Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 30/11 al 30/06 Scuola e società: Progetto del MIUR "Fisco e Scuola" con l'Ag. delle Entrate all'IIS Fermi-Filangieri di Formia
letture: 11027
dal 09/02 al 25/05 Minturno: Rassegna cinematografica "Lo Sguardo delle Donne"
letture: 4335
dal 01/03 al 31/03 Gaeta: America Latina: Un nuovo piano Condor? (1)
letture: 2134
21/03 Gaeta: La Casa della Poesia non avrà mai porte
letture: 1014
23/03 Golfo di Gaeta: 23M Marcia per il Clima e contro le grandi opere inutili.
letture: 121
31/03 Cisterna: Online il bando della quinta edizione del FILM FESTIVAL 2019
letture: 7881
dal 01/04 al 03/09 Sermoneta: Giardino di Ninfa e Castello di Sermoneta: tutte le novità per il 2019
letture: 3515
19/05 Cassino: Un viaggio su un treno storico a vapore che rievoca la nascita della prima alta velocità italiana
letture: 942
dal 11/07 al 14/07 Formia: Gusto e Arte nel Parco
letture: 4033
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.563
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
mercoledì
20
marzo
S.Aquila
Compleanno di:
sex genaro
sex giakis
sex Ravanello
sex trip1990
nel 1973: Due potenti radiotelescopi scoprono 2 "quasar", quasi stelle, oggetti in apparenza stellari che viaggiano ad un velocità di 10 volte superiore a quella della luce.
nel 1987: Viene approvata la vendita del "AZT" una droga che sembra prolungare la vita ad alcuni malati di AIDS.
dw

