Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.636
visitatori:407
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
mercoledì
22
settembre
S. Maurizio m.
Compleanno di:
sex didlina
sex Donna23
sex GENTILESALVA...
sex giuve
nel 1955: Fa la sua comparsa in Gran Bretagna la televisione commerciale. Può trasmettere al massimo 6 minuti di pubblicità ogni ora, e non può diffondere programmi la domenica mattina.
nel 1991: Sul ghiacciaio Similaun, al confine tra Italia e Austria, viene ritrovato il corpo di un guerriero perfettamento mummificato nel ghiaccio. Sulla base degli oggetti ritrovati con lui, avrebbe 4000 anni fa.
dw

Home » News » Latina » Fondi » Mafia pontina, "quel prete ucc...
lunedì 24 agosto 2009
Mafia pontina, "quel prete ucciso che attende ancora giustizia"
Don Cesare Boschin nel 1995 fu incaprettato a Borgo Montello. Don Ciotti: "Fu una vendetta mafiosa, riaprire l'inchiesta".
letture: 4699
don luigi ciotti
don luigi ciotti
Fondi: "La questione del Comune di Fondi è una questione nazionale dove è in gioco la credibilità e la coerenza del nostro paese. La prima mafia da combattere é quella delle parole, perché a parole ci sono sempre tutti. Il problema è dare coerenza tra quello che è stato scritto sul pacchetto sicurezza e la concretizzazione della realtà".
Luigi Ciotti, presidente di Libera, associazioni, commenta così la questione del mancato scioglimento del comune di Fondi .

"Da oltre un anno come Libera - prosegue Luigi Ciotti - parliamo di quinta mafia, un intreccio che unisce cosche, pezzi della politica, colletti bianchi ed imprenditoria e Fondi rappresenta la snodo di questi interessi. Sin dal 1996 il pentito di camorra Carmine Schiavone verbalizzava ai carabinieri con nomi e cognomi l'interesse dei casalesi sull'agro pontino come ponte per la capitale. Non possiamo più parlare di tentativi di infiltrazione. Dobbiamo dare risposte responsabili e coerenti - prosegue - al grande lavoro della magistratura e delle forze dell'ordine che ha portato ad arresti di persone di grande calibro ma ha anche evidenziato la necessità di creare la legge-quadro per la lotta alle mafie e di riordinare tutta la materia sulla confisca dei beni alla mafia per rendere la lotta più efficace'".

Nel rispetto della memoria e dell'impegno il presidente di Libera ricorda anche l'uccisione del parroco Don Cesare Boschin, che denunciava a Latina l'ecomafia dei rifiuti e che non ha mai visto consegnare alla giustizia i colpevoli: " Chiediamo che si riapra l'inchiesta sulla sua morte, lo dobbiamo alla sua storia, alla sua memoria e ai tanti che nel suo nome proseguono in quel territorio le sue battaglie e le sue denunce".

[Virgilio.it]

__________________________________________

LA STORIA/ Don Cesare Boschin che aspetta ancora di avere giustizia

Il problema è che don Cesare sapeva tutto. Arrivato a Borgo Montello, frazione di Latina, negli anni cinquanta dal Veneto, era un prete di quelli che scambiano la strada per la chiesa e nella strada trovano le omelie più giuste per la domenica. Per questo, perché glielo diceva la strada, don Cesare Boschin pochi giorni prima del 30 marzo 1995 era andato a trovare il capitano dei carabinieri. E avevano parlato a lungo delle cose strane che stavano accadendo intorno e accanto alla discarica: carichi notturni, via vai di camion, cattivi odori.

