Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 26/02 al 01/11 Sermoneta: Giardino di Ninfa, via alle prenotazioni online
letture: 17372
dal 01/05 al 31/05 Golfo di Gaeta: Il Maggio dei Libri
letture: 10436
dal 23/05 al 01/11 Cisterna: Il giardino di Ninfa riapre con nuove regole e un nuovo calendario
letture: 8360
dal 23/07 al 26/08 Formia: IL CINEMA E IL MARE: 6 classici da rivedere
letture: 2543
dal 31/08 al 05/09 Sermoneta: Riapre l'antico castello di Ninfa
letture: 1601
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.623
visitatori:298
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
martedì
11
agosto
S. Chiara d'Assisi
Compleanno di:
sex depre51
sex elisa81
sex nappi
sex peperosso115...
sex runner
sex teo87
sex valentinadj
sex VOTANTONIO
nel 1949: Prima traversata a nuota sul tratto Napoli.Capri. Porta a termine l'impresa, nuotando per 27 chilometri, Giovanni Gambi.
nel 1984: A Los Angeles. il judoka giapponese Yasuhiro Yamashita trionfa ai Giochi ottenendo tutte vittorie per "ippon". Il suo impressionante bilancio:528 vittorie su 559 incontri.
dw

Home » News » Webzine » Diritto e Giustizia » L'allarme dell'Anitec: «In gra...
sabato 18 aprile 2009
L'allarme dell'Anitec: «In gran parte d'Italia a rischio la ricezione di Rai 1»
di Gianni Rusconi
letture: 1882
Monoscopio R.A.I.
Monoscopio R.A.I.
Diritto e Giustizia: Portare a termine, in tempi utili, l'adeguamento degli impianti condominiali di ricezione del segnale televisivo - le antenne - in relazione al progressivo e programmato "switch off"da analogico a digitale. La problematica è seria ma a quanto pare non è, allo stato attuale, una priorità degli organi governativi competenti.
La prova di questa mancanza? Il fatto che nessuno dal Ministero dello Sviluppo Economico o dalla Segreteria alle Comunicazioni abbia risposto alle precise richiesta avanzate da Anitec (l'Associazione Nazionale Industrie Informatica, Telecomunicazioni ed Elettronica di Consumo, che fa parte della Federazione Confindustria Anie), Aires, DGTVi e Federdistribuzione in una lettera congiunta inviata lo scorso 13 febbraio.

La missiva, in estrema sintesi, conteneva una proposta mirata per l'introduzione di incentivi fiscali - nella fattispecie l'esenzione dell'Iva sulle spese relative a prestazioni e materiali e la detraibilità del 100% delle spese sostenute - in favore degli utenti interessati dal necessario aggiornamento degli impianti di ricezione TV o dell'installazione di nuovi impianti in vista del passaggio al digitale terrestre. L'acquisto di un decoder o di un televisore predisposto per la ricezione del segnale digitale, senza dimenticare l'effettiva copertura dello stesso assicurata dalle frequenze liberate dalla Tv analogica, non sono infatti le uniche preoccupazioni che gravano sulla testa dei consumatori. Avere sul tetto del proprio condominio un'antenna non idonea ad assicurare - scrive l'Aitec - la completa fruizione di tutti i servizi disponili e comunque subordinata alle scelte effettuate in materia di assegnazione delle frequenze e localizzazione delle stazioni di irradiamento dei segnali è un problema che interesserà milioni di famiglie. Quasi del tutto all'oscuro, tra l'altro, delle difficoltà che potrebbero trovarsi di fronte quando il segnale analogico sarà spento definitivamente. Flavio De Poli, Vice Presidente di Anie-Anitec nonché Presidente del Gruppo Componenti per impianti d'antenna di Anitec, ha confermato proprio oggi al Sole24ore.com che di risposte dal Ministero non ne sono ancora arrivate e ha aperto un nuovo fronte del problema.

Come considerate il fatto di non avere avuto ancora riscontri dagli organi competenti da due mesi a questa parte?
Il problema dell'adeguamento degli impianti è sottovalutato e in questi giorni le priorità del governo sono ben altre. Il fatto importante è che il problema riguarda tutto il territorio italiano e non solo le aree interessate a breve dallo switch off.

