TeleFree.iT
sabato 05 ottobre 2019
Tiziana Rivale: "Basta falsità, Gaeta è sempre stato il mio orgoglio"
La cantante gaetana smentisce a Gaetaspia la leggenda che la perseguita dalla vittoria al Festival di Sanremo del 1983.
letture: 3525
tiziana rivale
tiziana rivale
Gaeta: Chi ricorda che nel 1983 fu una gaetana a vincere il Festival di Sanremo? Letizia Oliva, in arte Tiziana Rivale, nata a Formia il 13 agosto 1960 e cresciuta a Gaeta, mosse i suoi primi passi come cantante e attrice sul palco dell'oratorio Don Bosco. La giovane Letizia debuttò per la prima volta in un'opera teatrale scritta a quattro mani dal giovane Dino Bartolomeo con l'amico poeta Eufrasio Burzi: "Il figlio dell'egoismo", un dramma a tema sociale che anticipò anche i tempi su alcuni problemi giovanili. Seguirono altri lavori interessanti rappresentati al Teatro Ariston di Gaeta e nelle vicine città.

Ma la grande passione di Tiziana era il canto, quando cantava l'Ave Maria in chiesa faceva venire la pelle d'oca, poi cominciò a fare alcune esperienze con band locali come il gruppo rock Inri. Dall'Ariston di Gaeta all'Ariston di Sanremo il passo fu brevissimo. Si iscrisse a un concorso per giovani cantanti esordienti che fu trasmesso all'interno della popolare trasmissione Domenica In. Il vincitore avrebbe avuto diritto a gareggiare al festival di Sanremo che proprio in quegli anni viveva il suo rilancio.

Letizia, ormai per il grande pubblico Tiziana, a soli 23 anni si ritrovò, inaspettatamente, a trionfare al festival della canzone italiana con il brano "Sarà quel che sarà", superando nomi del calibro di Toto Cotugno, Matia Bazar, Vasco Rossi, Zucchero.
Dopo un lungo periodo di oblio in patria, coronato però da tournée e concerti in tutto il mondo, in queste settimane Tiziana Rivale è tornata protagonista in prima serata su Rai1 grazie a "Tale e Quale Show" condotto da Carlo Conti.

E proprio nella puntata di venerdì sera, prima di cimentarsi in una superba imitazione di Tina Turner, Tiziana Rivale ha rivendicato le sue origini: "Mi chiamano la leonessa di Gaeta" ha detto di fronte a Carlo Conti e ai milioni di telespettatori.

In molti, a Gaeta, si sono meravigliati eppure - dice Tiziana - "perché meravigliarsi?". A 36 anni da quella storica vittoria a Sanremo la Rivale ha infatti deciso di smentire una volta per tutte una leggenda, diceria, o come si dice oggi "fake news", che la perseguita da allora e che ancora oggi circola nella sua città natale: di aver "rinnegato" le sue origini, dicendo o lasciando dire in quei giorni di essere formiana o addirittura di Latina. Tutto falso, scrive oggi Tiziana Rivale su Twitter alla pagina gaetana di satira e gossip Gaetaspia.

Secondo alcuni testimoni dell'epoca la storia nacque quando al concorso di Domenica In lei disse di essere "nata a Formia", come il regolamento prevedeva e come risultava dall'anagrafe (in quegli anni, come oggi, l'ospedale di Gaeta non aveva un reparto di ostetricia). Fu allora che alcune malelingue scatenarono un putiferio. Il conduttore Pippo Baudo disse che era formiana semplicemente perché aveva guardato la sua scheda anagrafica e lei era nata a Formia. In una puntata successiva Tiziana chiarì che era nata a Formia ma lei era di Gaeta. Ma l'equivoco era destinato a ripetersi.

"Ho letto varie leggende su internet che neanch'io conoscevo. Non sempre ciò che si legge in rete è vero, anzi. Ho già denunciato vari siti". Nessun problema, insomma, con Gaeta? "Ma ci mancherebbe! Qualcuno forse si è divertito a spargere zizzania. Gaeta è sempre stato il mio orgoglio".

Non resta dunque che un concerto a Gaeta, dove Tiziana Rivale non si esibisce da troppi anni, per sancire la sintonia tra Gaeta e una delle sue figlie illustri. Ma - ci tiene a dire la cantante - "voglio sottolineare che non dipende da me scegliere dove fare i concerti". Arriverà un invito da Gaeta?

postato da: mn  

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=124032