Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 18/11 al 29/02 Formia: All'Ariston di Gaeta tutto pronto per la Stagione Teatrale 2019-20
letture: 11365
dal 10/01 al 19/04 Golfo di Gaeta: XX corso di fotografia digitale
letture: 4221
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.608
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
domenica
19
gennaio
S. Mario m.
Compleanno di:
sex 19loro
sex cascarino
sex larosabianca
nel 1915: George Claude brevetta la lampada al neon.
nel 1977: 12.700.000 persone si radunano per il festival religioso indiano.
nel 1984: a Città del Messico,Francesco Moser polverizza il record dell'ora di Eddy Merchx,che resisteva da 12 anni. Moser percorre 50,808 km.
dw

Home » News » Latina » Pontinia » Zaratti: il futuro nel Lazio è...
mercoledì 23 maggio 2007
Zaratti: il futuro nel Lazio è nelle energie rinnovabili
no alle turbogas di Pontinia ed Aprilia
letture: 1476
Pontinia: Nell'intervento del 10 maggio a Latina l'assessore regionale all'ambiente aveva portato dati, esempi ed opportunità da cogliere per la Regione in generale e per la provincia di Latina in particolare.
Alcuni dati (che si trovano anche negli opuscoli diffusi)
- Energia rinnovabile stanziamento di 90 milioni di € nel triennio in corso, altri 125 milioni fino al 2013;
- Finanziamento a tasso zero degli impianti casalinghi o condominiali per l'energia rinnovabile, in cambio della cessione di energia prodotta oltre le necessità, grazie a sviluppo Lazio;
- Solarizzazione di edifici pubblici e scuole;
- Ricerca in collaborazione con l'università di Tor Vergata per la produzione di pannelli solari al mirtillo, anziché al silicio;
- Produzione di idrogeno "pulito" a Civitavecchia;
- Maggiore stanziamento a livello europeo per la regione Lazio che supera, oltre alle regioni italiane, perfino la Galizia, che viene sempre presa ad esempio;
- Centro di ricerca ed innovazione a Cisterna per la mobilità sostenibile e rinnovabile elettrica per persone e merci, alla quale hanno aderito fin'ora 35 imprese della provincia di Latina nel settore della ricerca;
- Sviluppo dei settori biomasse e geotermico;
- Formazione di tecnici comunali affinché diventino un punto di riferimento per cittadini ed aziende che vogliono installare impianti di energia rinnovabile o investire nel settore;
Allo stesso modo il no alle centrali a turbogas è stato forte e chiaro:
Se le valutazioni di impatto ambientale dicono espressamente che, essendo progettate entrambe in area a forte inquinamento atmosferico, le stesse potrebbero rimanere attive solo per 4/5 ore al giorno.
Questo significa:
- l'impianto non è economicamente conveniente, quindi conviene che nessun imprenditore lo realizzerà a queste condizioni;
- considerato che spegnimento e riaccensione provoca un inquinamento ancora peggiore (come ricordava la rete no turbogas di Pontinia) abbiamo l'equazione che questi impianti non saranno mai realizzati.
"O sbaglia la comunità europea, e bisogna avere il coraggio di dirlo, quando afferma che occorre ridurre le emissioni in atmosfera di CO2 del 20%, oppure sbagliano la Regione Lazio, il governo nazionale approvando la realizzazione delle centrali a turbogas, che aumentano queste emissioni". "nessuno ci può venire a millantare che c'è necessità di ulteriore produzione di energia elettrica nel Lazio".
Per questi motivi l'assessore regionale Zaratti riceverà il Sindaco il 29 a Roma e poi il giorno successivo sarà a Pontinia.
Intanto il Sindaco Tombolillo ha convocato per venerdi 25 il tavolo tecnico contro la turbogas.
Intanto sono arrivate le risposte di alcuni esperti contattati per assistere il comune contro la turbogas, tra questi il dottor Stefano Montanari.
Pontinia 23 maggio 2007 Ecologia e Territorio Giorgio Libralato