Si spieghi meglio
Una legge europea impone entro il 30 giugno di quest'anno la cosiddetta ricanalizzazione della banda analogica III Vhf e la cancellazione degli slot di frequenza da cui viene erogato il segnale di alcuni canali, come Rai 1. In altre parole là dove gli impianti di ricezione non sono in grado di supportare lo spostamento delle frequenze su una banda più ampia, e sono interessati in particolare gli impianti a "filtri" molto diffusi nel Nord Italia, il primo canale della Tv pubblica non si potrà ricevere. A meno che le antenne non vengano aggiornate e sintonizzate a dovere.

Quindi molti italiani rischiano di trovarsi al primo luglio impossibilitati a ricevere Rai 1?
Sì, a meno che il governo italiano non chieda e ottenga una proroga dalla Ue o che non paghi la sanzione del caso per continuare a utilizzare con la canalizzazione italiana la frequenza Vhf. La normativa a cui faccio riferimento è stata recepita dal Ministero per lo Sviluppo Economico ma non ci risulta vi siano delle azioni intraprese in tal senso. E il problema è del tutto sconosciuto ai non addetti ai lavori, a cominciare da amministratori di condominio e privati cittadini.

L'allarme lanciato con la vostra lettera di febbraio è quindi nulla rispetto al problema che state segnalando ora? Cosa farete in proposito?
Sicuramente invieremo una nuova lettera alle parti interessate, sensibilizzandole ulteriormente rispetto a una problematica che interessa un'ampia fetta della popolazione e metteremo in evidenza che, paradossalmente, gli interventi più urgenti riguardo gli impianti sono nelle aree servite dal segnale analogico. Per le regioni interessate prossimamente dallo switch off l'attenzione di tutti è maggiore e per queste la scadenza del 30 giugno ha un impatto più lieve, mentre la percentuale di popolazione coinvolta dalla canalizzazione italiana a quella europea della banda III VHF analogica è pari a circa il 62% a livello nazionale.

Voi chiedete degli incentivi fiscali per la sostituzione degli impianti, il governo ha disposto il contributo statale per l'acquisto del decoder. Le due azioni dovrebbero andare di pari passo?
Sono due azioni diverse. La nostra è una proposta che ha finalità anche di sistema e non richiede alcun esborso per le casse statali: chiediamo l'esenzione dell'Iva e la detraibilità del 100% delle spese perché convinti del fatto che, così facendo, la quasi totalità degli interventi sul campo delle aziende che installano gli impianti sarebbe fatturata. Parliamo di interventi perfettamente regolarizzati che ridurrebbero una parte di sommerso e aumenterebbero il gettito contributivo.
Intanto molti consumatori si lamentano per le difficoltà di ricezione del segnale per i canali del digitale terrestre in chiaro e la confusione che regna intorno ai decoder per quelli a pagamento.
Parliamo di due cose distinte. Lo switch off interessa i canali generalisti oggi fruiti in analogico e i possibili malfunzionamenti di un apparecchio televisivo con ricevitore Dt integrato dipendono dal fatto che convivono due sistemi, là dove il passaggio ancora non c'è stato, e le frequenze sono poche. Anche per questo motivo è necessario procedere in modo accelerato con la migrazione al digitale liberando le frequenze utilizzate per la Tv analogica. In Italia si utilizza da 40 anni a questa parte lo standard Vhf in un certo modo e da qui a tre mesi scarsi questa frequenza dovrà essere adeguata allo standard europeo: probabilmente qualcuno doveva pensare per tempo a creare le condizioni per non rischiare di danneggiare milioni di utenti.

