Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 26/02 al 01/11 Sermoneta: Giardino di Ninfa, via alle prenotazioni online
letture: 17372
dal 01/05 al 31/05 Golfo di Gaeta: Il Maggio dei Libri
letture: 10436
dal 23/05 al 01/11 Cisterna: Il giardino di Ninfa riapre con nuove regole e un nuovo calendario
letture: 8360
dal 23/07 al 26/08 Formia: IL CINEMA E IL MARE: 6 classici da rivedere
letture: 2543
dal 31/08 al 05/09 Sermoneta: Riapre l'antico castello di Ninfa
letture: 1601
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.623
visitatori:294
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
martedì
11
agosto
S. Chiara d'Assisi
Compleanno di:
sex depre51
sex elisa81
sex nappi
sex peperosso115...
sex runner
sex teo87
sex valentinadj
sex VOTANTONIO
nel 1949: Prima traversata a nuota sul tratto Napoli.Capri. Porta a termine l'impresa, nuotando per 27 chilometri, Giovanni Gambi.
nel 1984: A Los Angeles. il judoka giapponese Yasuhiro Yamashita trionfa ai Giochi ottenendo tutte vittorie per "ippon". Il suo impressionante bilancio:528 vittorie su 559 incontri.
dw

Home » News » Webzine » Diritto e Giustizia » Dopo la truffa riecco Tanzi Or...
sabato 21 febbraio 2009
Dopo la truffa riecco Tanzi Ora si è messo a produrre biscottini per l'America
letture: 1638
LA Repubblica delle Banane. L'impunità dirigenziale
LA Repubblica delle Banane. L'impunità dirigenziale
Diritto e Giustizia: Il capannone è anonimo, grigio, grandi vetrate. Citofoni di studi di architetti. Una delle tre cassette postali è intestata a «The Original American Bakery», oh yeah. È la nuova tana di Calisto Tanzi. L'imprenditore condannato in primo grado a 10 anni di reclusione per il crac Parmalat (un buco da 14 miliardi di euro) ritorna in attività a 70 anni in questa anonima periferia cittadina, a quattro chilometri da casa sua.
Sta mettendo in piedi un'azienda che produrrà muffin, i dolcetti con cui si fa colazione negli Stati Uniti. Quando si dice una vita spesa per fabbricare cibo. E debiti.

Il ciak a «Tanzi 2 la vendetta» è stato dato in autunno, tra incontri, bilanci, previsioni. Ma l'uscita allo scoperto è avvenuta lunedì. Nelle aziende vicine hanno notato che qualcosa si muoveva in quel capannone: via vai di persone, operai per le pulizie, camion, auto. E anche la Honda grigia di Tanzi. Di lui però si sono accorti soltanto quelli che lavorano al 44 di strada Martinella. E non hanno gradito. «Se il cavaliere lavora qui, io me ne vado - ha detto qualche imprenditore a Repubblica.it che ieri pomeriggio ha dato la notizia -. Non mi piacerebbe uscire da un luogo di lavoro dove qualcuno può pensare che io lavori con uno come lui, che ha truffato migliaia di persone».

Appena si è diffusa la voce, nel capannone si è fatta terra bruciata. Pare che una telefonata abbia consigliato di lasciare campo libero. Al secondo piano dell'edificio lavora un pool di architetti. «Lasciateci perdere - urlano dalle finestre ai giornalisti - siamo asserragliati, abbiamo delle riunioni importanti che non riusciamo a finire». L'imprenditore non si fa trovare neppure a casa: «È in città», garantisce la moglie Anita al citofono della villa di via Chiaviche: «Una nuova attività? Non so nulla. Arrivederci».

Tanzi, insomma, perde il pelo ma non il vizio. Chi l'ha visto al lavoro lo descrive sorridente e pieno di entusiasmo. Dallo scorso lunedì arriva ogni mattina verso le dieci carico di carte e documenti, vede gente, discute, progetta, assaggia. A pranzo stacca, va a prendere i nipotini a scuola, e torna il pomeriggio. Un consulente come tanti, circondato da un piccolo gruppo di collaboratori di fiducia. Il principale appartiene alla famiglia Cocconi, un nome conosciutissimo a Parma perché legato a due pasticcerie nel centro della città, locali storici passati qualche anno fa a un nuovo proprietario che però ha mantenuto il marchio.
L'obiettivo è quello di avviare fra qualche mese la produzione dei muffin destinati all'America del Nord, Usa e Canada. Nel capannone di 800 metri quadrati alla periferia sud, sulla strada verso Langhirano, stanno per arrivare macchinari, linee produttive, bancali per il magazzino.

