Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 26/02 al 01/11 Sermoneta: Giardino di Ninfa, via alle prenotazioni online
letture: 13692
dal 01/05 al 31/05 Golfo di Gaeta: Il Maggio dei Libri
letture: 6768
dal 23/05 al 01/11 Cisterna: Il giardino di Ninfa riapre con nuove regole e un nuovo calendario
letture: 4710
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.623
visitatori:370
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
domenica
05
luglio
S. Antonio M.Zaccaria
Compleanno di:
sex francopastor
sex frankpastor
sex Gretuzza2011
sex ianara
sex lana82
sex oohh
nel 1811: Il Venezuela, primo stato nel Sud America, si proclama indipendente dalla Spagna.
nel 1946: A Palermo nasce Giuseppe Furino,mediano e poi capitano della Juventus:vincerà 8 volte il tricolore con i bianconeri fra il '72 e l'84. Eguaglierà Giovanni Ferrari,8 titoli con Juve,Inter e Bologna.
dw

Home » News » Webzine » Mistero e Ignoto » Il delitto del bitter
sabato 25 giugno 2016
Il delitto del bitter
letture: 2283
.
.
Mistero e Ignoto: Immaginate di ricevere per posta un pacchetto proveniente da Milano con dentro una vecchia scatola di biscotti piena di segatura che protegge una bottiglietta di vetro chiusa con un tappo di sughero. Incollata sul vetro un'etichetta con la marca di un analcolico. Dentro la scatola c'è anche una lettera di accompagnamento senza intestazione che dice:
"Caro signore, poiché avremmo intenzione di lanciare sul mercato questo nuovo aperitivo, offrendole la rappresentanza nella sua zona, ci permettiamo di disturbarla con l'invio di un campione. Provi ad assaggiarlo. Un nostro incaricato verrà a trovarla per conoscere il suo parere. Vogliamo sapere se è di suo gusto e se lo ha trovato gradevole al palato". Segue, come firma, uno scarabocchio.

Bene. Immaginate che questo accada a voi. Cosa fareste? Gettereste il tutto nel secchio della spazzatura? Oppure, incautamente, assaggereste il contenuto della bottiglietta?

Sappiamo ciò che accadde, molti anni fa, a Tranquillo Allevi, commerciante di formaggi, allettato dalla promessa rappresentanza di quel misterioso prodotto. Tranquillo, forse in preda ad una certa eccitazione, lo assaggiò assieme a due amici. Lui morì avvelenato. Gli altri, a stento, si salvarono.

Per i giornali dell'epoca quello fu il delitto del bitter. Avvenne ad Arma di Taggia (Imperia), il 25 agosto 1962. Traquillo Allevi morì alle 22.40 di quello stesso giorno in preda ad atroci dolori. Assieme a quell'analcolico aveva ingerito anche una buona dose di stricnina. Ma chi poteva avergli spedito quella micidiale bottiglietta?

Se Tranquillo Allevi è la vittima, il colpevole va cercato nell'ambiente che gli ruota attorno, ma che, soprattutto, ruota attorno a sua moglie, Renata Lualdi, molto più giovane di lui, una biondina graziosa, piccola e snella che, quanto mai vivace, non aveva mai disdegnato le attenzioni di altri uomini.

La storia che culminerà nel delitto del bitter comincia qualche anno prima a Morghengo, in provincia di Novara. E' lì che Tranquillo e Renata vivono. Lui, originario di Pavia, fin da ragazzo si era trasferito nel comune piemontese dove a lungo aveva gestito una tenuta con 150 capi di bestiame. Renata, che aveva giù come amante un uomo sposato, era la fidanzata del fratello a cui Tranquillo, per così dire, l'aveva "soffiata". Ai dissapori familiari erano subentrati, ben presto, tracolli finanziari. E così, da poco tempo, Tranquillo e Renata avevano cambiato aria: meglio la riviera ligure di ponente dove Tranquillo aveva ricominiato da capo, con il commercio di burro e latticini.

A Tranquillo l'idea di lasciare Morghengo era venuta anche per allontanare Renata da uno dei suoi tanti amori: Renzo Ferrari, medico veterinario di un paese vicino, Barengo, un benestante, scapolo d'oro, amante delle belle auto e della bella vita.

Del legame che esiste tra Renata e Renzo, in paese, sono a conoscenza. Un amore nato in cascina, quando lui, il dott. Ferrari, va a visitare le bestie dell'allevamento di Traquillo. Anche lui sa delle scappatelle della moglie, ma quella con il "dutur" non è una scappatella è una vera relazione e questo lo infastidisce. Renata e Renzo, d'altronde, sono travolti da una passione bollente: si amano ovunque, nel fienile, sul greto del fiume, a casa di lui, ma anche a casa di lei. Minacce, dispetti di Tranquillo all'amante della moglie, fino alla fuga da Morghengo.

Renata segue il marito e ad Arma di Taggia e in quattro e quattro otto si fa un altro amante, un amico del marito. Ed ecco che il bel Renzo, il dottore, dopo vari tentativi per tornare con la sua amata Renata, escogita il delitto perfetto: un pacchetto con dentro una bottiglietta avvelenata indirizzato a Tranquillo.

