Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 21/07 al 31/12 Gaeta: Bonus Asilo Nido INPS: al via le domande... ecco le istruzioni tecniche
letture: 9225
dal 01/09 al 31/12 Gaeta: Mettiamoci in gioco!
letture: 4021
dal 15/09 al 17/12 Formia: XVIII corso di fotografia digitale
letture: 6015
dal 30/09 al 02/12 Golfo di Gaeta: Dal 30 settembre il Concorso Teatrale Deviazioni Recitative
letture: 2803
dal 01/10 al 31/12 Gaeta: Qui si fa teatro! (1)
letture: 2074
dal 07/10 al 28/10 Latina: SINUOSITY OF ALUMINIUM, the Vanna Migliorin COMEL Award exhibition, Sixth Edition
letture: 1303
dal 15/10 al 31/12 Gaeta: Il Grillo Canterino
letture: 584
dal 18/10 al 15/01 Latina: Premio Letterario By Mimesis "Modernità in metrica". Partecipazione gratuita
letture: 97
dal 19/10 al 20/10 Minturno: Visioni Corte Film Festival sbarca a Basilea per la Settimana della Lingua Italiana nel Mondo
letture: 165
21/10 Gaeta: Sabato 21 ottobre 2017 "l'umanità intera ha bisogno di te" (1)
letture: 659
21/10 Gaeta: LAZIO IERI E OGGI: Presentazione dei fascicoli su Gaeta, Formia e Maranola, Minturno
letture: 129
dal 21/11 al 04/04 Gaeta: CINEMA TEATRO ARISTON Stagione Teatrale 2017-18
letture: 580
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.508
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
mercoledì
18
ottobre
S. Luca
Compleanno di:
sex baniela
sex Gemma
sex tartufon
nel 1931: Muore l'inventore Thomas Alva Edison. Aveva brevettato oltre 1000 idee, tra cui la lampadina elettrica. Aveva 84 anni.
nel 1964: Abdon Parmich trionfa nella 50 km di marcia ai Giochi di Tokio.
dw

Home » News » Latina » Formia » La nostra provincia pettegola ...
martedì 08 luglio 2008
La nostra provincia pettegola e un po' porno
Tra rivelazioni sessuali e trionfo del gossip, così cambia la politica anche nel golfo di Gaeta. Ma il moralismo è sempre in agguato.
letture: 9782
amanti
amanti
Formia: C'è una nuvola di sudicio attorno al governo dell'Italia e anche attorno a tante piccole vite e governi di provincia. Una nuvola che, come scriveva Francesco Merlo su Repubblica qualche giorno fa, "non rimanda al valore della seduzione ma al disvalore dell'impotenza depravata". Sarà il caldo afoso di stagione, sarà l'aria claustrofobica di questi tempi.

Il circo mediatico nazionale, tra moralismi assortiti e complicità ghignanti, va appresso alle misteriose intercettazioni telefoniche in cui il capo del governo Berlusconi si intratterrebbe su abilità amatorie, ministeri da offrire e scosciate da far impazzire. E qui nel golfo di Gaeta, cullati dalle onde del mare e dalla risacca di mille desideri, in migliaia si attaccano ai computer per attendere le bollenti rivelazioni a sfondo sessuale su consiglieri comunali, sindaci e vescovi del clero diocesano, minacciate da un politico di Rifondazione Comunista a mezzo internet come somma punizione per l'abolizione del registro comunale delle unioni di fatto istituito in quel di Formia appena un anno fa. E dunque: chi si salverà, chi ci salverà dal turbamento cannibale e dagli scandali della carne?

Delio Fantasia, l'ex consigliere di Rifondazione autore del bailamme sessual-politico formiano, racconta che a lui della morbosità, del voyeurismo, di quello che la gente fa a letto non gliene importa nulla. "Se uno cerca sesso a pagamento, o mette le corna alla moglie e al marito, oppure se un uomo va con un altro uomo, se uno è poligamo, a me non me ne può fregare di meno. Ognuno è libero di vivere la propria sessualità come meglio crede, anche in pieno libertinaggio. Non sarò sicuramente io, che morale non sono, a fare la morale agli altri. Ma quando queste persone pretendono di apparire caste e pure, e di puntare l'indice contro il prossimo, quando tendono a dare prescrizioni di vita, a dire cosa è sacra famiglia e cosa non lo è, quando pretendono di impedire ad altri di costruirsi un proprio progetto di vita comune, beh... allora queste persone è giusto che vengano smascherate per quelle che sono: dei miserabili".

