Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 28/09 al 31/12 Scienza e Tecnologia: L'IRCCS San Gallicano vince bando della Ricerca Finalizzata 2019 per "Giovani Ricercatori"
letture: 3103
dal 19/10 al 29/12 Fondi: FONDI (LT), Libri di testo: per chiedere i contributi c'è tempo fino al 30 dicembre
letture: 749
dal 29/10 al 06/01 Pomezia: Le Mani della Terra - I Valori del Mare
letture: 2802
dal 06/11 al 31/12 Cisterna: IL CENTRO SPORTIVO SAN VALENTINO SI CANDIDA AI FONDI PER IL PIANO NAZIONALE "SPORT E PERIFERIE"
letture: 2110
dal 09/11 al 09/11 Cisterna: NASCE IL CANALE TELEGRAM "INFOPOLIZIA LOCALE CISTERNA"
letture: 1736
dal 10/11 al 30/03 Gaeta: Torna "Un ponte di parole"
letture: 1720
dal 11/11 al 30/12 Cisterna: CISTERNA di Latina, COVID: IL COMUNE CERCA NEGOZI DA CONVENZIONARE PER LA CONSEGNA A DOMICILIO
letture: 1528
dal 12/11 al 22/12 Fondi: Il sindaco incontra i dirigenti: a Fondi le scuole restano aperte
letture: 1343
dal 13/11 al 30/12 Fondi: Mascherine e assembramenti: intensificati i controlli a Fondi
letture: 1344
dal 20/11 al 20/11 Fondi: Il Comune di Fondi tende la mano agli ambulanti: a novembre il mercato si terrà di venerdì
letture: 949
dal 21/11 al 28/11 Fondi: La città di FONDI partecipa alla Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti
letture: 906
dal 22/11 al 29/11 Formia: MARANOLA di FORMIA: Festival di Musica e Cultura Tradizionale
letture: 1377
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.628
visitatori:320
utenti:1
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
giovedì
26
novembre
S. Leonardo fr.
Compleanno di:
sex edieffe
sex tosetti
nel 1864: Lewis Carrol invia un manoscritto alla 12enne Alice Liddel come regalo di Natale. Il manoscritto è: Alice nel paese delle meraviglie.
nel 1922: In Egitto viene scoperta la tomba del faraone Tutankhamon.
dw

Home » News » Club degli autori di TF » De Pessimismum Esageratus
venerdì 30 ottobre 2020
De Pessimismum Esageratus
(filosofia meteorologica e virale)
letture: 2613
Uragano Zeta
Uragano Zeta
Club degli autori di TF: Lucius: Quando ho sentito al telegiornale parlare di tutti questi uragani nel Golfo del Messico che, dirigendosi sempre verso la Luisiana, continuavano a puntare su Pietro Spina, sono corso al telefono e l'ho chiamato.
Lucius: Pronto Pietro, mi senti? Sei ancora vivo?

Pietro: Si.

Lucius: Allora mi pare che fino ad oggi sei sopravvissuto al Covid19. Ma sopravviverai a tutti questi uragani? Cristobal, Laura, Marco, Sally, Delta, e ora anche Zeta. Mi raccomando ora tieniti forte! Riparati dal vento! Stai attento alle alluvioni e all'alta marea! Aggrappati a qualcosa di solido, magari qualcosa che galleggia! Cerca di non soccombere all'ultimo di questa serie interminabile di uragani!

Voce narrante: Dall'altra parte del telefono c'e' un assordante rumore di vento che soffia a 250 kilometri l'ora. Woooooaaaaaauuuuuu. Lucius per un bel po' non riesce a sentire Pietro. Poi finalmente Pietro trova un posto piu' riparato dal vento. Al buio (quel fetente di Zeta ha rotto anche i fili dell'elettricita'), con voce a tratti angosciata, Pietro cita il filosofo Manlio Sgalambro recitando a memoria un suo famoso scritto nichilista:

Teoria della Sicilia.

https://www.youtube.com/watch?v=z7BGYhPHy5E

Pietro:

