Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 26/02 al 01/11 Sermoneta: Giardino di Ninfa, via alle prenotazioni online
letture: 16703
dal 01/05 al 31/05 Golfo di Gaeta: Il Maggio dei Libri
letture: 9778
dal 23/05 al 01/11 Cisterna: Il giardino di Ninfa riapre con nuove regole e un nuovo calendario
letture: 7699
dal 23/07 al 26/08 Formia: IL CINEMA E IL MARE: 6 classici da rivedere
letture: 1867
07/08 Priverno: "Emozioni" con Gianmarco Caroccia e Mogol al Parco Archeologico di Priverno
letture: 1659
dal 31/08 al 05/09 Sermoneta: Riapre l'antico castello di Ninfa
letture: 948
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.623
visitatori:384
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
martedì
04
agosto
S. Giovanni M. Vianney
nel 1956: Viene pubblicato "Hound dog" il nuovo disco di Elvis Presley.
nel 1978: A Brescia una donna supera per la prima volta al mondo i 2 metri nel salto in alto:è Sara Simeoni,che vincerà 3 medaglie alle olimpiadi(1 oro,2 argenti).
dw

Home » News » Latina » Terracina » Lettera aperta alla Sindaca Ro...
mercoledì 22 aprile 2020
Lettera aperta alla Sindaca Roberta Tintari 2
letture: 2314
Terracina: Dalla crisi economica scatenata dall'emergenza sanitaria si potrà uscire solo guardando il mondo con occhi diversi, facendo tuttavia tesoro dell'esperienza.
Una delle frasi che sentiamo ripetere spesso in questi giorni è «Nessuno dev'essere lasciato indietro».
A nostro avviso, nessuna IDEA dev'essere lasciata indietro.
Serve un brain storming, una tempesta di cervelli.
E tutte le idee, tutte le proposte vanno valutate attentamente.
Passiamo quindi alla presentazione, il più sinteticamente possibile, di alcune delle proposte che abbiamo elaborato.
Abbiamo letto che il Comune ha attivato il servizio di spesa sospesa.
Bene.
Abbiamo poi letto l'intervista a Giulio Tarro, il miglior virologo italiano, pubblicata su http://www.ilcambiamento.it.
Ci hanno colpito in particolare le seguenti domande e risposte.

Parlava di vacanze. È vero che pensa che la stagione estiva al mare non dovrebbe saltare?
Noi dobbiamo usare le armi di questo Paese, il sole e il mare, per aiutarci a guarire.
Ovvero?
Invece di stare chiusi a casa ad ammalarci con il contagio familiare, usiamo il mare come una terapia.
Con le barriere di plexiglass tra gli ombrelloni?
Per l'amor di Dio no! Questa è follia pura.
Spieghi perché, secondo lei.
Perché più che camere di protezione quelle diventerebbero camere di cottura. E non solo.
Cosa?
Il virus per diffondersi ha bisogno di spazi chiusi, scarsa ventilazione o sistemi di aria condizionata, temperature basse o umide. Il mare e la spiaggia sono l'esatto contrario di questo microclima propizio.