Il futuro del Lazio è rinnovabile
21/05/07 - Il ruolo degli enti locali nella gestione della produzione energetica è una delle sfide da vincere nei prossimi anni e le rinnovabili potrebbero essere la chiave di svolta in direzione di una maggior ecosostenibilità. L'Assessore all'Ambiente della Regione Lazio, Filiberto Zaratti, ci parla di cosa si sta facendo sotto questo punto di vista.
Perché l'energia è un tema cruciale dal punto di vista ambientale?
Per tre motivi. Il primo è legato all'inquinamento che la produzione energetica da fonti fossili possiede in se, il secondo attiene alla logica della sua distribuzione e il terzo è legato a un aspetto etico che riguarda le generazioni future.
Si tratta in primo luogo di superare le fonti di origine fossile. Qual è la strategia?
Si può riassumere in una parola sola: rinnovabili. Non si tratta di uno slogan ma di una prospettiva reale anche se di lungo periodo. Le fonti d'energia rinnovabili sono l'unica soluzione ai bisogni energetici dell'umanità se consideriamo un arco temporale di decenni. Un intervallo di tempo che però non deve essere utilizzato per non fare nulla, anche perché ci sono delle emergenze ambientali che bisogna iniziare a risolvere da subito come quella dell'emissione dei gas serra.
Il comparto dell'industria afferma che i costi di Kyoto sarebbero eccessivi. Come risponde?
Rispondo citando una fonte che non può essere tacciata di essere antindustrialista: il rapporto di Sir Nicholas Stern, pubblicato l'anno scorso. L'ex capo economista della Banca mondiale nel suo rapporto afferma una cosa chiara: bisogna investire sul futuro e bisogna muoversi ora. I dati sono chiari. Investendo sulla riduzione dei gas serra l'uno per cento del Pil mondiale l'anno eviteremo una bancarotta mondiale ben peggiore di quella del 1929, che minaccia di portarci a una diminuzione entro il 2050 del Pil mondiale del 20 per cento l'anno.
In uno scenario globale come questo che ruolo hanno gli enti locali?
Hanno un grande ruolo per due motivi. Il primo è rappresentato dal fatto che le concentrazioni industriali spesso sono presenti in aree limitate regionali, pensiamo per esempio alla Pianura padana. Oppure, per rimanere nella nostra regione, al polo energetico di Civitavecchia. Il secondo fattore è quello dello stretto contatto che gli enti locali possiedono con il territorio, i cittadini e le realtà imprenditoriali a livello locale.
In concreto come si svolgono le azioni nella Regione Lazio?
Abbiamo predisposto un piano articolato per 100 milioni di euro in tre anni la cui strategia è quella di contribuire a recuperare il gap tecnologico, imprenditoriale e sociale del nostro Paese per ciò che riguarda le rinnovabili. La nostra visione è quella di stimolare la ricerca applicata, la crescita delle rinnovabili a livello imprenditoriale - cosa che avrà sicuri ricaschi occupazionali - e la diffusione delle energie verdi presso i cittadini. Si tratta di un piano di ampio respiro che però porterà a dei risultati concreti anche sul breve periodo.
Come mai una Regione si impegna su un campo come quello della ricerca scientifica?
Bisogna avere una visione strategica, ma nel frattempo essere realisti. Il nostro Paese deve recuperare il gap tecnologico e scientifico degli ultimi venti anni nel campo delle rinnovabili, ma le piccole e medie industrie non possono accedere alla ricerca e sviluppo in maniera organica. E allora ecco che scatta il ruolo dell'ente locale che deve fare opera di stimolo e di disseminazione. Nel Lazio abbiamo un tessuto imprenditoriale che potrebbe essere molto ricettivo sotto questo profilo, per questo abbiamo creato un polo di ricerca sull'idrogeno e uno sul fotovoltaico, due settori che reputiamo strategici dal punto di vista delle rinnovabili. E ne stiamo creando anche uno sulla mobilità
sostenibile per sviluppare nuovi mezzi di trasporto ecologici.
Bene sul fronte della ricerca e dell'impresa. Ma cosa fate verso i cittadini?
Lo sviluppo delle rinnovabili ha bisogno del supporto dei cittadini e in questo quadro l'azione dell'ente locale è fondamentale. Abbiamo istituito un fondo di rotazione, in pratica un microcredito finalizzato all'accesso alle fonti rinnovabili, ma non ci scordiamo del territorio. Vogliamo creare dei distretti bioenergetici nei quali si coltivano e si utilizzano bioenergie direttamente sul posto, creando filiere energetiche brevi nelle quali si consuma l'energia rinnovabile prodotta localmente. È un approccio innovativo anche sotto il profilo sociale. In questa maniera si lega il territorio all'energia che consuma e si responsabilizzano i cittadini.
Avete anche azioni rivolte verso l'efficienza energetica?
Naturalmente. La prima fonte rinnovabile è l'efficienza. Usare meglio l'energia è di primaria importanza. In questo quadro approvo totalmente lo slogan dell'Unione europea che dice "Fare di più con meno". Nella Regione Lazio stiamo partendo con una campagna rivolta si cittadini e poi abbiamo puntato anche sul miglioramento dell'efficienza energetica negli edifici, in linea con le direttive europee che saranno approvate dal nostro Paese nel 2007. Abbiamo finanziato la creazione di alcuni quartieri ad alta sostenibilità ed efficienza energetica che faranno da apripista per le buone pratiche energetiche nel settore dell'efficienza.
Come immagina il futuro energetico del Lazio tra dieci anni?
Vorrei che il Lazio tra dieci anni fosse fortemente indirizzato verso l'ecosotenibilità delle fonti energetiche, con un forte impulso delle attività imprenditoriali legate al settore e mi piacerebbe vedere migliaia di pannelli solari sui tetti delle abitazioni che rappresenterebbero il segnale più evidente dell'efficacia delle nostre azioni. Vorrei anche incontrare dei giovani che abbiano le rinnovabili e l'ambiente nel loro Dna e per questo motivo abbiamo attivato, in collaborazione con l'Università di Roma La Sapienza, l'insegnamento obbligatorio delle rinnovabili in tutti i corsi di laurea. Stiamo investendo, anche in questa maniera, sul futuro.
A cura di Sergio Ferraris
http://www.regione.lazio.it

