Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 18/11 al 29/02 Formia: All'Ariston di Gaeta tutto pronto per la Stagione Teatrale 2019-20
letture: 14333
dal 10/01 al 19/04 Golfo di Gaeta: XX corso di fotografia digitale
letture: 7165
dal 08/02 al 01/03 Itri: Ad Itri torna Sipario d'Autore Rassegna d'Arte e Spettacolo.
letture: 2633
dal 14/02 al 25/02 Pomezia: A Pomezia i festeggiamenti per Carnevale e San Valentino
letture: 577
18/02 Formia: CHEF si confrontano nel Grande Albergo Miramare
letture: 561
20/02 Roma: Lo scandalo dei nudi di Modigliani
letture: 546
29/02 Formia: Lettere di Rainer Maria Rilke e Lou Andreas-Salomé
letture: 58
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.610
visitatori:321
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
martedì
18
febbraio
S. Costanza
Compleanno di:
sex beggetta
sex billiballo
sex CarnevaleCam...
sex Danistea
sex paloma
nel 1564: A Roma muore l'autore della Pietà e molte altre opere eterne, Michelangelo Buonarroti.
nel 1898: Nasce Enzo Ferrari. pilota di chiara fama,nel 1929,fonda la scuderia più famosa nel mondo e nel '47 la Casa automobilistica.
nel 1930: Viene scoperto Plutone, il nono pianeta del sistema solare.
dw

Home » News » Latina » Fondi » Fondi al capolinea. Amici: "In...
sabato 16 maggio 2009
Fondi al capolinea. Amici: "Indagini anche su Minturno"
Il ministro dell'Interno risponde all'interrogazione del Pd. Scioglimento del consiglio inevitabile dopo le inchieste antimafia.
letture: 3404
fondi
fondi
Fondi: «Sono convinto che il Consiglio comunale di Fondi debba essere sciolto per inflitrazioni della malavita organizzata». E' secca e non lascia frantendimenti la risposta del ministro dell'interno Roberto Maroni al question time della parlamentare del Partito democratico Sesa Amici. L'ha pronunciata nel primo pomeriggio di ieri davanti all'assemblea dei deputati.
La Amici è stata inequivocabile: «Nel corso di un'audizione davanti alla commissione antimafia, ha formulato - il ministro Maroni ha detto di aver inoltrato la richiesta di scioglimento del Consiglio comunale di Fondi al Consiglio dei ministri. Chiedo al ministro dell'interno perché, dopo otto mesi, ancora si è deciso nulla?» Ed ecco la risposta immediata e concisa, preceduta da un altrettanto schietto preambolo.

«Nel settembre del 2008 ho ricevuto ha ricordato Maroni - la relazione del prefetto di Latina Bruno Frattasi che sosteneva la necessità di intervenire secondo l'articolo 143, proponendo dunque lo scioglimento dell'assise per collusione mafiosa. Lo scioglimento è sempre un evento traumatico e deve essere ben motivato» ha spiegato. «Per questo ho nominato una seconda commissione d'accesso che ha indagato sul caso eche ha confermato, a febbraio, la tesi del prefetto Frattasi. Quindi ho preparato una mia relazione che ho inviato al Consiglio dei ministri assieme alla proposta di scioglimento.
Io sono convinto - ha ribadito - che il Consiglio comunale di Fondi debba essere sciolto. Il caso è stato trattato in una recente riunione del Consiglio dei ministri - ha proseguito - ma alcuni ministri, ritenendo rilevante un provvedimento del genere, hanno chiesto di analizzare personalmente la documentazione in mio possesso. Non so se la commissione antimafia prenderà provvedimenti ma credo che la questione sarà discussa definitivamente in una delle prossime riunioni del Consiglio che deciderà in un senso o nell'altro».

Sul rischio, manifestato dalla Amici, che il caso Fondi venga continuamente rinviato per permettere lo svolgimento delle elezioni provinciali, il ministro concorda. «Le imminenti elezioni - ha concluso - non devono assolutamente influenzare la decisione del governo».

