TeleFree.iT
martedì 08 novembre 2005
Morto militare per Uranio, la fidanzata chiede giustizia
letture: 1952
Napoli: 'Aveva voglia di vivere, non ha mai avuto paura di morire, neanche per un minuto. Voleva avere una famiglia, voleva avere dei figli. Ora e' morto e per questo chiediamo giustizia'. Piange, Nicoletta Grimaldi, mentre ricostruisce le ultime ore del suo fidanzato Fabio Senatore, caporal maggiore, 24 anni, di Nocera Inferiore, nel Salernitano, morto stamattina nell'ospedale di Pavia dopo aver contratto la leucemia mieloide acuta.
Ricorda la voglia di vivere di quello che era il suo compagno da tre anni ma allo stesso tempo, la giovane punta il dito 'contro i colpevoli, l'Esercito innanzitutto. 'E' colpa loro se hanno mandato dei poveri giovani allo sbaraglio. Dicono che i soldati devono andare in quelle terre per portare la pace ed, invece, tornano malati. Nessuno li ha tutelati, nessuno li ha protetti'.Nicoletta racconta di un calvario lungo oltre un anno. 'Era il 4 ottobre 2004 quando a Fabio fu diagnostica la leucemia acuta mieloide a rischio standard - dice la giovane ragazza - Dal 7 ottobre scorso e' stato ricoverato a Pavia. Eravamo ottimisti, eravamo fiduciosi. Fabio non ha mai perso la speranza che tutto cio' potesse finire. Poi, quasi in preda alla rabbia, aggiunge:'la verita' deve venire a galla'.


[Fonte: Ansaweb]

postato da: joemallo  

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=19461