di: Giorgio Libralato


Raffaele TranoPontinia: Rifiuti interrati, plauso alle forze dell'ordine ed agli attivisti
letture: 2661
14 giugno 2019 di Raffaele Trano Portavoce M5S
Pontinia compie 80 anni e presenta 'La terra promessa'Pontinia: Pontinia compie 80 anni e presenta 'La terra promessa'
letture: 1826
05 dicembre 2014 di TF Press
Pontinia Rock & Blues Festival XV edizione 18,19 e 20 luglio 2014Pontinia: Pontinia Rock & Blues Festival XV edizione 18,19 e 20 luglio 2014
letture: 2204
10 luglio 2014 di TF Press
Giuseppe SimeonePontinia: Occupazione, Simeone: "Crisi Sapa, Regione al fianco dei lavoratori per combattere la crisi"
letture: 2088
16 maggio 2014 di TF Press
I rifiuti segnalati da Pontinia ecologia e territorio ( Foto: h24notizie )Pontinia: Pontinia, rifiuti abbandonati in centro
letture: 1987
14 aprile 2014 di TF Press
Accademia pontiniaPontinia: Costituzione di nuova Accademia delle Idee di Pontinia (LT) "Accademia delle Idee" si espande su Pontinia la voglia di cambiare.
letture: 3470
19 marzo 2014 di pinopress
Il maestro PerilliPontinia: Festival "Folk a metà" al Teatro Fellini L'evento a Pontinia. Domenica 9 a Frosinone.
letture: 3099
28 febbraio 2014 di Michele Ciorra
Di qui e d'altrovePontinia: La patria sospesa dell'emigrante, nella musica narrata di Angel Luis Galzerano Tappa a Pontinia per lo scrittore cantautore uruguayano, domenica 22 luglio ore 19
letture: 4714
21 luglio 2012 di Rosa Manauzzi
Pontinia: "Le tele della Saltarelli e il pathos del TangoArgentinoLatina" Prima serata al Fellini della rassegna "Ottobre in Musica"
letture: 3167
22 ottobre 2011 di Comunicatistampa
Pontinia: Programma Ottobre in Musica 2011 La rassegna, organizzata da Paola Sangiorgi, Direttrice Organizzativa del Teatro Fellini di Pontinia. (1)
letture: 3680
21 ottobre 2011 di Comunicatistampa








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
pericolo rifiuti radioattivi
Discarica Borgo Montello Latina infrazione europea conferimento tal quale
letture: 2726
16 settembre 2012
Festa del clima e del lavoro globale - global work party
letture: 2786
09 ottobre 2010
Incontro su nucleare e incidente Chernobyl con professor Bandazhevsky
letture: 3162
08 settembre 2010
Contro le centrali nucleari e per l'indipendenza dell'OMS, da Chernobyl
letture: 2720
07 luglio 2010
Come si vive in uno stato dove non c'è libertà di informazione? (1)
letture: 2816
05 giugno 2010
Incontro sulle centrali energetiche
letture: 3292
05 giugno 2010
Io supporto il Fatto Quotidiano di Marco Travaglio
letture: 2861
05 giugno 2010
Manifestazione unitaria contro gli impianti nocivi
letture: 3370
29 maggio 2010
Turbogas Pontinia udienza 4 giugno al consiglio di stato
letture: 3228
29 maggio 2010
Pontinia, Fontana di Muro, Gricilli e l'atlante delle sorgenti della provincia di Latina
letture: 3683
29 maggio 2010