"Là dove domina l'elemento insulare è impossibile salvarsi.
Ogni isola attende impaziente di inabissarsi.
Una teoria dell'isola è segnata da questa certezza: un'isola può sempre sparire.
Entità talattica, essa si sorregge sui flutti, sull'instabile.
Per ogni isola vale la metafora della nave: vi incombe il naufragio.
Il sentimento insulare è un oscuro impulso verso l'estinzione.
L'angoscia dello stare in un'isola, come modo di vivere, rivela l'impossibilità di sfuggirvi come sentimento primordiale.
La volontà di sparire è l'essenza esoterica della Sicilia.
Poiché ogni isolano non avrebbe voluto nascere, egli vive come chi non vorrebbe vivere.
La storia gli passa accanto con i suoi odiosi rumori, ma dietro il tumulto dell'apparenza si cela una quiete profonda.
Vanità delle vanità è ogni storia!
La presenza della catastrofe nell'anima siciliana si esprime nei suoi ideali vegetali, nel suo tedium storico, fattispecie nel Nirvana.
La Sicilia esiste solo come fenomeno estetico.
Solo nel momento felice dell'arte quest'isola è vera".

Lucius: Pietro, ci risiamo, ti sei messo un'altra volta a fare l'intellettuale. Ma chi e' questo Mario Sgalambro?

Pietro: Manlio Sgalambro, non Mario, era un filosofo siciliano, autodidatta, nichilista, nato e cresciuto a Lentini (luogo che nell'antichita' aveva gia' dato i natali al sofista Gorgia, detto appunto Gorgia da Lentini, cittadina che nel V secolo avanti Cristo, quando faceva parte della Magna Grecia, si chiamava Leontinoi).

Lucius: Sei sempre il solito pedante con tutte queste precisazioni. Ma perche' ora citi questo Sgalambro, che mi pare uno esageratamente pessimista. Invece di farti coraggio, di stare su col morale, di cercare di sopravvivere al Covid19 e a tutti questi uragani, ora mi dici che e' impossibile salvarsi!? Se fai cosi' sei spacciato in partenza! Come hai detto tu stesso in un tuo scritto recente su Telefree: chi si perde di coraggio e' fottuto!

Pietro: Cerco di stare su col morale studiando la filosofia. Non sono ne' il primo e ne' l'ultimo che cerca consolazione nello studio della filosofia. Nel medioevo il grande Severino Boezio, ad esempio, dopo essere stato condannato a morte, mentre era rinchiuso in carcere e attendeva l'esecuzione scrisse il suo capolavoro De consolatione philosophiae.

E che dire anche del nostro grande contemporaneo Alain de Botton e del suo The consolations of philosophy, bellissimo libro che non finisce mai di consolare?

Del resto anche Lou Marinoff nel suo libro "Platone non Prozac" addirittura suggerisce di sostituire la terapia antidepressiva con lo studio della filosofia.

Lucius: A prima vista, anche senza averlo letto, mi pare che il libro di Alano dei Bottoni sia piu' consolante di quello di Severino Boezio.

Pietro: Perche' pensi questo Lucius? Forse perche' quello di Boezio e' un libro antico e quello di de Botton e' contemporaneo?

Lucius: No, perche' in quello di Boezio "la consolazione" e' singolare, in quello di de Bottoni "le consolazioni" e' plurale. Dunque concludo che c'e' piu' consolazione nel libro di de Bottoni.

Comunque sia, tornando alle isole che si inabissano, ma tu veramente provi consolazione nel leggere Mario Sgalambro? E che cosa ti sei letto di questo filosofo nichilista?

Pietro: Recentemente mi sono riletto alcuni suoi capolavori come

La morte del sole;

De mundo pessimo;

La conoscenza del peggio;

Della misantropia;

Marcisce anche il pensiero.

Lucius: Se questi sono i titoli, immagino che nei suoi libri hai trovato molta consolazione! Ma perche' ti e' venuto in mente quello scritto di Sgalambro sulle isole che si inabissano?

