Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 26/02 al 01/11 Sermoneta: Giardino di Ninfa, via alle prenotazioni online
letture: 17372
dal 01/05 al 31/05 Golfo di Gaeta: Il Maggio dei Libri
letture: 10436
dal 23/05 al 01/11 Cisterna: Il giardino di Ninfa riapre con nuove regole e un nuovo calendario
letture: 8360
dal 23/07 al 26/08 Formia: IL CINEMA E IL MARE: 6 classici da rivedere
letture: 2543
dal 31/08 al 05/09 Sermoneta: Riapre l'antico castello di Ninfa
letture: 1601
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Men¨ dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.623
visitatori:199
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
marted├Č
11
agosto
S. Chiara d'Assisi
Compleanno di:
sex depre51
sex elisa81
sex nappi
sex peperosso115...
sex runner
sex teo87
sex valentinadj
sex VOTANTONIO
nel 1949: Prima traversata a nuota sul tratto Napoli.Capri. Porta a termine l'impresa, nuotando per 27 chilometri, Giovanni Gambi.
nel 1984: A Los Angeles. il judoka giapponese Yasuhiro Yamashita trionfa ai Giochi ottenendo tutte vittorie per "ippon". Il suo impressionante bilancio:528 vittorie su 559 incontri.
dw

Home » News » Webzine » Diritto e Giustizia » Strasburgo e il crocifisso
venerd├Č 25 giugno 2010
Strasburgo e il crocifisso
di Marco Bellizi
letture: 1382
.
.
Diritto e Giustizia: Credenti e non credenti alla vigilia della sentenza

Nessuno pu˛ ragionevolmente affermare, oggi, che la croce non sia il simbolo della libertÓ religiosa, in Europa e nel mondo. ╚ un'affermazione che risulta difficile da contestare, anche per i pi¨ critici. Ed Ŕ un principio che in questi giorni sta unendo personalitÓ credenti e non credenti, laiche ed ecclesiastiche. Sono in tanti ad aspettarsi che la prossima sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo riconosca la facoltÓ a ogni Paese di regolare in autonomia l'esposizione di simboli religiosi nei luoghi pubblici. La Grand Chambre della Corte di Strasburgo sarÓ chiamata a decidere il 30 giugno sul ricorso presentato dal Governo italiano contro una precedente sentenza dello stesso tribunale, nella quale si affermava il divieto in Italia di esporre il crocifisso nelle aule scolastiche.
Il presidente della Repubblica italiana, Giorgio Napolitano, ieri Ŕ intervenuto sul tema, unendosi alle posizioni espresse nella stessa giornata dalla Conferenza episcopale italiana. Ha detto il capo dello Stato: "Anche la questione, particolarmente sensibile, dell'atteggiamento da tenere nei confronti delle simbologie religiose pu˛ essere pi¨ opportunamente affrontata dai singoli Stati, che sono in grado di meglio percepirne la valenza in rapporto ai sentimenti diffusi nelle rispettive popolazioni". Si tratta chiaramente - ha aggiunto Napolitano - di bilanciare "le diverse sensibilitÓ" e di salvaguardare "obiezioni di coscienza serie e consistenti in specifiche situazioni". Tuttavia, va riconosciuta "la rilevanza pubblica e sociale del fatto religioso", accanto al "valore della laicitÓ dello Stato, a garanzia della libertÓ religiosa e dei rapporti tra confessioni religiose e autoritÓ statuali, nel segno della reciproca autonomia e dell'accettazione del metodo democratico". Riguardo ai valori cristiani, Napolitano ha sottolineato "l'importanza della comune missione educativa alla quale sono chiamate le autoritÓ politiche ed ecclesiali", l'importanza "della loro responsabilitÓ - sia pure in ambiti e piani diversi e in assoluta indipendenza - di promuovere il rispetto di principi etici fondamentali, in cui tutti possono riconoscersi e senza i quali Ŕ destinata a lacerarsi la coesione del tessuto sociale". Da qui la necessitÓ di salvaguardare e valorizzare il tradizionale patrimonio identitario e di valori, "espresso, in particolare nei Paesi europei e in Italia, dalla millenaria presenza cristiana e cattolica".
Parole chiare, che fanno luce sul nodo, anche giuridico, che i magistrati di Strasburgo sono chiamati a sciogliere. Le parole di Napolitano sono importanti. Lo sono perchÚ a pronunciarle Ŕ il capo dello Stato, rappresentante di tutti gli italiani, e figura sulla cui laicitÓ nessuno pu˛ dubitare.
La coincidenza con le argomentazioni dei vescovi europei Ŕ evidente. Il 24 giugno presuli spagnoli hanno diffuso una dichiarazione nella quale spiegano che "grazie proprio al cristianesimo, l'Europa ha saputo affermare l'autonomia degli ambiti spirituale e temporale e aprirsi al principio della libertÓ religiosa, rispettando tanto il diritto dei credenti che dei non credenti". Nella cultura e nella tradizione cristiane - continuano - la croce "rappresenta la salvezza e la libertÓ dell'umanitÓ. Dalla croce derivano l'altruismo e la generositÓ pi¨ puri, cosý come una sincera solidarietÓ offerta a tutti, senza imporre niente a nessuno".
E il 23 giugno i vescovi di Inghilterra e Galles avevano messo in guardia contro "un modello di secolarismo che Ŕ contrario a ogni manifestazione della religione nella sfera pubblica" mentre i vescovi cechi hanno osservato oggi come i valori espressi dal cristianesimo "sono gli unici in grado di mantenere l'Europa viva e forte". Dei pericoli derivanti dal rifiuto della dimensione pubblica della fede avevano parlato anche i vescovi cattolici russi: "In Russia - ha scritto il vescovo della Trasfigurazione a Novosibirsk, Joseph Werth - durante il governo comunista si Ŕ giunti alla persecuzione di molti credenti e a una follia morale della societÓ. Il diritto alla libertÓ di religione non esclude l'accettazione spontanea o il mantenimento di simboli tradizionali cristiani in diversi Paesi europei, a causa del loro alto valore sociale. I simboli religiosi come la croce sono il segno non solo della religione cristiana ma anche uno dei pi¨ importanti elementi dell'identitÓ europea".
In alcuni Paesi la croce Ŕ anche altro. Lo ricordano per esempio i presuli romeni, che hanno inviato un messaggio alla Corte di Strasburgo: "Per molte nazioni dell'Europa orientale - scrivono - tra le quali la Romania, la Croce rappresenta pure il simbolo della speranza e della lotta per la libertÓ. Nel periodo caratterizzato dal regime comunista, i simboli religiosi furono proibiti e, dopo la caduta del comunismo, la ritrovata possibilitÓ di esporli in pubblico Ŕ stata considerata una vittoria della democrazia e della libertÓ sopra il totalitarismo e l'oppressione".
In fondo, quella che la Corte di Strasburgo Ŕ chiamata a prendere, Ŕ anche una decisione di buon senso. Lo hanno compreso i dieci Paesi di diversi continenti che si sono affiancati al Governo italiano nel suo ricorso contro la decisione di novembre del 2009, una sentenza che, come ha scritto "La CiviltÓ Cattolica", "non ha tenuto nel dovuto conto il principio della rilevanza dell'appartenenza della stragrande maggioranza della popolazione italiana alla religione cattolica", evitando di riconoscere "che la presenza del crocifisso nella aule scolastiche ha il valore di un semplice e coerente richiamo a questa realtÓ sociale tanto antica quanto attuale".