Da Collecchio alla Martinella, Tanzi sceglie ancora di non allontanarsi troppo da casa. Ma soprattutto decide di non ripiegarsi a fare il nonno a tempo pieno o l'imputato in attesa di giudizio definitivo. Bisogna riconoscergli del coraggio. Dopo il disastro economico e finanziario provocato dalla contabilità truffa della sua Parmalat, nessuno si aspettava che il cavaliere sarebbe tornato in pista. Dal successo mondiale al carcere, dai picchi di Piazza Affari al crac del secolo, dai trionfi del Parma calcio all'infamia della condanna e dell'interdizione perpetua: Tanzi ha deciso di risollevarsi. Sulle spalle ha una condanna che, se confermata, non sconterà in carcere.
Evidentemente a 70 anni (compiuti il 17 novembre) il fondatore della Parmalat ha ancora la voglia di fare e anche quella salute che sembrava affievolita nei mesi passati in carcere a cavallo tra il 2003 e il 2004. Avrà anche un mercato per i suoi nuovi dolcetti?

********************************************

Tanzi riparte da una ditta di dolci
dopo il crac e la condanna

Da cinque giorni, mattina e pomeriggio, si presenta al lavoro in strada Martinella a Parma dove c'è "la sua nuova ditta": un'azienda che dovrebbe produrre muffin per il mercato americano. Giornata-tipo: il Cavaliere dà ordini agli operai, gestisce le attività e discute per ore nel suo ufficio. Gli imprenditori della zona: "Qui non lo vogliamo"


alisto Tanzi riparte dai muffin. L'uomo del crac Parmalat, condannato a dieci anni di reclusione per il reato di aggiotaggio e ostacolo all'attività di vigilanza, il patron dell'azienda di Collecchio da 14 miliardi di euro di buco, il principale imputato del processo del secolo, ha ricominciato a lavorare nel settore alimentare. Paltò beige, carte e documenti in mano, telefonino squillante, da cinque giorni il cavaliere mattina e pomeriggio va in ufficio: c'è un nuovo progetto da realizzare, una azienda di dolciumi a quattro passi dalla sua villa in località Fontanini. Si torna in sella, sei anni dopo aver distrutto - come sostiene l'accusa - migliaia di risparmiatori, aver truffato intere famiglie e messo in ginocchio parte del sistema economico italiano.

In strada Martinella, alle spalle della sua casa, Mister Day (questo era il nome dei suoi prodotti da forno targati Parmalat) si presenta puntualmente ogni giorno. "Ma non è agli arresti domiciliari? Cosa ci fa in giro?" chiede chi, in questa prima settimana di lavoro, lo ha visto passare. Calisto Tanzi, 70 anni compiuti, il 18 dicembre scorso è stato condannato a 10 di carcere e ritenuto "l'unico vero responsabile" (come disse il suo avvocato Gian Piero Biancolella dopo la sentenza di primo grado) del crac del secolo. Oggi appare come un comune lavoratore. Un dirigente, un consulente, un collaboratore: passa il tempo negli uffici e poi, come un qualsiasi nonno, quando stacca salta in macchina e va prendere i nipotini a scuola.

Occhialini appoggiati sul naso, piglio da capoufficio, progetti e fogli sparsi ovunque e un piccolo manipolo di amici e collaboratori che gli sta sempre attorno. Dà dritte agli elettricisti, indica agli operai il da farsi, parla per ore. Si presenta alle dieci del mattino, almeno dall'inizio della scorsa settimana, e se ne va per l'ora di pranzo, sempre a bordo della sua Honda civic grigia. Ha una scrivania al secondo piano al fianco di quella di A.Cocconi, amico legato a una pasticceria nel centro di Parma. E' con lui che mister Parmalat sta mettendo a punto gli ultimi dettagli dell' "operazione muffin": fra tre mesi l'azienda entrerà in funzione per produrre dolcetti e prodotti da forno destinati al mercato americano e canadese. C'è chi dice che si tratti di una produzione "americana"di muffin che fino a poco tempo fa era collocata nel fidentino. E' la nuova "ditta di Tanzi", come l'hanno ribattezzata gli operai che lavorano nella zona. "Da quattro giorni il cavaliere si fa vedere spesso, detta ordini, gestisce i lavori. E' qua mattina e pomeriggio. In tanti ci siamo chiesti cosa ci facesse" spiegano dal piano superiore dell'azienda, al momento occupato da uffici di architettura, arredamento e lavorazione marmi.


Almeno sono queste, per ora, le prime voci sulla attività dell'impresa che Tanzi che si sentono passeggiando fra i cantieri. I lavori, negli ottocento metriquadrati collocati nella prima periferia di Parma, sono iniziati in novembre. Prima i sopralluoghi, poi gli allarmi antincendio, le grate, l'impianto gas ed elettrico e infine gli scarichi per le fognature, messi a norma in modo da poter produrre scarti alimentari. Infine parte dei macchinari, pastorizzatori ecc ecc. Insomma, un'azienda a puntino, per ora ancora vuota, nata dagli ex magazzini Italarchivi prima e Mivar poi.