Pietro: Ripensavo ad un evento storico significativo evocato dall'uragano Laura, che e' stato di categoria 4 proprio come il terribile uragano della stessa intensita' - the Last Island Hurricane - che colpi' esattamente lo stesso luogo della Luisiana, precisamente il 10 agosto del 1856, e spazzo' via l'Isola Derniere, nota anche come l'ultima isola, The Last Island per l'appunto, allora famoso luogo di villeggiatura nel Golfo del Messico per i ricchi proprietari delle piantagioni del sud. L'isola venne distrutta e si frammento' in diversi banchi di sabbia semi-sommersi che ora sono frequentati solo da pellicani e pescecani. Altro che la Sicilia di Sgalambro, che sta sempre li' da tempo immemore!

Lucius: Si ma quello dell'ultima isola deve essere stato un caso unico.

Pietro: No, quello non e' stato un caso unico. Solo 25 anni prima, precisamente verso la fine di luglio del 1831, a sud della Sicilia, nel mare tra Sciacca e Pantelleria, l'eruzione di un vulcano sottomarino fece emergere un'isola che arrivo' ad avere un'estensione di quattro kilometri quadrati e un'altezza di 65 metri.

Le potenze navali dell'epoca cominciarono subito a contendersela: gli inglesi la chiamarono Graham Island (in onore di un ammiraglio inglese), i francesi Ile Julia (perche' era emersa nel mese di luglio), Ferdinando II di Borbone ne rivendico' con forza l'appartenenza al Regno delle Due Sicilie e l'isola venne chiamata Ferdinandea in suo onore.

Mentre inglesi, francesi e napoletani litigavano per appropriarsene, Ferdinandea (Graham Island, Ile Julia con l'accento sulla a) si inabbisso', spari' tra i flutti, nel gennaio del 1832.

Ora il suo punto piu' alto si trova a otto metri sotto il livello del mare.

Val la pena a questo punto citare nuovamente Manlio Sgalambro, il quale sospetto che si sia ispirato proprio a Ferdinandea nello scrivere il suo "Teoria della Sicilia":

"La storia gli passa accanto con i suoi odiosi rumori, ma dietro il tumulto dell'apparenza si cela una quiete profonda.
Vanità delle vanità è ogni storia!"

Sicuramente non a caso, anche Luigi Pirandello nel 1926 scrisse il dramma in tre atti La nuova colonia, ambientato su un'isola vulcanica deserta dove un gruppo di emarginati tenta di creare una societa' piu' libera e piu' giusta. Alla fine l'isola si inabissera', proprio come Ferdinandea.

Lucius: Isole a parte, come va la guerra contro il nemico invisibile, il Covid19, quello che ti entra a tradimento nelle narici e ti fotte i polmoni?

Pietro: La guerra contro il virus va male ed era persa in partenza. Troppa gente non riesce a starsene a casa, o a portare la mascherina. L'imposizione di misure per arginare la diffusione del virus viene addirittura presa come una violazione dei diritti costituzionali, come una privazione della liberta'. A questo punto andrebbe citato anche il saggio filosofico del professore emerito di filosofia Harry Frankfurt: "Stronzate".

Lucius: Bisognerebbe restaurare ordine e disciplina, altro che liberta'. Come diceva uno che che ha governato l'Italia con un polso di ferro per vent'anni: "La liberta' senza ordine e senza disciplina significa dissoluzione e catastrofe".

Pietro: Adesso non esagerare. Io comunque preferisco la liberta' alla dittatura.

Lucius: Io invece il problema lo risolverei prendendo a manganellate sui denti tutti quelli che girano tra la gente senza mascherina.
Insomma, Pietro, se sopravvivi al Covid19 e agli uragani, che programmi hai per il futuro?

Pietro: Voglio ritirarmi a vivere su un'isola.

Lucius: Non avevo dubbi. Quale isola?

Pietro: Un'isola barriera che e' poco piu' di un banco di sabbia lungo la forgotten coast, la costa dimenticata della Florida, dimenticata dai turisti e forse anche da Dio.