Sesa Amici ha replicato, soddisfatta della risposta del ministro. «Qualsiasi scioglimento - ha detto - è traumatico per un Consiglio comunale ma credo che lo sia ancor di più lasciare una città senza legalità. Ora ho capito - ha chiosato la Amici - che la decisione non spetta più a lei ma è nelle mani dell'intero Consiglio dei ministri». Tocca al governo, dunque, non più al ministro decidere non solo come ma anche quando il caso Fondi sarà chiuso. E secondo fonti non ufficiali proprio il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, avrebbe deciso, invece, di rimandare la decisione alla fase post-elettorale. Sembra in sostanza che la questione abbia generato diverse posizioni tra gli stessi componenti del governo. Posizioni che hanno certamente ripercussione sulla sfera politica degli stessi rappresentanti. Quella di Maroni, ad esempio, coerente naturalmente, con la posizione della Lega.

[Irene Chinappi, Il Territorio]

___________________________________________

IL VIDEO/ Il question-time sul caso Fondi alla Camera



____________________________________________

LA STORIA/ Dall'operazione Damasco alla commissione Frattasi. Fondi in odor di mafia

Il tempo delle voci che si rincorrono è finito. Il caso Fondi è al capolinea e sanno bene gli amministratori di Palazzo San Francesco, così come gli esponenti del Pdl che parlano di «complotto politico», che solo un miracolo potrà evitare lo scioglimento del consiglio comunale. Adesso, sui tempi, è solo questione di opportunità elettorale. Anche se il ministro dell'interno Roberto Maroni ha detto alla Camera che le elezioni non sono assolutamente un intralcio.

La vicenda, del resto, s'è trascinata anche per troppo tempo, da quando all'inizio del 2008 prima l'operazione "Damasco" e poi la nomina della commissione d'accesso hanno aperto uno spaccato inquietante su Fondi. L'operazione della direzione distrettuale antimafia, effettuata dai carabinieri, per usura aggravata da modalità mafiose non è direttamente collegata alla nomina della commissione da parte del prefetto Bruno Frattasi ma ci sono molti punti di contatto. Quelli tra i personaggi scoperti dagli investigatori dell'Arma e amministratori comunali, funzionari, dipendenti.

La storia ha inizio dalle rivelazioni di Riccardo Izzi, impaurito dagli incendi delle sue automobili e deciso a chiamarsi fuori da storie poco chiare. Riferisce tutto e facendolo probabilmente neanche immagina le conseguenze che potrà causare sull'amministrazione della quale fa parte. E' assessore ai lavori pubblici quando fa dichiarazioni spontanee. Il sindaco Luigi Parisella gli toglie la delega ma è ormai troppo tardi. La commissione d'accesso è già stata nominata, mentre Izzi in una conferenza stampa dal suo studio legale "tuona" parlando di «un comitato d'affari che da quindici anni si è insediato al Comune di Fondi». Più tardi, in consiglio comunale, il sindaco Luigi Parisella dirà di approvare «in toto l'azione del prefetto, serve a certificare che questa amministrazione ha sempre operato per il bene della città». Cambierà idea presto, al punto che il Comune presenterà ricorso al Tar. Forse uno stratagemma per "vedere" le carte. La commissione lavora, prende atti, ascolta dipendenti, riferisce al Prefetto che a settembre chiede lo scioglimento del consiglio comunale.

E qui comincia un'altra partita, quella per rallentare, rivedere, rinviare. Si muovono a Roma, adesso, i protagonisti. Forza Italia di Fondi, senatore Claudio Fazzone in testa, fa quadrato insieme ai vertici del partito in provincia. E' novembre quando Fazzone, in diretta tv, afferma: «Credo nelle istituzioni ma ho ragioni di dubitare su quanto accaduto con la commissione d'accesso». Al Ministero sta già lavorando al materiale arrivato da Latina, tra gli altri, un ex commissario al Comune di Fondi. Si approfondisce, vengono chiesti chiarimenti, arrivano di volta in volta documenti inequivocabili. Le voci si rincorrono, si scioglie, anzi no, domani anzi al prossimo consiglio dei ministri.