Un'ultima domanda: produttori di impianti e installatori hanno le risorse per ovviare al duplice problema, e cioè il forzato adeguamento delle frequenze al 30 giugno e il programmato switch off di Piemonte, Lazio e via dicendo?
Non credo, sia dal lato della disponibilità di apparecchiature che da quello della forza lavoro preposta alle nuove installazioni o agli adeguamenti degli impianti esistenti. Posso fare delle cifre: gli impianti di ricezione che necessitano di aggiornamento in vista della completa transizione al digitale sono circa 60mila nella sola area di Torino e Cuneo, per cui lo spegnimento definitivo delle frequenze analogiche è previsto tra il 24 settembre e il 9 ottobre.
17 aprile 2009
fonte: Il Sole 24 Ore   postato da: fu  


 Diritto e Giustizia: Prescrizione. Manlio Cerroni e la malafede dei giornalisti. Un indagato/imputato prescritto non è un colpevole salvato, ma un soggetto, forse innocente, NON GIUDICABILE, quindi, NON GIUDICATO!!!
letture: 1691
10 novembre 2018 di CONTROMAFIE
I poveri abbandonatiDiritto e Giustizia: Giornata mondiale della povertà L'attenzione agli ultimi
letture: 1945
13 giugno 2017 di marcellino
quando il processo è telematicoDiritto e Giustizia: Sito specifico dedicato al processo telematico https://avvfrancescofuscofondiitalia.wordpress.com/
letture: 1604
19 dicembre 2016 di Francesco Fusco
La morte di un ordine voluta da Papa FrancescoDiritto e Giustizia: Padre Manelli: archiviate le accuse contro il fondatore dei Francescani dell'Immacolata
letture: 2298
22 novembre 2016 di sweda
In questo modo, il pignorato non tornerà mai in possesso del proprio appartamentoDiritto e Giustizia: Agli immigrati le case pignorate
letture: 1792
29 ottobre 2016 di marinta
quando il processo è telematicoDiritto e Giustizia: Novità sul processo amministrativo telematico francesco fusco
letture: 1584
23 ottobre 2016 di Francesco Fusco
quando il processo è telematicoDiritto e Giustizia: Polizze assicurative responsabilita' civile e infortuni avvocato
letture: 1780
12 ottobre 2016 di Francesco Fusco
quando il processo è ... telematicoDiritto e Giustizia: Nuovo codice dell'amministrazione digitale in G.U. del 13/09/16, n. 214
letture: 1721
14 settembre 2016 di Francesco Fusco
francesco fusco 01/09/16Diritto e Giustizia: Modifiche al processo amministrativo telematico
letture: 2069
01 settembre 2016 di Francesco Fusco
francesco fuscoDiritto e Giustizia: Novità sul processo amministrativo telematico http://www.pergliavvocati.it/forum/viewtopic.php?f=2&t=239
letture: 1844
23 agosto 2016 di Francesco Fusco








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
Le verità del Sole.
Così l'eolico e il solare fanno scendere la nostra bolletta (6)
letture: 3196
14 gennaio 2012
Primi al Mondo
L'Italia sceglie il sole ora nel fotovoltaico siamo primi al mondo (6)
letture: 3839
10 gennaio 2012
Il settore rimane il più dinamico ed in crescita.
Arriva il pannello solare che produce caldo, freddo ed energia elettrica in piena autonomia, (4)
letture: 4088
27 dicembre 2011
Il sole sempre più frendly
Il fotovoltaico si vernicia (1)
letture: 3587
23 dicembre 2011
Energia che ci salva
La prima cella solare con efficienza superiore al 100% (10)
letture: 3722
21 dicembre 2011
Ref. 1-2
Cosa cambia REF. 1-2? (1)
letture: 3683
14 giugno 2011
Cosa cambia REF 3.
Cosa cambia REF 3?
letture: 3740
14 giugno 2011
Ref 4
Cosa cambia Ref 4? (1)
letture: 3728
14 giugno 2011
Il sottomarino per tutti
Il sottomarino per tutti Nuovo turismo!
letture: 5291
29 marzo 2011
nucleare vicino
Nucleare: problemi a centrale slovena. Per ora non riparte
letture: 3895
27 marzo 2011


Commenti: 3

i commenti alle news sono visionabili solo dagli utenti registrati


Copyright © 2002 - 2020 TeleFree.iT info: info@telefree.it
Web site engine's code (PML) is Copyright © 2003 - 2020 by LiveWeb.iT

powered by LiveWeb.it