Fra i "vicini" di casa c'è chi storce il naso. C'è chi si chiede, negli uffici, se ora non arriverà anche il figlio Stefano, che in passato ha ripreso a lavorare al latte in polvere a Viadana e con il quale il cavalier avrebbe pensato, qualche anno fa, a rilanciarsi nel mercato dei succhi di frutta. Oppure la figlia Francesca, da tempo residente in Veneto e impegnata nel settore del turismo, o ancora quel Fausto Tonna, "il ragioniere del crac", che si è messo a fare il consulente in una azienda di ascensori a Mezzani, nel parmense.

"Se il cavaliere lavora qui, io me ne vado" dice qualche imprenditore senza mezzi termini. "Non mi piacerebbe uscire da un luogo di lavoro dove qualcuno può pensare che io lavori con uno come lui, che ha fatto tutto questo e truffato tantissime persone". Poi ci sono gli operai della zona, che si limitano ad indicarlo ogni volta che passa e a strabuzzare gli occhi e lui, a testa dritta, regala solo un mezzo cenno di saluto. Come se nulla fosse avvenuto, come se fosse ancora nell'azienda di Collecchio.
fonte: Il Giornale   postato da: fu  


 Diritto e Giustizia: Prescrizione. Manlio Cerroni e la malafede dei giornalisti. Un indagato/imputato prescritto non è un colpevole salvato, ma un soggetto, forse innocente, NON GIUDICABILE, quindi, NON GIUDICATO!!!
letture: 1691
10 novembre 2018 di CONTROMAFIE
I poveri abbandonatiDiritto e Giustizia: Giornata mondiale della povertà L'attenzione agli ultimi
letture: 1945
13 giugno 2017 di marcellino
quando il processo è telematicoDiritto e Giustizia: Sito specifico dedicato al processo telematico https://avvfrancescofuscofondiitalia.wordpress.com/
letture: 1604
19 dicembre 2016 di Francesco Fusco
La morte di un ordine voluta da Papa FrancescoDiritto e Giustizia: Padre Manelli: archiviate le accuse contro il fondatore dei Francescani dell'Immacolata
letture: 2298
22 novembre 2016 di sweda
In questo modo, il pignorato non tornerà mai in possesso del proprio appartamentoDiritto e Giustizia: Agli immigrati le case pignorate
letture: 1792
29 ottobre 2016 di marinta
quando il processo è telematicoDiritto e Giustizia: Novità sul processo amministrativo telematico francesco fusco
letture: 1584
23 ottobre 2016 di Francesco Fusco
quando il processo è telematicoDiritto e Giustizia: Polizze assicurative responsabilita' civile e infortuni avvocato
letture: 1780
12 ottobre 2016 di Francesco Fusco
quando il processo è ... telematicoDiritto e Giustizia: Nuovo codice dell'amministrazione digitale in G.U. del 13/09/16, n. 214
letture: 1721
14 settembre 2016 di Francesco Fusco
francesco fusco 01/09/16Diritto e Giustizia: Modifiche al processo amministrativo telematico
letture: 2069
01 settembre 2016 di Francesco Fusco
francesco fuscoDiritto e Giustizia: Novità sul processo amministrativo telematico http://www.pergliavvocati.it/forum/viewtopic.php?f=2&t=239
letture: 1844
23 agosto 2016 di Francesco Fusco








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
Le verità del Sole.
Così l'eolico e il solare fanno scendere la nostra bolletta (6)
letture: 3196
14 gennaio 2012
Primi al Mondo
L'Italia sceglie il sole ora nel fotovoltaico siamo primi al mondo (6)
letture: 3839
10 gennaio 2012
Il settore rimane il più dinamico ed in crescita.
Arriva il pannello solare che produce caldo, freddo ed energia elettrica in piena autonomia, (4)
letture: 4088
27 dicembre 2011
Il sole sempre più frendly
Il fotovoltaico si vernicia (1)
letture: 3587
23 dicembre 2011
Energia che ci salva
La prima cella solare con efficienza superiore al 100% (10)
letture: 3722
21 dicembre 2011
Ref. 1-2
Cosa cambia REF. 1-2? (1)
letture: 3683
14 giugno 2011
Cosa cambia REF 3.
Cosa cambia REF 3?
letture: 3740
14 giugno 2011
Ref 4
Cosa cambia Ref 4? (1)
letture: 3728
14 giugno 2011
Il sottomarino per tutti
Il sottomarino per tutti Nuovo turismo!
letture: 5291
29 marzo 2011
nucleare vicino
Nucleare: problemi a centrale slovena. Per ora non riparte
letture: 3895
27 marzo 2011


Commenti: 2

i commenti alle news sono visionabili solo dagli utenti registrati


Copyright © 2002 - 2020 TeleFree.iT info: info@telefree.it
Web site engine's code (PML) is Copyright © 2003 - 2020 by LiveWeb.iT

powered by LiveWeb.it