanto in tanto nei momenti più felici della nostra vita. Il cantautore romano e la sua inseparabile chitarra, quasi allo scoccare delle dieci di ieri sera ha dato vita ad un sabato unico vissuto sotto il cielo stellato di piazza Indipendenza, nel cuore di Pontinia. Prima ha proposto i suoi più recenti successi, contenuti dell'album "Calypsos" che dà per altro il nome al tour, come "La linea della vita", "Cardiologia" e per "Le strade di Roma" e poi si è tuffato in quel passato di ritmi e rime che lo hanno decretato come uno dei migliori poeti della musica italiana: "Generale", "Titanic", "Vai in Africa Celestino", "Alice", "Il bandito ed il campione", "L'agnello di Dio", "Compagni di viaggio", "La donna cannone", "Rimmel" e la "Storia", tutti successi che hanno composto insieme ad altri la scaletta dei 21 brani proposti in occasione del concerto gratuito di Pontinia: "Caldo e scuro", "Un guanto", I matti", "Sotto le stelle del Mexico", "Ti leggo nel pensiero" e "La leva calcistica della classe 68". Poi, il consueto bis chiesto a gran voce da tutto il pubblico presente in piazza e anche da coloro che, non essendo riusciti ad arrivare in tempo, si sono posizionati di fronte ai due maxischermi laterali godendosi lo stesso, in presa diretta, il maestro. De Gregori ha salutato il pubblico pontino con altri due intensi brani: "Buonanotte Fiorellino" e "Bufalo Bill", e per quest'ultimo in particolare ha chiesto anche il supporto del pubblico per il coro finale. "Fuori tempo ed anche con un tono basso – ha detto ironicamente De Gregori quando per la prima volta ha sentito la gente cantare il ritornello -. Seguite me...". Ed infatti, con una lezione pratica del maestro, la piazza si è trasformata in una grande sala concerti senza confini dove la gente si è plasmata attorno alle sei corde di Francesco De Gregori. Al termine della performance live, il sindaco di Pontinia Eligio Tombolillo ha ringraziato tutti i presenti per aver risposto in massa, ha ringraziato De Gregori e la sua band per aver regalato due ore ed oltre di emozioni allo stato puro, e Gilberto Trovini, patron della Nuova Casearia Dell'Agro Pontino, per aver offerto alla città questo concerto gratuito, senza pesare sulle casse comunali.

di: TF Press

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=31397