Troppo tardi. O troppo presto. Perché la mattina del 30 marzo 1995 don Cesare, 81 anni, fu trovato nel suo letto in canonica massacrato di botte, incaprettato, il cerotto sulla bocca. Un assassinio di violenza inaudita liquidato lì per lì come una rapina di balordi, forse polacchi. Poi soffiò la calunnia, «una vendetta maturata in ambienti gay»: fa così la mafia quando vuol confondere le idee e depistare. Di quella storia, infatti, per anni non si è saputo più nulla a parte qualche temerario locale come Elvio Di Cesare, presidente dell'associazione Caponnetto-Lazio, che ha continuato a cercare e scavare. Oggi la morte di don Cesare Boschin diventa un capitolo della complessa vicenda delle infiltrazioni di mafia nel sud del Lazio. Don Ciotti e Libera chiedono la riapertura dell'inchiesta collegandola «a una vendetta da parte delle ecomafie».

Scrivono i pm della Dda di Roma Diana De Martino e Francesco Curcio, titolari delle inchieste Damasco 1 e 2 che hanno portato in carcere mezza amministrazione comunale di Fondi con l'accusa di essere collusa con gli interessi delle 'ndrine calabresi e dei clan di camorra attivi nell'Agro Pontino: «Nella stragrande maggioranza dei casi si è proceduto da parte delle diverse autorità giudiziarie di questo distretto (Latina ndr. ) rubricando la massa dei fatti oggetto di indagine - in realtà di stampo mafioso - in fatti di criminalità comune». Quattordici anni dopo il dossier di don Cesare torna nell'agenda della cronaca.

L'associazione «Articolo 21» - ospite della giornata della legalità organizzata ieri dal Pd nella piazza di Fondi, comune infiltrato che il governo non vuole sciogliere - ha ricordato come già nel 1996 Carmine Schiavone, cassiere dei cartelli casalesi, avesse spiegato gli interessi dei clan di camorra e delle 'ndrine calabresi sul basso Lazio, droga, rifiuti, appalti, la politica. Schiavone raccontò la spartizione degli affari città per città. A Fondi c'erano i Tripodo, delle nota famiglia di 'ndrangheta: «Si occupavano di stupefacenti, noi gli davamo dai 15 ai 30 kg al mese di cocaina». I fratelli Tripodo sono i protagonisti delle inchieste Damasco e la chiave per capire la capacità di infiltrazione della mafia nel territorio dell'Agro Pontino.

E si torna a don Cesare, alle ecomafie e al movente del suo assassinio. Don Cesare sapeva che in quei mesi del '95 nella discarica di Borgo Montello arrivavano di notte camion carichi di fusti di rifiuti. Glielo dicevano le persone che incontrava per strada. Glielo dicevano le mamme i cui figli guadagnavano «500mila lire a viaggio». Da dove? Allora navigavano lungo le coste italiane navi zeppe di rifiuti tossici. Non le voleva nessuno, per un po' furono ormeggiate a Livorno. Solo anni dopo furono trovate bolle che testimoniavano che quei camion si muovevano lungo la tratta Livorno-Borgo Montello-Caserta. Solo oggi la Regione Lazio ha dato ordine di verificare cosa c'è sotto «S-zero», la parte dismessa della discarica di Borgo Montello. L'Arpa ha sentenziato in questi giorni: ci sono fusti tossici, a centinaia. Quelli di cui parlava don Cesare con il capitano dei carabinieri pochi giorni prima di morire.

[Claudia Fusani, L'Unità]