Quando Fantasia ha visto la nuova maggioranza di centrodestra a guida Udc abolire in due minuti la delibera sui cosiddetti "Dico formiani", manco fosse il primo dei problemi che assillano la sua città, quella stessa "simbolica" delibera che tanta fatica gli era costata far passare, appena un anno fa col centrosinistra ancora al governo della città, non ci ha visto più. "Stavolta la pagano" si è detto. Ha annunciato il suo insolito ultimatum a siti web e giornali. I primi lo hanno riportato, i secondi no. L'attesa lo ha travolto: "Le gente mi telefona, mi scrive, mi ferma per strada. Da quando ho promesso di fare questi nomi tutti vogliono anticipazioni, vogliono sapere. Qualcuno lo chiede perché teme di essere nella lista, qualcun altro per mera rivalsa, qualcun'altro solo per morbosità. Molti vogliono raccontare, ma poi nessuno vuole esporsi. A volte mi chiedo se Formia sia una città o un puttanaio".

Benvenuti all'inferno, così questo Delio nelle vesti di moralizzatore senza morale ha intitolato il suo pezzo. Ma poi uno lo legge e più che l'inferno fiammeggiante della morale scopre solamente l'inverno gelido dei sentimenti.
delio fantasia
delio fantasia
Ci sono quei politici di centrodestra, prossimi a ricevere pomposi incarichi municipali e societari, e le loro maschere stanche in una monotona sera di provincia, in un ristorante fuori mano di quelli buoni per portarci l'amante, col bordello del consiglio comunale finito troppo presto e il bordello delle "negre che cu' dieci euro ti fanno 'nu bello servizio" in cui rifugiarsi prima che sia troppo tardi. E magari ti invitano pure alla loro "bella attrippata" superando le noiose barriere politiche, ma se non accetti però "si' peggio che comunista, tu si' proprio nu' ricchione", e dunque destinato non alla serenità di un Dico ma al massimo a una sosta nelle piazzole della Flacca dove soddisfare, insieme ad altri insospettabili professionisti e padri di famiglia, le proprie voglie represse con cui la vecchia morale ha impedito di fare i conti. C'è poi quel famoso vescovo di cui un anonimo operaio della Fiat racconta che era l'amante di Alessia, una bella ragazza di Arce dagli occhi dolci "di cui mi ero innamorato pazzamente". E Delio che gli risponde: "Il vescovo che va a femmine? Ma dai non ci credo! E adesso chi glielo dice al suo maschio fidanzato?".

Nessun fatto, nessuna prova documentale, nessun riferimento oggettivo nel rabberciato e caciarone dossier di Delio. Qualche pettegolezzo postribolare, tutto qui. Più che l'ultima frontiera della battaglia politica questa è la solita merda da mettere nei ventilatori, verrebbe da dire. Però fa gola a tutti, e tutti corrono a sbirciare. Qualche sito pubblica con delle opportune pecette i nomi e i riferimenti più espliciti, altri blog mettono in rete il pezzo integrale. La carta stampata eviterà di farne cenno, forse per difendere l'idea di una sua malintesa rispettabilità. Fantasia si dice pronto ad affrontare eventuali denunce penali. Il pozzo della sapidezza sessuale è tuttavia senza fine e, nel mondo dei simulacri e dei surrogati, non c'è più alcuna differenza tra le conversazioni autentiche e quelle autenticate, tra il vero e il verosimile, il reale e il reality.

"Meglio le luci rosse che i fondi neri", diceva il senatore Giovanni Spadolini, molti anni fa. Siamo nella "pornopolitica", accusa oggi il Cavalier Berlusconi. Non è una scoperta, ma bisogna intendersi. Forse questa pornopolitica è davvero l'acqua torva e untuosa in cui nuotiamo tutti. La minaccia della rivelazione piccante, dell'intercettazione imminente, della telefonata scottante. Amplificata dal nuovo modo di fare informazione attraverso l'incontrollabile rete del web. Vicende umane, organiche, scivolose, spesso un fruscio impercettibile di banconote in sottofondo, o un aiuto chimico per le menti cavernose quanto i corpi, perché il sesso fa vita e allegria, ma imbratta.