Le nostre proposte, per poter essere veramente efficaci, hanno bisogno di un prerequisito essenziale: i terracinesi devono fare comunità.
E questa è la parte veramente più difficile.
Ma noi confidiamo nei NON terracinesi.
E confidiamo in Lei, gentile Sindaca.
La nostra proposta è la seguente: istituire la casa sospesa e l'ombrellone sospeso.
Il target dell'iniziativa dovrebbero essere prima di tutto i guariti dall'infezione da Cov-2 ed il personale sanitario che ha affrontato l'emergenza nelle aree dove l'epidemia ha colpito più duramente.
L'iniziativa, che quindi ha anche una finalità solidaristica, dovrebbe partire già a giugno.
A luglio l'iniziativa dovrebbe essere estesa anche ai residenti nella provincia di Frosinone e nei paesi dell'entroterra della provincia di Latina.
Ma in che cosa consiste, più specificamente, la "casa sospesa"?
I proprietari delle seconde case, su base volontaria, dovrebbero mettere a disposizione gratuitamente il proprio appartamento per una settimana per i guariti da Cov-2 e per il personale sanitario.
I proprietari delle seconde case dovrebbero ragionare come le compagnie aeree a basso costo, le quali vendono biglietti a prezzi stracciati per crearsi una clientela in fase di avvio oppure per coprire i costi fissi di un velivolo che deve comunque partire.
Ecco, la logica è identica. L'appartamento rimarrà sfitto? E allora perché non metterlo a disposizione gratuitamente?
Stesso discorso per l'ombrellone dello stabilimento balneare. Sappiamo che qualche anno fa è stato attivato il progetto di "ombrellone sociale" per le famiglie disagiate, progetto al quale hanno aderito alcuni operatori balneari. La sensibilità, al riguardo, è pertanto già elevata nell'ambito di quella categoria professionale.
Bisogna vedere il mondo con occhi diversi. Ed è necessario fare comunità.
Occhi diversi vuol dire che non si deve ragionare in termini di denaro, bensì in termini di potere d'acquisto.
Il turista a Terracina porterà alla collettività potere d'acquisto. Tutta la cittadinanza dovrà collaborare, esattamente come nel progetto di spesa sospesa. Per qualcuno potrà essere un sacrificio, ma altri ne trarranno un grande beneficio.
Un'iniziativa del genere, a nostro avviso, farà scuola, verranno organi di stampa internazionali a redigere servizi giornalistici, Terracina sarà sulla bocca di tutti.
In tutto questo, quale dovrebbe essere il ruolo dell'amministrazione comunale?
Il Comune dovrebbe azzerare i tributi locali ai proprietari delle seconde case ed agli operatori balneari che aderiranno all'iniziativa.
Inoltre, il Comune potrebbe aiutare proprietari di seconde case ed operatori balneari favorendo il più possibile l'installazione di pannelli fotovoltaici o di sistemi di sfruttamento di energia solare (l'ultima frontiera in quel campo è lo spray fotovoltaico, quindi non sono necessari neanche impianti "tradizionali").
I gestori degli stabilimenti balneari avrebbero numerose superfici da ricoprire (non solo il chiosco, ma anche le cabine) e potrebbero introdurre gli ombrelloni fotovoltaici, che consentirebbero ai clienti di ricaricare smartphone ed altri dispositivi elettronici.
Con il fotovoltaico, proprietari di case ed operatori balneari potrebbero abbattere i costi dell'energia elettrica.
La soluzione ideale, in quanto di rapida attuazione, sarebbe stipulare un contratto con una ESCo.
In alternativa, l'installazione dovrebbe avvenire senza l'intermediazione bancaria: si tratta di acquistare pannelli fotovoltaici, non finanziamenti o mutui.
E se proprio si deve fare ricorso ad una banca, allora sarebbe meglio rivolgersi a Banca Popolare Etica.
Oppure ancora, i pannelli potrebbero essere noleggiati solo per il periodo estivo.
L'iniziativa "casa sospesa" e "ombrellone sospeso" potrebbero anche garantire un prolungamento della stagione estiva, arrivando fino ad ottobre.
Strettamente legata a tutto ciò sarà l'introduzione di una moneta locale, sempre con la finalità di assicurare maggiore potere d'acquisto ai cittadini.
Ad esempio, anni fa in Sardegna è stato istituito il Sardex, un progetto talmente valido che poi si è esteso in altre regioni italiane.
Tutto ciò se ci si vuole inserire in un circuito già esistente. In alternativa, il Comune può stampare direttamente moneta comunale.
L'ultimo Comune in ordine di tempo ad averlo fatto è stato Castellino del Biferno, nel Molise.
Ma molto interessante, al riguardo, è l'iniziativa del Comune di Santa Marina, nel Cilento: https://www.youtube.com/ watch?v=2m79D6-IcuI.
Lo ripetiamo: si deve ragionare in termini di recupero del potere d'acquisto.
Il Comune dovrebbe anche attivarsi per far sì che il pagamento di tributi locali e servizi comunali possa essere effettuato anche con i bitcoin: i cittadini dovranno poter usufruire di tutto il potere d'acquisto a loro disposizione.
Sappiamo inoltre che a Terracina hanno operato gli attivisti del progetto Arcipelago Scec. Bene, gli Scec dovrebbero essere divulgati e promossi il più possibile.
Come abbiamo scritto, il progetto "casa sospesa" ed "ombrellone sospeso" dovrebbe essere ripetuto a luglio per i bagnanti residenti in provincia di Frosinone.
Le mamme terracinesi, durante il lockdown, dovrebbero aver capito quant'è difficile tenere a casa dei bambini che invece vorrebbero uscire, correre, giocare all'aperto. Ora, pertanto, dovrebbero anche riuscire a capire quanto la cosa possa essere ancora più complicata, in estate, per le famiglie che vivono in zone in cui non c'è il mare ed il clima è pure particolarmente afoso, in quanto contraddistinto da un forte tasso di umidità.
Terracina ed i terracinesi dovrebbero quindi allargare il loro concetto di "comunità": hanno la fortuna di vivere in una bella città con una mare splendido, è giusto che lo mettano a disposizione, con tutti i comfort possibili ed immaginabili, alle famiglie di italiani dell'entroterra che, come noi, hanno vissuto la stessa stressante esperienza del lockdown.
Come far venire a Terracina le famiglie di bagnanti dei paesi dell'entroterra?
Il Comune di Terracina dovrebbe indire una conferenza di servizi con i Comuni dell'entroterra.
L'obiettivo dev'essere quello di attivare un servizio di pullman gran turismo dotati di tutti i comfort: aria condizionata, televisori, bagno, prese per ricaricare dispositivi elettronici, ecc.
I pullman dovrebbero arrivare al parcheggio del mercato settimanale e da lì i passeggeri dovrebbero salire sulle navette elettriche della Cotri che li porterebbero al mare.
Per il servizio si dovrebbero garantire prezzi popolari, abbonamenti settimanali e/o mensili, convenzioni e sconti con stabilimenti balneari, ristoranti, pizzerie, gelaterie, ecc.
Tutto ciò ridurrebbe l'inquinamento, il traffico ed i rischi di incidenti stradali e migliorerebbe il benessere dei bagnanti, proponendo un'alternativa al viaggio in auto.
Non solo: la minor presenza di auto nella città renderebbe la stessa meno inquinata e meno soffocante, con minor stress pure per i residenti.
Anche sulla realizzazione di questo progetto ci appelliamo a Lei, gentile Sindaca: si tratta di fare rete, di fare comunità, non solo tra le attività produttive terracinesi, ma anche rivolgendosi alle popolazioni e alle amministrazioni dell'entroterra.
Un progetto prima di tutto solidaristico, perché migliorerebbe il benessere e lo stato di salute di numerose persone, se, come ha detto il virologo Giulio Tarro, il mare potrebbe avere un effetto terapeutico e di prevenzione nei confronti del Cov-2.
Infine, bisognerebbe coinvolgere il più possibile le attività produttive locali in un progetto di rete che dovrebbe avvalersi di strumenti previsti dalla legge.
La legge n. 208/2015, infatti, con i commi 376-384 ha introdotto nel nostro ordinamento giuridico la figura delle società benefit.
Queste ultime, nell'esercizio dell'attività economica, perseguono una o più finalità di beneficio comune ed operano in modo responsabile, sostenibile e trasparente nei confronti di persone, comunità, territori e ambiente, beni ed attività culturali e sociali, enti e associazioni ed altri portatori di interesse.
Lo strumento ideale!
Il Comune di Terracina dovrebbe convocare tutte le associazioni di categoria e costituire una società benefit mista, con capitale pubblico-privato, con l'obiettivo di affrontare e superare la crisi rilanciando il territorio ed il turismo, nonché tutelando la salute e l'ambiente. Il tutto, ovviamente, con il coinvolgimento del terzo settore.
Queste sono solo le nostre proposte iniziali.
Nei prossimi giorni ne seguiranno altre.
Ringraziamo anticipatamente gli organi di stampa che vorranno dare visibilità a queste nostre proposte.

