Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 18/11 al 29/02 Formia: All'Ariston di Gaeta tutto pronto per la Stagione Teatrale 2019-20
letture: 11365
dal 10/01 al 19/04 Golfo di Gaeta: XX corso di fotografia digitale
letture: 4221
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.608
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
domenica
19
gennaio
S. Mario m.
Compleanno di:
sex 19loro
sex cascarino
sex larosabianca
nel 1915: George Claude brevetta la lampada al neon.
nel 1977: 12.700.000 persone si radunano per il festival religioso indiano.
nel 1984: a Città del Messico,Francesco Moser polverizza il record dell'ora di Eddy Merchx,che resisteva da 12 anni. Moser percorre 50,808 km.
dw

Home » News » Latina » Pontinia » Pontinia Laghi Gricilli e la R...
martedì 31 luglio 2007
Pontinia Laghi Gricilli e la Rete Natura, nuovo decreto
del Ministero dell'Ambiente
letture: 2754
Pontinia: Nuovo decreto per aumentare la protezione delle zone da tutelare, valorizzare e salvaguardare, compresi nell'elenco delle zone umide di valore internazionale, SIC, ZPS.
Tra queste, nel comune di Pontinia, i laghi del Vescovo (Gricilli) e Fontana di Muro, minacciate, tra
l'altro da 3 centrali (turbogas e 2 a biomasse) nella vicina zona industriale di Mazzocchio.
Nelle relazioni e nelle varie valutazioni tecniche delle centrali non si fa alcun riferimento a queste o altre zone da tutelare, segno di una scarsa conoscenza ambientale.
La direttiva europea e le norme nazionali e regionali mettono a disposizione finanziamenti per le
aree protette per le quali sarebbe opportuno attivarsi.
In passato queste zone sono state interessate da progetti di finanziamento che potevano attivare circa 30 posti di lavoro, cioè 3 volte la centrale a turbogas e tanti quanti la centrale a biomasse.
Sarebbe il caso di pensarci?
Pontinia 31 luglio 2007 Ecologia e territorio Giorgio Libralato

AMBIENTE: VIA A 3.000 SITI NATURA; PRONTO DECRETO / ANSA
(ANSA) - ROMA, 30 LUG - Dalle aree colpite in questi giorni dagli incendi sul Gargano, in Puglia, alle isole Eolie in Sicilia, all'Asinara in Sardegna, al Massiccio del Pollino in Basilicata,
alle Dolomiti, al Delta del Po, alla valle del Tevere: dopo 20 anni di attesa sta per partire in Italia la Rete Natura 2000, il network che salva il primato della biodiversita' made in Italy. La mappa del
filo verde che collega la Penisola con l'elenco ufficiale dei siti della Rete Natura e' contenuta in un decreto del ministero dell'Ambiente pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 27 luglio scorso. Per attuare il network della natura si attende ora il decreto che detta i criteri di tutela dei siti individuati. Decreto che e' al rush finale e per il quale le associazioni sollecitano una immediata emanazione per fermare i tentativi di stop da parte del mondo venatorio. In particolare sono 2.870 i siti, pari a circa 8 milioni di ettari, il 27% del territorio nazionale, che entrano a pieno titolo nella Rete Natura 2000, al rete europea per la conservazione degli habitat e delle specie. Si tratta di Zone a protezione speciale (Zps, per la conservazione delle specie di uccelli), 590 quelle in elenco, e Siti di importanza comunitaria (Sic, che riguardano la conservazione di siti, ambienti naturali, specie animali e vegetali) che sono 2.280. Per quanto riguarda la classifica regionale, in testa la Lombardia con 259 aree tra Zps (66) e Sic (193) seguita da Sicilia con un totale di 246 aree (29 Zps e 217 Sic) e dal Trentino Alto Adige con 228 aree (36 Zps e 192 Sic). Nella lista anche molti territori che in questi giorni sono stati divorati dalle fiamme. La Puglia nella classifica regionale e' al 10/o posto con 87 aree in tutto. Dieci le Zone di protezione speciale molte delle quali ricadono nella zona del Gargano. Per tutti questi siti si attende ora il decreto ministeriale che detta i criteri di conservazione. Criteri che riguardano attivita' che ricadono su queste aree, come la caccia.
Per esempio l'attivita' venatoria si potra' continuare a fare anche in queste zone ma seguendo alcune regole. In tal senso l' articolo 5 del decreto prevede il divieto per le Zone a protezione speciale (le Zps realizzate nel rispetto della direttiva Uccelli) di pre apertura della caccia, a eccezione di quella di selezione agli ungulati, ma anche lo stop ai pallini di piombo all'interno delle zone umide a partire dalla stagione venatoria 2008-2009. Off limits nelle Zone a protezione speciale anche la realizzazione di nuove discariche o l'ampliamento di quelle esistenti, i nuovi impianti eolici fatti salvi quelli gia' autorizzati, i nuovi impianti di risalita a fune e a nuove piste da sci, fatti salvi quelli autorizzati. No all'apertura di nuove cave e all'ampliamento di quelle esistenti e divieto di bruciare le stoppie e le paglie nonche' la vegetazione presente al termine dei cicli produttivi. Per le Zps prevista l'attivita' di repressione del
bracconaggio, la rimozione dei cavi sospesi di impianti di risalita e di elettrodotti dismessi; informazione e sensibilizzazione al pubblico; agricoltura biologica; ripristino degli habitat. Sempre per le aree a protezione speciale, inoltre, all'articolo 3 il decreto prevede 13 tipologie ambientali, dagli ambienti aperti e forestali alpini a quelli misti mediterranei, alle zone umide, alle risaie, ai corridoi di migrazione agli ambienti steppici. Per questi ultimi in particolare il decreto detta le regole di irrigazione per non perdere le steppe italiane, habitat della gallina prataiola. Le regole specifiche ambiente per ambiente vengono dettate all'articolo 6 del provvedimento,
mentre le norme generali sulla Rete Natura si trovano all'articolo 1.
L'articolo 2 si concentra sui siti di importanza comunitaria, Sic che riguardano la conservazione di siti e ambienti naturali. (ANSA). GU 30/07/2007 18:48
© Copyright ANSA Tutti i diritti riservati