Ho gia' visitato quest'isola semideserta: i suoi punti sabbiosi piu' bassi finiscono gia' sott'acqua con l'alta marea, e potrebbe inabbissarsi in qualsiasi momento col passaggio di un uragano. Ma finche' l'isola rimane a galla voglio godermi li' un poco di solitudine, una "quiete profonda contrapposta agli odiosi rumori della storia".

Sartre nella sua opera teatrale "A porte chiuse" ha scritto: "L'inferno sono gli altri". Se l'inferno sono gli altri, io il paradiso me lo immagino come un'isola deserta vicina ad una costa dimenticata. Il mondo mi ha stancato. Anche Sgalambro nel suo La conoscenza del peggio ha scritto: "Che non ci sia niente di peggiore del mondo, non si deve dimostrare".

Lucius: Una bella consolazione quella della filosofia di Sgalambro! Ma che ci troverai poi di tanto consolante nella sua filosofia!?

Pietro: E' che il suo pessimismo sarcastico, essendo cosi' inverosimilmente estremo, finisce per essere molto divertente.

Lucius: Secondo me invece la filosofia e' quella cosa con la quale, o senza la quale, il mondo rimane tale e quale. Per cambiare il mondo ci vuole una dittatura ecologica, altro che filosofia!

Pietro: Se le cose stanno cosi', se il mondo rimane tale e quale, con clima e virus impazziti, se continuiamo ad avere incendi, tempeste di neve, uragani e pandemie, tutto nello stesso momento, dovresti cominciare a menare manganellate a chi non porta la mascherina, ma anche a chi taglia le foreste, a chi produce troppa anidride carbonica, a chi rovina l'ambiente.

L'uso del manganello pero' lo lascerei a te. Io scusami ma preferisco ritirarmi a meditare e a contemplare la bellezza della natura sull'isola deserta lungo la costa dimenticata.

postato da: LuciusQuinctius  


CoronavirusClub degli autori di TF: Non bisogna mai perdersi di coraggio Chi si perde di coraggio e' fottuto (3)
letture: 2107
25 marzo 2020 di PietroSpina
QuirinoClub degli autori di TF: Quirino (6)
letture: 3297
28 novembre 2018 di lince
Luigi GorriniClub degli autori di TF: Luigi Gorrini Combattente indomito dal coraggio inesauribile (2)
letture: 1519
24 novembre 2018 di LuciusQuinctius
Nido di usignoliClub degli autori di TF: Il nido degli usignoli. Tratto da "Storie di campagna" di usignolo. (31)
letture: 2775
23 novembre 2018 di usignolo
Club degli autori di TF: La stella
letture: 1982
22 novembre 2018 di Sandra Cervone
delfiniClub degli autori di TF: Occhi neri storia di un uomo (4)
letture: 3956
16 novembre 2018 di Margherita Spada
ValerioClub degli autori di TF: Valerio a pedali. (4)
letture: 3306
28 ottobre 2018 di lince
GaetaClub degli autori di TF: In barca con papà (7)
letture: 3539
14 ottobre 2018 di lince
LentezzaClub degli autori di TF: Elogio della lentezza. (8)
letture: 2766
03 settembre 2018 di lince








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
Uragano Zeta
De Pessimismum Esageratus
letture: 2614
30 ottobre 2020
Luigi Gorrini
Luigi Gorrini (2)
letture: 1519
24 novembre 2018
Michele Forte
«Non si può mettere tutto nel calderone» (9)
letture: 3686
08 novembre 2014
Swingo
Formia Dementis (condita di swing) (1)
letture: 3094
12 settembre 2014
Il logo dell'associazione
Una nuova associazione (5)
letture: 3451
17 agosto 2014
Pantomima (comica)
Pantomime (3)
letture: 3091
13 giugno 2014
Carro armato
cupo alla conquista di Marte (3)
letture: 3867
14 febbraio 2014
Ostriche francesi
Nun t'hanno fatto finì de magnà in pace
letture: 5006
08 giugno 2013
Asini si nasce ... e asini si muore
Chi nasce asino non muore leone
letture: 8540
12 maggio 2013
Il bambino (ripetente) al suo primo giorno di scuola
Il bambino (ripetente) al suo primo giorno di scuola (1)
letture: 6788
13 aprile 2013