La precedente lettera aperta alla Sindaca è stata pubblicata qui: https://terracinasocialforum.wordpress.com/ 2020/04/21/lettera-aperta-alla-sindaca-roberta-tintari.

postato da: Supermarco  


Terracina: Bianca Scheda
letture: 2819
08 luglio 2020 di Supermarco
 Terracina: Il lockdown in autunno sarà una decisione politica, non sanitaria
letture: 3724
08 giugno 2020 di Supermarco
Regione LazioTerracina: Dopo l'espulsione Pernarella cancellata dalla piattaforma Rousseau
letture: 3781
07 giugno 2020 di nessuna
Terracina: Lettera aperta alla Sindaca Roberta Tintari 9
letture: 3347
24 maggio 2020 di Supermarco
Terracina: Lettera aperta alla Sindaca Roberta Tintari 8
letture: 2681
19 maggio 2020 di Supermarco
Terracina: Lettera aperta alla Sindaca Roberta Tintari 7
letture: 2658
18 maggio 2020 di Supermarco
 Terracina: I rischi derivanti dall'avere entrambi i nostri Ministeri degli Esteri in mano ai britannici
letture: 2619
13 maggio 2020 di Supermarco
Terracina: Lettera aperta alla Sindaca Roberta Tintari 6
letture: 2609
07 maggio 2020 di Supermarco
Terracina: Lettera aperta alla Sindaca Roberta Tintari 5
letture: 2652
06 maggio 2020 di Supermarco
Terracina: Lettera aperta alla Sindaca Roberta Tintari 4
letture: 2587
03 maggio 2020 di Supermarco








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
Bianca Scheda
letture: 2819
08 luglio 2020
Il lockdown in autunno sarà una decisione politica, non sanitaria
letture: 3724
08 giugno 2020
Lettera aperta alla Sindaca Roberta Tintari 9
letture: 3347
24 maggio 2020
Lettera aperta alla Sindaca Roberta Tintari 8
letture: 2681
19 maggio 2020
Lettera aperta alla Sindaca Roberta Tintari 7
letture: 2658
18 maggio 2020
I rischi derivanti dall'avere entrambi i nostri Ministeri degli Esteri in mano ai britannici
letture: 2619
13 maggio 2020
Lettera aperta alla Sindaca Roberta Tintari 6
letture: 2609
07 maggio 2020
Lettera aperta alla Sindaca Roberta Tintari 5
letture: 2652
06 maggio 2020
Lettera aperta alla Sindaca Roberta Tintari 4
letture: 2587
03 maggio 2020
Lettera aperta alla Sindaca Roberta Tintari 3
letture: 2441
27 aprile 2020