La proposta arriva al Gabinetto, l'istruttoria è chiusa. Siamo a febbraio, Maroni propone al consiglio dei ministri lo scioglimento. L'ultima interpretazione di chi preme affinché non si vada avanti è che non è scritto da nessuna parte che la cosa debba discutersi. Può anche restare lì. Invece in commissione antimafia prima, alla Camera poi, Maroni è chiarissimo: «Si deve sciogliere». E non farlo sarebbe un precedente pesantissimo: mai è accaduto che su proposta del ministro un consiglio resta in carica. Il tempo delle voci è finito.

[Il Messaggero]

__________________________________________

LE REAZIONI/ Marrazzo: "Messaggio inequivocabile". Amici rilancia: "Indagini anche su Minturno"

«Ritengo positiva la presa di posizione del ministro Maroni in merito allo scioglimento del consiglio comunale di Fondi. E' un appello che abbiamo lanciato da tempo, senza nessuno spirito polemico e senza pressioni sulle istituzioni coinvolte. Le parole di Maroni rappresentano un messaggio inequivocabile sulla necessità di accelerare un processo di trasparenza e legalità per i cittadini e per il territorio». Parole del presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo, dopo il "question time" alla Camera. Sulla vicenda interviene anche il segretario del Pd di Latina, Giorgio De Marchis, che parte dalla lettera di Gianfranco Conte diffusa ieri: «Apre una spaccato nel quale si intravedono i pericoli che sta correndo la provincia di Latina determinati dal consolidamento di una classe dirigente attenta soltanto ai propri interessi personali a discapito del bene comune. Assumono, tuttavia, un significato rilevante in quanto portano il tema della lotta alla illegalità ad una dimensione generale che consente una battaglia non più confinata all'interno delle sole forze di opposizione». Per De Marchis «è prioritario ristabilire le condizioni di legalità, con la candidatura di Sesa Amici la coalizione di centro sinistra vuole mandare un segnale chiaro alla provincia che può trovare in questo momento la forza di liberarsi da un gruppo di potere». A dire: «Ora non ci sono più alibi», infine, il capogruppo della Sinistra al consiglio regionale, Enrico Fontana e l'assessore alla sicurezza della Regione, Daniele Fichera.

«Il sindaco Parisella avrebbe dovuto fermarsi un attimo e riflettere su quello che stava succedendo». Sesa Amici, deputata del Pd e candidata alla presidenza della Provincia, l'ha detto ieri intervenendo a un incontro elettorale a Priverno. E' tornata sulla vicenda Fondi all'indomani del "question time" proposto da lei stessa alla Camera e al quale ha risposto in modo inequivocabile il ministro dell'Interno Roberto Maroni. «Le esitazioni registrate in seno al Consiglio dei Ministri non sono più giustificabili. Qualunque atto diverso da una decisione immediata sul caso Fondi o qualunque ulteriore tentativo di ritardarla, dovrà da oggi in poi essere interpretato come volontà politica di mascherare una situazione di illegalità ormai acclarata e di frenare la funzione di garanzia svolta dalle istituzioni a più livelli. A livello locale, poi, diventa assolutamente inopportuna e inspiegabile la candidatura al Consiglio Provinciale del sindaco che ha guidato un consiglio comunale che sta per essere sciolto e che ha difeso fino all'ultimo».
La stessa deputata, inoltre, ha affermato «non si possono disconoscere le infiltrazioni in provincia, la situazione è monitorata dall'antimafia, a partire da Minturno».
fonte: Il Messaggero   postato da: mn  