Home » News » Latina » Gaeta » La chiesa di San Nilo e gli or...
venerdì 17 settembre 2010
La chiesa di San Nilo e gli organi - 50 anni di errori
A volte, per capire certi eventi e certi atteggiamenti, occorre andare indietro nel tempo ed aprire bene occhi ed orecchie...
letture: 3664
Poverino... non può entrare. E se una volta è entrato, è stato cacciato via!
Poverino... non può entrare. E se una volta è entrato, è stato cacciato via!
Gaeta: La chiesa di San Nilo è stata ideata in epoca preconciliare (o meglio, negli anni in cui il Concilio Vaticano II era ancora in corso), con la classica pianta longitudinale a tre navate da "basilichetta". L'idea planimetrica e volumetrica generale pare sia interamente dovuta a don Giuseppe Viola mentre il progetto delle ardite strutture portanti in cemento armato è dovuto al prof. Riccardo Morandi, uno dei massimi progettisti italiani dell'epoca moderna.
La forma semplice e classica delle finestre ad arco, del campanile, dell'oculo sulla facciata, non fanno altro che confermare il fatto che questa chiesa -almeno architettonicamente- guarda al lontano passato e non certo agli anni '60 o tantomeno a ciò che di lì a poco nascerà dalle applicazioni delle idee conciliari. Nondimeno, all'interno, ampie pareti intonacate (all'epoca integralmente dipinte di bianco) potevano consentire un possibile arricchimento decorativo in qualsiasi stile. Era come una tela libera su cui poi dipingere una crosta o un capolavoro, a seconda del gusto o delle capacità reali del pittore o del committente.
Sicuramente, però, tra gli illimitati oggetti sacri che avrebbero potuto arredare questa chiesa praticamente spoglia, uno solo non era stato previsto. Anzi, era stato proprio escluso. Sin dal principio e senza possibilità alcuna di sistemarlo adeguatamente in seguito. L'organo a canne.
Oggi la cosa non importa a nessuno, salvo me e qualcuno che sta leggendo queste righe (e che ringrazio per la non comune sensibilità), ma negli anni '60 le cose erano diverse. Anzi, proprio in quei mesi si stava costruendo l'organo a canne per San Giacomo e in città vi erano ancora vari piccoli organi ottocenteschi in funzione. Nelle chiese preconciliari non si prescindeva mai dall'organo a canne (basta un breve tour nelle chiese della Diocesi per rendersi conto di ciò).
Eppure, San Nilo fu progettata con una rigida simmetria assiale (che influisce in modo decisivo sull'assialità delle sue caratteristiche acustiche) ma senza prevedere uno straccio di posto in cui mettere l'organo. Don Giuseppe non si pose il problema in fase di progetto, e questo è un fatto noto. Si sarebbe potuta realizzare una cantoria sopra la porta d'ingresso, ma ciò doveva esser previsto già in fase di progetto poiché -come è ben chiaro a chiunque abbia visto la disposizione dei ferri d'armatura- nessun ulteriore peso può essere aggiunto ai pilastri, specie quelli prossimi alla facciata. Stesso discorso per un'eventuale cantoria absidale (per intenderci: come a Montecassino).
Aperta al culto la chiesa, Don Giuseppe forse ci ripensò e destinò all'organo il locale al di sopra della sacrestia, a destra dell'altare (dove ora, se non erro, c'è la Cappella di San Nilo) e per un po' di tempo lo lasciò aperto, senza muro di chiusura.
Poi si avvide di un fatto fin troppo chiaro, anche senza essere esperti del mestiere: dal punto di vista acustico sarebbe stata una pessima scelta, poiché il suono dell'organo -se collocato lì sopra- avrebbe assordato il presbiterio e sarebbe stato udibile poco e male dalle navate, specie da quella centrale (e per forza: la simmetria assiale obbliga l'assialità della fonte di suono)!
Forse per tale motivo don Giuseppe rifiutò anche il dono di un piccolo organo a canne da parte dello stesso sacerdote che donò alla parrocchia l'altare maggiore tuttora esistente...
Fatto sta che lasciò perdere e non ne fece nulla. Acquistò un harmonium e poi un piccolo organo elettrico (pagato una cifra non indifferente per quegli anni) che durò fino al 1987, anno dell'acquisto di un organo elettronico di nuova generazione (per il suo prezzo, vale la stessa considerazione).
Poiché io sono stato organista lì per tutti gli anni '80, posso testimoniare (ed ho le prove scritte) che don Giuseppe fu interessato all'acquisto di un organo a canne e che si era anche trovato un organaro che l'avrebbe fatto al prezzo conveniente (per il 1981) di 25 milioni. Lo strumento si sarebbe strutturato in 2 tastiere, 12 registri e circa 1.200 canne. La cifra era assolutamente alla portata della parrocchia, a prescindere da tutto, ma don Giuseppe ancora una volta non ne volle sapere. Io, ingenuamente, credevo che si trattava di spese ingenti e perciò proposi a don Giuseppe di farsi dare dal Comune di Gaeta l'organo del Camposanto e restaurarlo.
Tra il dire e il fare, però, passarono 20 anni. 20 anni in cui si sarebbe potuta creare una scuola di musica sacra e soprattutto una salda tradizione organistica...
Comunque, quando si trattò di mettere effettivamente l'organo del Camposanto nella chiesa di San Nilo, non si riuscì a trovare alcuna posizione assiale per la sua collocazione e dunque si dovette posizionarlo nel modo che don Antonio ha definito "pugno nell'occhio" ma che pure, in qualche modo, rendeva bene la forza possente della fonica di quello strumento di circa 400 canne.
Poiché era stato collocato tra i banchi, per evitare che i colpi degli spostamenti dei banchi lo dissestassero o ne staccassero i preziosi pezzi (a iniziare dai pedali e dai mantici), fu giocoforza fissarlo a pavimento. Io ero contrario, contrarissimo, ad entrambe le cose ma ormai a Gaeta non abitavo più e in pratica don Giuseppe mi mise di fronte al fatto compiuto.
Peggio farà, dopo l'autunno 2008, don Antonio, poiché metterà decisamente a tacere lo strumento e, infagottatolo, lo rimanderà al Camposanto affidando tutto ciò non alle esperte mani di un organaro ma a persone che, ad agire in coscienza, si sarebbero dovuti rifiutare di mettere le mani su un simile strumento musicale. Ma tutto ciò era ampiamente prevedibile come dimostra questo mio commento del 31 luglio 2008, quindi in tempi assolutamente non sospetti.
Oggi, di fatto, anche l'organo elettronico del 1987 è stato rottamato e si è acquistato un altro organo elettronico (sul prezzo, vale sempre la solita considerazione). Ma la cosa amara è che comunque non si è risolta la possibilità di inserire un organo a canne (sempre ammesso che quanto asserisce don Antonio in merito a ciò sia credibile), salvo riproporre la stessa "bella idea" di collocarlo in alto a destra nel presbiterio, dove, lo ripeto, assorderà chi vi si troverà vicino e sarà ascoltato poco e male nelle navate.
E quel che è peggio, purtroppo, è che forse non si tratterà di organo a canne ma al più di un'appendice di canne da collegare elettricamente all'organo elettronico, creando un "ibrido" come quello attualmente esistente a San Pietro a Minturno (che appunto non è affatto un organo a canne ma appunto un organo elettronico con un gruppo di canne esterne) dove però almeno la simmetria assiale della chiesa è stata rispettata nella collocazione dell'organo, che difatti la sua figura fonica la fa.
Ma a San Nilo, purtroppo, non si può negare che sin dall'inizio si è deciso che un organo a canne non può entrare, tant'è vero che quando vi è entrato è stato subito dopo cacciato senza avere in cambio nulla di paragonabile. Mi piacerebbe sapere cosa ne pensa il Santo Titolare. Ma si sa, Lui in questi giorni è rimasto un po' frastornato per la festa del suo 1100° compleanno...