"E' l'imbarbarimento della vita pubblica" tuonano dai palazzi del potere. E in effetti c'è stata un'epoca in cui letti, corna, amanti, omosessualità e figli illegittimi erano rigorosamente separati nella battaglia politica. E ancora meno dalla battaglia tra laici e clero cattolico. In fondo sono uomini anche loro, e donne: poveracci. La vergogna, la rabbia, la menzogna, magari, i mariti, le mogli, gli avvoltoi... Ma sono anche politici. Personaggi pubblici. Vittime talvolta ma pure carnefici. E la politica di oggi, per sua stessa mano, ha smarrito troppi pudori e troppi confini, insieme alle solite vecchie ideologie. Fino a rendersi quanto di più simile a un reality show, compulsando gli aggiornamenti dei siti internet, gli invii massicci dei comunicati stampa e le proprie immagini riflesse dalla tv. Perché il pubblico, come del resto il popolo, sa essere ben feroce e ormai non si ferma davanti a nulla. Una bestiaccia, oltretutto, che vive di sospetti, di malizie, di suggestioni, di finta trasparenza. Per cui è abbastanza inutile chiedere se è vero o non è vero, è piuttosto vano scandalizzarsi.

Dunque è inevitabile pensare che gli inestricabili e beffardi vincoli tra letto e potere incidano grevemente sulla vita delle nostre istituzioni. Perfino a livello locale, nel nostro piccolo. "Bene o male, l'importante è che si parli di me" ha risposto mesi fa l'attuale sindaco di Gaeta Raimondi, "scapolo d'oro", dopo essere stato paparazzato su internet in una "notte brava" con cena romantica insieme a due giovani ragazze. Appena pochi anni fa un assessore gaetano si ritrovò invece licenziato dall'allora sindaco dopo una scappatella con una giovane amante dell'est che aveva fatto chiacchierare tutto il paese, ma in compenso fu perdonato dalla moglie. Un altro assessore del circondario una volta confessò ai suoi amici che da quando si era insediato in Municipio la sua vita sessuale, extraconiugale s'intende, aveva avuto un netto miglioramento, "più comandi più fotti, altroché". In una città vicina, un noto candidato sindaco sul palco di un comizio, indicando le prime file di donne e madri di famiglia che lo acclamavano, si vantò: "Vedi quante ce ne sono, almeno la metà di quelle me le sono scopate".

Chissà se il rifondarolo Fantasia, novello eroe del gossip paesano, pensa sul serio che rivelare le magagne extraconiugali dei politici di centrodestra o dei preti locali sia un aiuto sulla via del progresso civile. Dei costumi sessuali del maschio Alfa paesano, come quelli di chiunque, non mi importa nulla. Non riesco neanche a giudicare i miei, figuriamoci quelli degli altri. E poi non è forse vero che il seduttore italiano si pente dei peccati di cui va, al tempo stesso, fiero? In queste latitudini, per fortuna poco puritane, la coerenza non ha un valore troppo alto. Basti vedere il numero di divorziati che promuoveva l'ecclesiastico Family Day poco più di un anno fa a Roma.

Il vulcanico Delio pensa forse di marciare, con le sue rivelazioni libertine, verso la rivoluzione dei costumi e invece va ad inserirsi nelle eterne cattiverie e dicerie moraliste di paese, roba vecchissima per capirci. Roba adatta a un popolo feroce e meschino, eccitato dallo scandalo sexy tanto quanto ben tollerante per altri tipi di impicci politici ed economici. Alla fine temo che quest'ondata di indimostrate pruriginosità si risolva tutta a favore dei personaggi oggetto delle dicerie, pronti a incassare le simpatie e la solidarietà di un intero popolo di cittadini che giammai, nella vita pubblica come in quella privata, oserebbe scagliare una prima pietra. D'altronde anche la famosa delibera dei "Dico comunali", approvata un anno fa con soli sei risicatissimi voti, a cui nemmeno una coppia che sia una si era mai iscritta, e la cui abolizione è all'origine di questa vicenda, ci insegna che sul breve periodo vincono sempre gli slogan ad effetto e le paure del nuovo, e che quindi non bastano le eroiche delibere e i colpi di scena a cambiare la mentalità di un paese. Come direbbe Alexander, il protagonista del Lamento di Portnoy, che nel romanzo è un rampante politico newyorchese, "perché incatenarmi a una tazza di gabinetto per l'eternità? Per aver amato una ragazza allegra?".