AMBIENTE: RETE NATURA;PRONTO DECRETO CHE SALVA BIODIVERSITA'(2)
(ANSA) - ROMA, 30 LUG - Off limits nelle Zone a protezione speciale (quasi 600 quelle inserite nell'elenco ufficiale del ministero dell'Ambiente) anche la realizzazione di nuove discariche o l'ampliamento di quelle esistenti, i nuovi impianti eolici fatti salvi quelli gia' autorizzati, i nuovi impianti di risalita a fune e a nuove piste da sci, fatti salvi quelli autorizzati. No all'apertura di nuove cave e all'ampliamento di quelle esistenti e divieto di bruciare le stoppie e le paglie nonche' la vegetazione presente al termine dei cicli produttivi. Per le Zps prevista l'attivita' di repressione del
bracconaggio, la rimozione dei cavi sospesi di impianti di risalita e di elettrodotti dismessi; informazione e sensibilizzazione al pubblico;
agricoltura biologica; ripristino degli habitat. Per le Zps, inoltre, all'articolo 3 il decreto prevede 13 tipologie ambientali, da quelli aperti e forestali alpini agli ambienti misti mediterranei, alle zone umide, alle risaie, ai corridoi di migrazione agli ambienti steppici.
Per questi ultimi in particolare il decreto detta le regole di irrigazione per non perdere le steppe italiane dove vive la gallina prataiola. Le regole specifiche ambiente per ambiente vengono dettate
all'articolo 6 del provvedimento, mentre le norme generali sulla Rete
Natura si trovano all'articolo 1. L'articolo 2 si concentra sui siti di importanza comunitaria, Sic (2.280 quelli dell' elenco ufficiale del ministero), che riguardano la conservazione di siti e ambienti
naturali. (ANSA). GU 30/07/2007 18:30
© Copyright ANSA Tutti i diritti riservati

AMBIENTE: RETE NATURA;PRONTO DECRETO CHE SALVA BIODIVERSITA'
(ANSA) - ROMA, 30 LUG - Otto articoli per dare il via alla Rete Natura 2000, uno tra i principali strumenti comunitari per la conservazione della biodiversita', atteso in Italia da 20 anni.
E' praticamente pronto il decreto ministeriale che da' sostanzialmente attuazione al network verde che in Italia comprende quasi 3.000 siti e che riguarda due direttive europee, una, quella cosiddetta Uccelli, e l'altra Habitat. L'Italia e' finita nel mirino dell'Ue per non aver ancora definito i criteri minimi uniformi di conservazione per la Rete Natura. Criteri contenuti nel decreto del ministero dell'Ambiente ora al rush finale. Decreto che permettera' all'Italia di risolvere in maniera positiva l'infrazione comunitaria e risparmiare milioni di multe aprendo anche l'accesso agli agricoltori ai fondi rurali. In sostanza, il provvedimento si concentra su alcuni criteri di conservazione che riguardano attivita' che ricadono su queste aree, come la caccia. Per esempio l'attivita' venatoria si potra' continuare a fare anche in queste zone ma seguendo alcune regole. Per esempio, l'articolo 5 del decreto prevede il divieto per le Zone a protezione speciale (le Zps realizzate nel rispetto della direttiva Uccelli) di pre apertura della caccia, a eccezione di quella di selezione agli ungulati, ma anche lo stop ai pallini di piombo all'interno delle zone umide a partire dalla stagione venatoria 2008-2009. (segue) GU 30/07/2007 18:28
© Copyright ANSA Tutti i diritti riservati