Graziano Fronzuto

postato da: graziano1  


.Gaeta: La MONOSEGA --- (1)
letture: 719
15 marzo 2019 di Kocis
Massimo BurziGaeta: Massimo Burzi: da Gaeta al Festival di Rimini. La serata finale è prevista per sabato 30 marzo presso il Teatro Amintore Galli di Rimini. Sapremo chi saranno i vincitori delle due sezioni: autori ed interpreti.
letture: 731
15 marzo 2019 di Sandra Cervone
La piramide della prevenzioneGaeta: Prevenire è vivere! XVIII Edizione della SETTIMANA NAZIONALE PER LA PREVENZIONE ONCOLOGICA 16/24 marzo 2019
letture: 634
15 marzo 2019 di Sandra Cervone
I relatori sul palco dell'Ambasciata di Londra. In primo piano: Pietro Di Sarno.Gaeta: Intergroup convoca il mondo dello shipping italiano all'Ambasciata di Londra Ospiti all'Ambasciata di Londra, manager intergroup e professionisti dello Shipping hanno parlato del ruolo dell'Italia e del Mediterraneo nel mercato delle rotte marittime e dei sistemi logistici
letture: 760
14 marzo 2019 di intergroup
LiberaGaeta: La Parrocchia Santo Stefano aderisce a Libera Associazione, nomi e numeri contro le mafie.
letture: 877
13 marzo 2019 di natixvolare
Alda MeriniGaeta: La Casa della Poesia non avrà mai porte Incontro su Alda Merini al Club Nautico Gaeta
letture: 1014
11 marzo 2019 di Sandra Cervone
Premiazione di Gianluca MuoioGaeta: Medaglia d'Argento per Gianluca Muoio al Campionato d'Inverno 2019 di Tiro a Volo Il 2 e 3 marzo scorso a Uboldo (VA) in gara 34 squadre e 206 tiratori
letture: 1360
08 marzo 2019 di Tiro-a-volo
I volontari della Croce Rossa di Tavernelle (PG) col pellet MyFireGaeta: Il pellet MyFire® di Gaeta riscalda la Croce Rossa di Perugia L'azienda che importa, confeziona e distribuisce in tutta Italia questa biomassa da riscaldamento ha donato 2 bancali di prodotto a una delle sedi umbre dell'Associazione internazionale
letture: 1273
08 marzo 2019 di intergroup
Partito ComunistaGaeta: America Latina: Un nuovo piano Condor? (1)
letture: 2134
28 febbraio 2019 di Benedetto Crocco
Partito ComunistaGaeta: Presidio contro Lega-M5S: "E' un altro Governo contro i lavoratori".
letture: 2385
24 febbraio 2019 di Benedetto Crocco








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
Le Trombe Orizzontali, le canne che si scordano più facilmente, e meno raggiungibili per essere accordate...
L'organo della chiesa di San Giovanni (15)
letture: 3723
30 settembre 2010
L\'organo \
L'organo Inglese della Chiesa di Sant'Erasmo (11)
letture: 4357
27 settembre 2010
Gli organi a canne della Diocesi di Gaeta: dubbi, problemi, angosce e incomprensioni (53)
letture: 3407
24 settembre 2010
Poverino... non può entrare. E se una volta è entrato, è stato cacciato via!
La chiesa di San Nilo e gli organi - 50 anni di errori (34)
letture: 3665
17 settembre 2010
L\'organo seicentesco della SS Annunziata di Gaeta
L'assedio di Gaeta del 1707 (18)
letture: 5788
06 settembre 2010
Chiesa di S.Erasmo (foto Salvino Caruso)
La Cattedrale e il suo patrimonio (una Storia Gaetana VERA) (28)
letture: 5293
25 settembre 2008
Un gruppo di cantori della Corale Polifonica San Marco di Latina
Concerto della Corale Polifonica San Marco di Latina (4)
letture: 4821
30 luglio 2008
Il musicista gaetano Franco Michele NAPOLITANO
la Basilica del Carmine commemora il musicista gaetano F.M. Napolitano
letture: 8072
15 maggio 2008
Vendesi organo con 1000 canne - OCCASIONE (7)
letture: 14011
13 maggio 2008
Pino Romanò: \
Paesaggi e vedute di Gaeta nella mostra di Pino Romanò ad Ancona
letture: 5521
02 aprile 2008


Commenti: 34

i commenti alle news sono visionabili solo dagli utenti registrati


Copyright © 2002 - 2019 TeleFree.iT info: info@telefree.it
Web site engine's code (PML) is Copyright © 2003 - 2019 by LiveWeb.iT

powered by LiveWeb.it