[www.ludik.it/gaeta]

di: Luca Di Ciaccio


Formia: In ricordo di Antonio Ricca ed Aurelio Pampena (1)
letture: 426
16 ottobre 2017 di anpiformia
Formia: Sicurezza sui treni e a terra grazie alla POLFER Un week end tranquillo senza atti criminosi per la vigilanza degli uomini dei responsabili Cavalli e Valerio (4)
letture: 434
15 ottobre 2017 di Flaminio
Comitato Spontaneo di Lotta Contro Acqualatina di FormiaFormia: Il furto a danno dei cittadini di Formia continua
letture: 1083
09 ottobre 2017 di Comitato Spontaneo Lotta Contro Acqualatina (Formia)
Formia: Premio "Tulliola Renato Filippelli" XXIV Edizione Presidente e fondatrice Carmen Moscariello
letture: 2248
08 ottobre 2017 di computer
Formia: Le mance elettorali dell'amministrazione comunale di Formia alla chiesa cattolica continuano senza sosta (1)
letture: 987
07 ottobre 2017 di PRC Formia
Formia: Ormai non si parla d'altro, fare i dissalatori (1)
letture: 1052
06 ottobre 2017 di killroy
San Giovanni in processione a FormiaFormia: Processioni, chiese in rivolta (10)
letture: 1367
06 ottobre 2017 di Nuccio
Formia: LA CNA di Latina interviene sui dissalatori a Formia
letture: 958
05 ottobre 2017 di TF Press
Formia: Incidente sulla Lenola Campodimele. Codice rosso per nonna e nipotina di sei anni Tempestivo e provvidenziale l'intervento sinergico del Pronto Soccorso del Dono Svizzero e del chirurgo Vincenzo Viola
letture: 1159
03 ottobre 2017 di Flaminio
Formia: L'assenza di centri antiviolenza nel sud pontino è un errore imperdonabile
letture: 710
30 settembre 2017 di PRC Formia








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News correlate:
Benvenuti all'inferno - Atto finale (50)
letture: 8969
07 luglio 2008
Mancano 11 giorni, 20 ore e 20 minuti..... (30)
letture: 5239
25 giugno 2008
Ombre a Gaeta Medioevale
La notte brava (20)
letture: 5245
23 settembre 2007
pride
Ve lo immaginate il Gay Pride a Gaeta? (33)
letture: 7070
18 agosto 2006
Quando le corna diventano affare comunale (1)
letture: 4260
12 aprile 2005

News dello stesso autore:
serbatoi in vendita a gaeta
Quando manca sorella acqua (1)
letture: 1400
23 luglio 2017
.
COMUNALI 2017. I numeri del voto: Mitrano e la valanga inaspettata (6)
letture: 3998
14 giugno 2017
candidati
Manuale gaetano 2017. Perché votarli, perché non votarli (5)
letture: 3408
10 giugno 2017
un comizio a gaeta
Le elezioni della razza caina
letture: 1382
08 giugno 2017
processione e comizio
Nel paese dei santini Dibba batte Sant'Erasmo
letture: 1194
03 giugno 2017
dino pascali a capodanno 2017 (foto di marco casciaro)
Addio Dino Pascali, la voce che ha fatto ballare Gaeta (3)
letture: 2392
06 aprile 2017
(foto di leonardo d'angelo)
C'era una volta un paese senza luci... (9)
letture: 2150
29 dicembre 2016
Seven Up, il nostro romanzo criminale (1)
letture: 1635
17 settembre 2016
via flacca
La malinconia della via Flacca deserta (4)
letture: 3584
27 dicembre 2014
temptation island, canale 5
Temptation Island e i tronisti di Maria. Perché Gaeta è il posto giusto (10)
letture: 8954
05 luglio 2014


Commenti: 6

i commenti alle news sono visionabili solo dagli utenti registrati


Copyright © 2002 - 2017 TeleFree.iT info: info@telefree.it
Web site engine's code (PML) is Copyright © 2003 - 2017 by LiveWeb.iT

powered by LiveWeb.it