AMBIENTE:CRESCE RETE NATURA,2.870 SITI DA TUTELARE IN ITALIA (ANSA) -
ROMA, 30 LUG - Cresce il network della tutela della natura in Italia.
Sono 2.870 i siti, pari a circa 8 milioni di ettari, il 27% del territorio nazionale, che entrano a pieno titolo nella Rete Natura 2000, riconosciuti in un decreto del ministro dell'Ambiente e pubblicati in Gazzetta Ufficiale del 27 luglio scorso. Rete Natura 2000 e' la rete europea di aree per la conservazione degli ambienti naturali e delle specie, animali e vegetali, in attuazione delle Direttive
79/409/CEE detta Uccelli e 92/43/CEE detta Habitat ed e' uno tra i principali strumenti comunitari per la conservazione della biodiversita'. Due le tipologie dei siti: le Zps (Zone di protezione speciale per la conservazione delle specie di uccelli) e i Sic (Siti di importanza comunitaria, che riguardano la conservazione di siti, ambienti naturali, specie animali e vegetali). L'Italia attende la Rete Natura da circa 20 anni e ora e' a un passo dal decreto del ministero dell'Ambiente che detta i criteri minimi uniformi di conservazione per questi siti. Criteri sui quali poi le Regioni dovranno lavorare per i propri territori di competenza. La mappa del network verde made in Italy e' stata pubblicata in maniera ufficiale dal ministero dell'Ambiente che oggi ha utilizzato le pagine di alcuni quotidiani per rendere nota la fotografia della tutela. Per quanto riguarda la classifica regionale, in testa la Lombardia con 259 aree tra Zps (66) e Sic (193) seguita da Sicilia con un totale di 246 aree (29 Zps e 217 Sic) e dal Trentino Alto Adige con 228 aree (36 Zps e 192 Sic). Nella lista anche molti territori che in questi giorni sono stati divorati dalle fiamme. La Puglia nella classifica regionale e' al 10/o posto con 87 aree in tutto. Dieci le Zone di protezione speciale molte delle quali ricadono nella zona del Gargano. (ANSA). GU 30/07/2007 16:00
© Copyright ANSA Tutti i diritti riservati
fonte: ANSA   di: Giorgio Libralato


Raffaele TranoPontinia: Rifiuti interrati, plauso alle forze dell'ordine ed agli attivisti
letture: 2661
14 giugno 2019 di Raffaele Trano Portavoce M5S
Pontinia compie 80 anni e presenta 'La terra promessa'Pontinia: Pontinia compie 80 anni e presenta 'La terra promessa'
letture: 1826
05 dicembre 2014 di TF Press
Pontinia Rock & Blues Festival XV edizione 18,19 e 20 luglio 2014Pontinia: Pontinia Rock & Blues Festival XV edizione 18,19 e 20 luglio 2014
letture: 2204
10 luglio 2014 di TF Press
Giuseppe SimeonePontinia: Occupazione, Simeone: "Crisi Sapa, Regione al fianco dei lavoratori per combattere la crisi"
letture: 2088
16 maggio 2014 di TF Press
I rifiuti segnalati da Pontinia ecologia e territorio ( Foto: h24notizie )Pontinia: Pontinia, rifiuti abbandonati in centro
letture: 1987
14 aprile 2014 di TF Press
Accademia pontiniaPontinia: Costituzione di nuova Accademia delle Idee di Pontinia (LT) "Accademia delle Idee" si espande su Pontinia la voglia di cambiare.
letture: 3470
19 marzo 2014 di pinopress
Il maestro PerilliPontinia: Festival "Folk a metà" al Teatro Fellini L'evento a Pontinia. Domenica 9 a Frosinone.
letture: 3099
28 febbraio 2014 di Michele Ciorra
Di qui e d'altrovePontinia: La patria sospesa dell'emigrante, nella musica narrata di Angel Luis Galzerano Tappa a Pontinia per lo scrittore cantautore uruguayano, domenica 22 luglio ore 19
letture: 4714
21 luglio 2012 di Rosa Manauzzi
Pontinia: "Le tele della Saltarelli e il pathos del TangoArgentinoLatina" Prima serata al Fellini della rassegna "Ottobre in Musica"
letture: 3167
22 ottobre 2011 di Comunicatistampa
Pontinia: Programma Ottobre in Musica 2011 La rassegna, organizzata da Paola Sangiorgi, Direttrice Organizzativa del Teatro Fellini di Pontinia. (1)
letture: 3680
21 ottobre 2011 di Comunicatistampa








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
pericolo rifiuti radioattivi
Discarica Borgo Montello Latina infrazione europea conferimento tal quale
letture: 2726
16 settembre 2012
Festa del clima e del lavoro globale - global work party
letture: 2786
09 ottobre 2010
Incontro su nucleare e incidente Chernobyl con professor Bandazhevsky
letture: 3162
08 settembre 2010
Contro le centrali nucleari e per l'indipendenza dell'OMS, da Chernobyl
letture: 2720
07 luglio 2010
Come si vive in uno stato dove non c'è libertà di informazione? (1)
letture: 2816
05 giugno 2010
Incontro sulle centrali energetiche
letture: 3292
05 giugno 2010
Io supporto il Fatto Quotidiano di Marco Travaglio
letture: 2861
05 giugno 2010
Manifestazione unitaria contro gli impianti nocivi
letture: 3370
29 maggio 2010
Turbogas Pontinia udienza 4 giugno al consiglio di stato
letture: 3228
29 maggio 2010
Pontinia, Fontana di Muro, Gricilli e l'atlante delle sorgenti della provincia di Latina
letture: 3683
29 maggio 2010