TeleFree.iT
mercoledì 17 aprile 2013
CERRITO: La svolta per Baia, Un progetto pilota per il Sud
Il 3 Maggio in Provincia per discutere il progetto "Baia Domizia, turismo: il tesoro della nostra terra".
letture: 4375
Baia Domitia: La Provincia c'è e, come da impegni assunti dal Presidente Domenico Zinzi, il 3 maggio alle 17:00 presso la Sala Giunta della Provincia di Caserta è convocato un tavolo di incontro per la discussione del progetto "Baia Domizia, turismo: il tesoro della nostra terra". Saranno presenti il sindaco di Sessa A. Luigi Tommasino e di Cellole Aldo Izzo, i due consiglieri Provinciali Giuseppe Fusco e Giuseppe Rocco, gli imprenditori e le associazioni.
Un progetto al passo con i tempi formulato da esperti del settore che davvero potrebbe significare la svolta per Baia, per tutto il territorio aurunco ed, in generale, per la Provincia di Caserta. Un progetto che vuole essere anche pilota per altre realtà degradate e depresse della nostra Regione e del nostro Sud.
"Questi sforzi prodotti mi piacerebbe avessero un seguito all'insegna della concretezza e della svolta economico - occupazionale del territorio - afferma Gaetano Cerrito, da sempre sulla linea del fuoco per il rilancio della sua terra - Gli imprenditori veri vengano fuori dal letargo e dicano se vogliono o meno entrare in questo consorzio che nasce P.P.F (Passato, presente e futuro) che non è un dogma e che comunque è in grado di far rivolare alto il nostro territorio. Questo è il momento della verità per chi vuole che Baia rinasca e chi che rimanga nella palude".
"Baia Domizia, turismo: il tesoro della nostra terra" è un progetto che viene da lontano e che è stato condiviso e sottoscritto da parlamentari nazionali, assessori regionali, consiglieri regionali, presidenti di provincia, consiglieri provinciali, sindaci del territorio, magistrati, sindacati, prefetti e altri nel corso di tanti convegni promossi da Gaetano Cerrito.
"Credo che non si possa più tergiversare su una proposta così strutturata che può mettere fine alla tanta fame di lavoro ma anche di degrado economico, sociale, ambientale e culturale di una terra bellissima piena, tra l'altro, di grandi ricchezze inespresse tra cui una gastronomia che eccelle nel mondo a partire dal nostro oro bianco: la mozzarella. Insomma - conclude Cerrito - in un momento di così grande fragilità politico - istituzionale ma anche economica che il Paese attraversa, è necessario uscire dal buio con un'iniziativa forte, ricca di contenuti attrattivi e di un programma serio di sviluppo in questo sud avvilito e demotivato. Alla politica, alle istituzioni ma non di meno alla classe imprenditoriale chiedo il coraggio di osare".

postato da: laltraitaliatv  

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=103139