Fondi: Forza Nuova da il buon viaggio a De Meo per Bruxelles, lo fa con uno striscione sotto il comune.
letture: 2818
29 gennaio 2020 di Lince98
Fondi: La laparoscopia europea si confronta a Fondi COMMISSIONATA AL DOTT. VIOLA LA CONDUZIONE DEL CONVEGNO AFFIDATO SOLO A ECCELLENZE CHIRURGICE CONCLAMATE
letture: 2165
15 gennaio 2020 di Flaminio
Fondi: Il Crocifisso nell'arte medioevale e rinascimentale L'opera di don Luigi Mancini presentata sabato 14 a Fondi presso la sala del Castello Caetani
letture: 3228
14 dicembre 2019 di Flaminio
BunnerFondi: "Siria, dall'emergenza alla rinascita" Convegno di solidarietà
letture: 2220
28 novembre 2019 di marcellino
Fondi: Sanità nel Lazio ed in provincia. Quale futuro?
letture: 2130
21 ottobre 2019 di TF Press
LocandinaFondi: Giornata del Buon Gioco 2019 contro l'azzardo A Fondi il 20 ottobre in piazza Unità d'Italia
letture: 1930
12 ottobre 2019 di marcellino
Fondi: Forza Nuova Fondi condanna quanto avvenuto in via Valmaiura "Grave e preoccupante fenomeno di inquinamento, specialmente dal momento che il responsabile sembra essere una figura istituzionale!"
letture: 2074
22 settembre 2019 di TF Press
Raffaele TranoFondi: Ambientalismo "farlocco", Trano: "diversi casi in provincia di Latina"
letture: 2039
21 settembre 2019 di Raffaele Trano Portavoce M5S
Fondi: Nasce a Fondi la Casa della Cultura Sabato 14 settembre il varo del lavoro sinergico di ben venti associazioni locali. Iniziativa patrocinata dal Comune
letture: 2313
14 settembre 2019 di Flaminio
Fondi: Nuove tecniche terapeutiche per la cura degli edemi all'arto inferiore IL CONGRESSO, PRESIEDUTO DAL DOTT. VINCENZO VIOLA, IN PROGRAMMA A FONDI VENERDI 6 E SABATO 7
letture: 2460
04 settembre 2019 di Flaminio








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
vicari foranei
L'arcivescovo Vari nomina i suoi quattro vicari
letture: 3610
14 ottobre 2019
tiziana rivale
Tiziana Rivale: "Basta falsità, Gaeta è sempre stato il mio orgoglio" (1)
letture: 3054
05 ottobre 2019
salvatore mola
Area ex Avir, la versione di Salvatore Mola
letture: 2759
26 settembre 2019
don antonio cairo
Don Antonio Cairo e Gaeta, dieci anni indimenticabili
letture: 4113
28 marzo 2019
don cairo e don di mario
Nomine in diocesi. Don Antonio Cairo lascia San Nilo e va a Scauri (3)
letture: 3284
28 marzo 2019
Perché la tiella è solo gaetana
letture: 2752
29 settembre 2018
Il presidente Ciampi in visita a Latina: "Seguo con apprensione i disagi di Formia". Monito agli amministratori locali: "Non solo turismo, servono infrastrutture e strade".
letture: 2349
21 settembre 2018
don antonio cairo
Quando a insultare era don Antonio Cairo (2)
letture: 5388
20 settembre 2018
don antonio cairo
Le minacce a don Antonio Cairo, solidarietà e qualche dubbio
letture: 4111
19 settembre 2018
Una soluzione per la crisi idrica? L'acqua riciclata dal water che diventa da bere. (1)
letture: 2233
18 settembre 2018


Commenti: 2

i commenti alle news sono visionabili solo dagli utenti registrati


Copyright © 2002 - 2020 TeleFree.iT info: info@telefree.it
Web site engine's code (PML) is Copyright © 2003 - 2020 by LiveWeb.iT

powered by LiveWeb.it