Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 15/09 al 19/09 Roma: Villa Medici lancia il primo "Festival di Film della Villa"
letture: 15232
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.636
visitatori:385
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
sabato
18
settembre
S. Giuseppe da Copertino
Compleanno di:
sex lupoalato
sex SergiodiRio
nel 1851: Viene pubblicato il primo numero del giornale americano New York Times.
nel 1939: Compaiono per la prima volta i numeri sulle maglie dei calciatori di serie A.
dw

Home » News » Napoli » Pompei » Riemergono i corpi di due anti...
sabato 21 novembre 2020
Riemergono i corpi di due antichi pompeiani
letture: 1964
Foto Luigi Spina
Foto Luigi Spina
Pompei: I corpi di due antichi pompeiani travolti dalla furia dell'eruzione del 79 d.C. sono riemersi dalle ceneri grazie alla tecnica dei calchi in gesso. La scoperta è avvenuta in questi giorni durante l'attività di scavo in località Civita Giuliana, a 700 metri a nord ovest di Pompei, nell'area della grande villa suburbana dove già nel 2017 furono rinveneuti i resti di tre cavalli bardati.
A Pompei rivive così l'antica tecnica di realizzazione dei calchi ideata nell'Ottocento da Giuseppe Fiorelli, che prevede l'introduzione di una colata di gesso liquido nelle cavità lasciate dai corpi degli abitanti dell'antica città romana all'interno del materiale vulcanico. Nel mese di novembre, nonostante la chiusura del Parco, le indagini di scavo sono proseguite, portando alla luce i resti di due uomini, con molta probabilità un ricco pompeiano e il suo schiavo, morti nel 79 d.C. durante la grande eruzione del Vesuvio. Grazie all'affinamento della tecnica calcografica avvenuta nel corso dei decenni, oggi ci viene restituita l'immagine di due fuggiaschi con dettagli sorprendenti, dai panneggi degli antichi abiti romani alle vene delle mani.
Durante la prima fase eruttiva, quando l'antica città romana venne ricoperta dai lapilli, le prime vittime furono quelle intrappolate negli ambienti, investite dai crolli provocati dal materiale vulcanico depositatosi fino a un'altezza di tre metri. Di queste persone sono rimasti soltanto gli scheletri. Poco dopo, quando la città venne colpita dal flusso piroclastico che riempì gli spazi non ancora invasi dai materiali vulcanici, le persone morirono all'istante per shock termico. I corpi rimasero nella posizione in cui erano stati investiti dal flusso, e il materiale cineritico solidificatosi ne ha conservato l'impronta dopo la decomposizione.

Proprio questo è successo ai due pompeiani da poco rivenuti nella villa suburbana del Sauro Bardato a Civita Giuliana, dove uno scavo in corso dal 2017 ha riportato alla luce i resti di una lussuosa abitazione che, con una grande terrazza panoramica, dominava il Golfo di Napoli e di Capri.
È proprio sotto questa terrazza, nel criptoportico, che sono stati trovati i corpi dei due fuggiaschi: quello di un uomo abbiente, il padrone, e, molto probabilmente, quello del suo schiavo.
I dettagli restituiti dai calchi sono impressionanti.

La prima vittima è, quasi certamente, un ragazzo tra i 18 e i 23 anni, alto 1,56 metri. Ha il capo reclinato, con i denti e le ossa del cranio ancora parzialmente visibili; indossa una tunica corta, di lunghezza non superiore al ginocchio, di cui è ben visibile l'impronta del panneggio sulla parte bassa del ventre, con ricche e spesse pieghe. Le tracce di tessuto suggeriscono che si tratti di una stoffa pesante, probabilmente fibre di lana. Il braccio sinistro è leggermente piegato con la mano, ben delineata, appoggiata sull'addome, mentre il destro poggia sul petto.
Le gambe sono nude. Vicino al volto vi sono frammenti di intonaco bianco, trascinato dalla nube di cenere. La presenza di una serie di schiacciamenti vertebrali, inusuali per la giovane età del ragazzo, fa pensare che potesse svolgere lavori pesanti: ecco perché si pensa che fosse uno schiavo.
Durante la realizzazione di questo primo calco è avvenuta la scoperta delle ossa di un piede, che ha rivelato la presenza di una seconda vittima. È in una posizione completamente diversa rispetto alla prima, ma attestata in altri calchi a Pompei. Il volto è riverso a terra, a un livello più basso del corpo, e il gesso ha delineato con precisione il mento, le labbra e il naso, mentre si conservano parzialmente a vista le ossa del cranio. Le braccia sono ripiegate con le mani sul petto, mentre le gambe sono divaricate e con le ginocchia piegate. L'abbigliamento è più articolato rispetto all'altro uomo. Sotto il collo della vittima, vicino allo sterno dove la stoffa crea evidenti e pesanti pieghe, si conservano infatti impronte di tessuto ben visibili riconducibili a un mantello in lana che era fermato sulla spalla sinistra. In corrispondenza della parte superiore del braccio sinistro vi è anche l'impronta di un tessuto diverso, quello di una tunica, che sembrerebbe essere lunga fino alla zona pelvica. Anche vicino al volto di questa vittima vi sono frammenti di intonaco bianco, in questo caso probabilmente crollati dal piano superiore. La robustezza del corpo, soprattutto a livello del torace, suggerisce che anche in questo caso sia un uomo, più anziano però rispetto al primo, con un'età compresa tra i 30 e i 40 anni e alto circa 1,62 metri.