fonte: htpp://www.vatican.va

L'Osservatore Romano del 25 giugno 2010

di: Costantino D'Onorio De Meo


 Diritto e Giustizia: Prescrizione. Manlio Cerroni e la malafede dei giornalisti. Un indagato/imputato prescritto non Ŕ un colpevole salvato, ma un soggetto, forse innocente, NON GIUDICABILE, quindi, NON GIUDICATO!!!
letture: 1691
10 novembre 2018 di CONTROMAFIE
I poveri abbandonatiDiritto e Giustizia: Giornata mondiale della povertÓ L'attenzione agli ultimi
letture: 1945
13 giugno 2017 di marcellino
quando il processo Ŕ telematicoDiritto e Giustizia: Sito specifico dedicato al processo telematico https://avvfrancescofuscofondiitalia.wordpress.com/
letture: 1604
19 dicembre 2016 di Francesco Fusco
La morte di un ordine voluta da Papa FrancescoDiritto e Giustizia: Padre Manelli: archiviate le accuse contro il fondatore dei Francescani dell'Immacolata
letture: 2298
22 novembre 2016 di sweda
In questo modo, il pignorato non tornerÓ mai in possesso del proprio appartamentoDiritto e Giustizia: Agli immigrati le case pignorate
letture: 1792
29 ottobre 2016 di marinta
quando il processo Ŕ telematicoDiritto e Giustizia: NovitÓ sul processo amministrativo telematico francesco fusco
letture: 1584
23 ottobre 2016 di Francesco Fusco
quando il processo Ŕ telematicoDiritto e Giustizia: Polizze assicurative responsabilita' civile e infortuni avvocato
letture: 1780
12 ottobre 2016 di Francesco Fusco
quando il processo Ŕ ... telematicoDiritto e Giustizia: Nuovo codice dell'amministrazione digitale in G.U. del 13/09/16, n. 214
letture: 1721
14 settembre 2016 di Francesco Fusco
francesco fusco 01/09/16Diritto e Giustizia: Modifiche al processo amministrativo telematico
letture: 2069
01 settembre 2016 di Francesco Fusco
francesco fuscoDiritto e Giustizia: NovitÓ sul processo amministrativo telematico http://www.pergliavvocati.it/forum/viewtopic.php?f=2&t=239
letture: 1844
23 agosto 2016 di Francesco Fusco








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
.
Intercettazioni: Le regole matte della legge-bavaglio
letture: 2802
05 settembre 2010
.
Risarcimento del terzo trasportato e massimale (1)
letture: 3059
03 settembre 2010
.
Prescrizione Mills: "cosa" significa giuridicamente...
letture: 3424
01 settembre 2010
.
Il reato di diffamazione meriterebbe una modifica...
letture: 2877
30 agosto 2010
.
PortabilitÓ del numero: la Corte di Giustizia Europea dice la sua
letture: 3470
21 agosto 2010
.
Codici, biliardo e tarocchi storia di un demolitore di miti
letture: 3844
19 agosto 2010
Prof. Franco Cordero
Le parole della nuova destra e l'arte dell'arrembaggio
letture: 3247
17 agosto 2010
.
Deontologia forense fai da te (2)
letture: 3611
16 agosto 2010
.
Solleciti per canone RAI giÓ pagato
letture: 3571
15 agosto 2010
Il \
l Transito di Maria nella tradizione siro-occidentale
letture: 3567
15 agosto 2010