Per il tenente dei carabinieri di Sanremo Teobaldi scoprire l'assassino è un gioco da ragazzi. Sono tante le tracce che il dott. Ferrari ha lasciato dietro di sé. Intanto il timbro postale su quel pacchetto che corrisponde al giorno in cui Ferrari è stato a Milano. Poi le fiale di stricnina che il veterinario ha comprato nella farmacia di un paese vicino. Ed infine la macchina da scrivere con la quale è stata scritta la letterina di accompagnamento, cioè la trappola in cui Tranquillo Allevi è caduto.

Nonostante la di indizi che lo accusa, Ferrari negherà sempre di aver commesso quel delitto.

Processato in primo grado nel marzo del 1964 per omicidio e duplice tentato omicidio ebbe una pena di 30 anni di reclusione. I giudici derubricarono il duplice tentato omicidio in lesioni colpose. Lei, Renata, al dibattimento partecipò come fosse una sfinge, non mostrando mai la minima emozione.

Ferrari negherà ancora le sue colpe anche in Appello e perfino in Cassazione (maggio 1967), giudizi che trasformeranno nell'ergastolo la sua condanna definitiva.

Nel 1986, quando Ferrari avrà compiuto 65 anni, arriverà per lui la grazia presidenziale. Morirà due anni dopo di ictus cerebrale nella sua Barengo. E Renata? Rimarrà a vivere ad Arma di Taggia. Per vivere, a lungo farà la baby sitter.


img

img

img

img

img

img


Delitti&Misteri

postato da: brezza  


Segrete DeviazioniMistero e Ignoto: Sangue e petrolio dietro gli omicidi Pasolini, Mattei e De Mauro. Richiesta apertura indagini
letture: 1677
07 gennaio 2017 di marinta
Rabbino studia la TorahMistero e Ignoto: XI secolo: un Rabbino predice la Fine per il 2017!
letture: 1742
02 gennaio 2017 di sweda
Bichiose, affter a lat ov earzMistero e Ignoto: Spunta un video su Matteo Renzi da vedere assolutamente Si sta diffondendo ovunque, anche su WhatsApp (2)
letture: 2008
01 luglio 2016 di marinta
L'Amante AmataMistero e Ignoto: Chi sorride così al momento della morte? 24 giugno 0re 13:00
letture: 3173
28 giugno 2016 di sweda
Non c'è nulla di nascosto se non perché debba essere manifestato, nulla di segreto se non perché debba venire alla luce (Marco 4: 22)Mistero e Ignoto: Massoneria e Nuovo Ordine Mondiale : occhio ai Gatekeepers
letture: 2394
09 giugno 2016 di sweda
Mons. Georg GansweinMistero e Ignoto: Esplosive dichiarazioni di Mons Gaenswein.C'è un"Ministero allargato"e Benedetto XVI è ancora Papa. (2)
letture: 2824
23 maggio 2016 di marinta
Il portafoglio panamense è una piccolissima frazione degli affari planetariMistero e Ignoto: Dirottare negli Usa i soldi dell'Europa: è la Panama-strategy
letture: 1845
27 aprile 2016 di onsling
L'anno di TotòMistero e Ignoto: Anno bisesto, anno funesto?
letture: 2542
05 marzo 2016 di jemin
La Verità ci renderà liberi. Wow!Mistero e Ignoto: Messe nere, Ostie e bambini profanati di Daniela Giarla
letture: 2299
26 febbraio 2016 di sweda
San Michele ArcangeloMistero e Ignoto: A chi dava fastidio quella preghiera? Ai fratelli di loggia! Perché è stata soppressa la preghiera di Leone XIII a San Michele Arcangelo?
letture: 1851
24 febbraio 2016 di sweda








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
.
Il delitto del bitter
letture: 2284
25 giugno 2016
Anna Fallarino
Sesso e sangue: così crollò il mito dei Casati nell'alta borghesia del 1970 (2)
letture: 3611
22 ottobre 2010
Domenico Semeraro (a sinistra) a cavallo di un leone imbalsamato
Sesso, regali, ricatti "Il delitto del nano" della stazione Termini
letture: 6236
08 ottobre 2010
e nemmeno qualcosa trasale
Creazione
letture: 2767
27 settembre 2010
giornali dell\'epoca seguirono per filo e per segno la \
Claire e Yussef, una coppia diabolica che uccise ma non pagò mai
letture: 2937
22 settembre 2010
Cronaca d\'epoca
Il delitto Fenaroli e la pista (mai seguita) dei servizi segreti
letture: 3030
11 settembre 2010
Immagine dell\'epoca di De Negri
Er Canaro, fece a pezzi il suo aguzzino facendogli ingoiare i propri testicoli
letture: 3457
07 settembre 2010
Leonarda Cianciulli
Leonarda Cianciulli, uccise tre donne e ne fece saponette e pasticcini
letture: 3176
02 settembre 2010
Terry Broome
Terry B. in mano un revolver, in testa il mito della "Milano da bere"
letture: 5824
27 agosto 2010
Antonietta Longo (Foto Archivio Il Messaggero)
La decapitata del lago, nel 1955, sconvolge l'estate di Castelgandolfo
letture: 3356
24 agosto 2010