"Questa scoperta straordinaria dimostra che Pompei è importante nel mondo non soltanto per il grandissimo numero di turisti
- dichiara il ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo Dario Franceschini - ma perché è un luogo incredibile di ricerca, di studio, di formazione. Sono ancora più di venti gli ettari da scavare, un grande lavoro per gli archeologici di oggi e del futuro".


Vedi il video con l'intervista al ministro Franceschini

Massimo Osanna, il Direttore del Parco Archeologico di Pompei ha parlato di "uno scavo molto importante quello di Civita Giuliana perché condotto insieme alla Procura di Torre Annunziata per scongiurare gli scavi clandestini e che restituisce scoperte toccanti. Queste due vittime cercavano forse rifugio nel criptoportico, dove invece vengono travolte dalla corrente piroclastica alle 9 di mattina. Una morte per shock termico, come dimostrano anche gli arti, i piedi, le mani contratti. Una morte che per noi oggi è una fonte di conoscenza incredibile".

Vedi il video con l'intervista al direttore del Parco Archeologico di Pompei, Massimo Osanna

postato da: simonilla  


La tomba di Porta SarnoPompei: Straordinaria scoperta archeologica a Pompei
letture: 3163
17 agosto 2021 di simonilla
PompeiPompei: Gabriel Zuchtriegel è il nuovo direttore del Parco archeologico di Pompei
letture: 3590
20 febbraio 2021 di simonilla
Il termopolio 
foto @luigispinaPompei: A Pompei riaffiora intatto il termopolio della Regio V
letture: 2000
27 dicembre 2020 di simonilla
Pompei: Nasce l'associazione 'Amici di Pompei'
letture: 3876
11 settembre 2009 di danielastella
Convegno di PompeiPompei: A Pompei convegno su associazionismo e casta
letture: 4549
17 ottobre 2007 di TF Press
 Pompei: Una giornata al meeting Si è conclusa la XXI edizione del meeting dei giovani a Pompei
letture: 4952
03 maggio 2007 di pressworld
pompeiPompei: Antica colonna in frantumi nella casa di Obellio Firmo (1)
letture: 4149
21 marzo 2007 di simonilla
 Pompei: Chiusura terza edizione PREMIO TOTÒ
letture: 4764
05 gennaio 2007 di TF Press








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
Sostegni alle imprese di Pomezia
Emergenza Covid, sostegno alle imprese con sconto del 50% in bolletta TARI 2021
letture: 141
17 settembre 2021
GDF di Latina
Sequestro gasolio
letture: 163
16 settembre 2021
Carabinieri stazione Porta Portese
In manette gli aggressori del commerciante di Circonvallazione Gianicolense
letture: 168
16 settembre 2021
Polizia arresta 2 romeni autori di una rapina in zona Colosseo
La Polizia di Stato ferma gli autori di una rapina
letture: 159
16 settembre 2021
Maxi bliz a Tor Bella Monaca
Maxi blitz a Tor Bella Monaca
letture: 169
16 settembre 2021
Controlli della Polizia nelle stazioni
Operazione "Rail Safe Day"
letture: 165
16 settembre 2021
Le sigarette sequestrate
Sequestrate oltre 5 quintali di sigarette di contrabbando
letture: 186
16 settembre 2021
Il materiale sequestrato dai carabinieri
Arrestata "Margot" ladra di auto di lusso
letture: 162
16 settembre 2021
Polizia
2 arresti alla stazione Termini
letture: 283
15 settembre 2021
Carabinieri
Identificati gli aggressori dei pensionati a Capocotta
letture: 281
15 settembre 2021