postato da: mn  


Ospedale di FondiFondi: Ospedale di Fondi in tilt, Trano sollecita la manager Cavalli Difficoltà al primo vero banco di prova estivo
letture: 6614
15 giugno 2021 di RaffaeleTrano_press
On. Raffaele TranoFondi: Auto incendiate a Fondi, interrogazione parlamentare di Trano (1)
letture: 6933
08 maggio 2021 di RaffaeleTrano_press
Il SINDACO Beniamino MaschiettoFondi: FONDI, Un tavolo tecnico per analizzare l'incidenza della variante brasiliana a Fondi, il sindaco: "Situazione sotto controllo ma costantemente monitorata"
letture: 4685
15 aprile 2021 di descartes
Macaro al Galà della presentazioneFondi: FONDI, European City of Sport: lunedì a Roma il galà di presentazione delle città candidate Fondi pronta a sfidare 8 località per conquistare il titolo nel 2023
letture: 3987
15 aprile 2021 di descartes
Locandina dell'EventoFondi: FONDI, Integrazione, ambiente e digitalizzazione: il futuro dell'Europa raccontato a fumetti Grazie ad un bando regionale, 18 studenti di Fondi...
letture: 2908
29 marzo 2021 di descartes
Nella foto Turchetta, Roberto, Iudicone, Maschietto, Teo Di CiccoFondi: FONDI, intitolata a Geremia Iudicone... ...la sezione della biblioteca comunale dedicata alla storia locale. La cerimonia in occasione del quinto anniversario dalla scomparsa dello storico e illustre cittadino di Fondi
letture: 3210
05 marzo 2021 di descartes
Operatori ed AmministratoriFondi: FONDI, residenti, amministratori e sentinelle ambientali insieme per ripulire contrada Selva Successo per la prima di 16 giornate ecologiche a Fondi
letture: 3524
23 febbraio 2021 di descartes
Targa nel Piazzale dei Martiri delle FOIBEFondi: FONDI, in memoria delle vittime delle foibe: si celebra il "Giorno del Ricordo" Breve cerimonia mercoledì 10 febbraio con studenti e istituzioni. Letture a cura dell'attore Giovanni Pannozzo
letture: 2723
08 febbraio 2021 di descartes
La sala consiliare: discussione su sito stoccaggioFondi: FONDI, Sito di stoccaggio di inerti: NO unanime da parte del Consiglio comunale La delibera, approvata con i voti di maggioranza e minoranza, è stata già inviata a Regione, Prefettura e Provincia
letture: 2978
03 febbraio 2021 di descartes
mezzi a due ruote per ispettori ambientaliFondi: Differenziata e abbandono di rifiuti: a Fondi tornano in azione le guardie ambientali Il gruppo di vigilanza da oggi ha disposizione anche una vettura per raggiungere il litorale e le periferie
letture: 2387
02 febbraio 2021 di descartes








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News correlate:
fondi
Lo Stato si è fermato a Fondi (5)
letture: 3909
20 agosto 2009
manifestazione sul caso fondi
Fondi, appello a Napolitano. I Carabinieri: "Qui la 'ndrangheta c'è" (5)
letture: 4600
18 agosto 2009

News dello stesso autore:
la copertina
Rinasce la Gazzetta di Gaeta
letture: 2955
16 febbraio 2021
Frattasi
Frattasi sempre più in alto: è capo di gabinetto al Viminale
letture: 3455
09 agosto 2020
polizia locale
Parla il vigile epurato: "Raimondi e Mauro non volevano indagini sull'Avir" (7)
letture: 7235
22 febbraio 2020
vicari foranei
L'arcivescovo Vari nomina i suoi quattro vicari
letture: 4550
14 ottobre 2019
tiziana rivale
Tiziana Rivale: "Basta falsità, Gaeta è sempre stato il mio orgoglio" (1)
letture: 4258
05 ottobre 2019
salvatore mola
Area ex Avir, la versione di Salvatore Mola
letture: 3700
26 settembre 2019
don antonio cairo
Don Antonio Cairo e Gaeta, dieci anni indimenticabili
letture: 5178
28 marzo 2019
don cairo e don di mario
Nomine in diocesi. Don Antonio Cairo lascia San Nilo e va a Scauri (3)
letture: 4262
28 marzo 2019
Perché la tiella è solo gaetana
letture: 3626
29 settembre 2018
Il presidente Ciampi in visita a Latina: "Seguo con apprensione i disagi di Formia". Monito agli amministratori locali: "Non solo turismo, servono infrastrutture e strade".
letture: 3094
21 settembre 2018


Commenti: 4

i commenti alle news sono visionabili solo dagli utenti registrati


Copyright © 2002 - 2021 TeleFree.iT info: info@telefree.it
Web site engine's code (PML) is Copyright © 2003 - 2021 by LiveWeb.iT

powered by LiveWeb.it