Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 14/09 al 20/12 Golfo di Gaeta: Circolo fotografico-culturale "l'altro sguardo"
letture: 10541
dal 03/10 al 03/02 Roma: Al Vittoriano arriva il mondo di "Andy Warhol
letture: 7424
dal 30/11 al 30/06 Scuola e società: Progetto del MIUR "Fisco e Scuola" con l'Ag. delle Entrate all'IIS Fermi-Filangieri di Formia
letture: 1109
dal 07/12 al 13/01 Minturno: Alunni della scuola media di SCAURI accolti nella rassegna d'arte "100 Presepi in VATICANO"
letture: 557
dal 14/12 al 16/12 Palma Campania: Nasce Mangiatoia & Mangiatoria, la prima edizione a Palma Campania
letture: 1407
15/12 Gaeta: "Non ne sapevo niente". In guerra senza sapere nulla della guerra
letture: 65
dal 27/12 al 28/12 Napoli: "O' Presepe e Pullecenella"
letture: 139
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici 1
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.552
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
mercoledì
12
dicembre
III° Avvento S. Amalia
Compleanno di:
sex ANDREASTORTI...
sex andrea_grign...
sex Balestriere
sex chiquita
sex cristianmc3
sex marinaioblue
sex milyprezzemo...
sex mosquiton
sex russulill
nel 1901: Gugliemo Marconi tramette con successo un segnale da un'antenna installata in Inghilterra, ad un ricevitore situato a Newfoundland in Canada.
nel 1949: A Parigi, Tiberio Mitri conquista il titolo europeo dei medi, battendo Jean Stock in 15 riprese.
dw

Home » News » Webzine » Politica » PRODI si è ritirato.
venerdì 19 aprile 2013
PRODI si è ritirato.
Un pericolo scampato per l'Italia
letture: 2481
Romano Prodi
Romano Prodi
Politica: Ricordiamo le prodezze di Prodi.

L'affare Infostrada
Nel 1997, il Governo Prodi svende Infostrada (dello Stato) a De Benedetti per 700 miliardi di lire, da pagarsi a rate in 14 anni. De Benedetti la rivende immediatamente (dopo aver pagato solo la prima rata) alla tedesca Mannesman a 14.000 miliardi (20 volte il prezzo d'acquisto !). Non basta, lo Stato italiano nel 2001, quando ancora c'era il governo di centrosinistra, RIACQUISTA Infostrada dalla tedesca Mannesman a 21.300 miliardi di lire. Con la "privatizzazione" di Infostada fatta da Prodi quindi lo Stato ha sborsato 21.300 miliardi di lire, le quali sono finiti meta'nelle tasche di De Benedetti e l'altra meta' nelle casse della Mannesman, in Germania.
De Benedetti e Mannesman avevano un losco accordo: De Benedetti si fa regalare Infostrada da Prodi, la Mannesman se la compra al suo reale valore di mercato e poi se la rivende al doppio (realizzando 14.000 miliardi) allo Stato, complice un governo di Sinistra.
Il manager di Infostrada, Lorenzo Necci, provò ad opporsi a questo immane ladrocinio ai danni dello Stato, ma fu subito incriminato, incarcerato, sputtanato dai giornali della Sinistra (di cui gran parte di proprietà di De Benedetti e persino scritti da lui !) e poi, ovviamente, assolto. Questo è quello che di solito succede a chi mette i bastoni tra le ruote di De Benedetti.

L'affare Telecom
L'affare Telecom Italia
Nel 1997, sempre Prodi, al governo, svende le azioni Telecom Italia al solito prezzo irrisorio (tanto che subito dopo il loro valore di mercato aumenta di 6 volte) incassando 22.800 miliardi di lire (la Telecom ne valeva enormemente di più). Con questo stesso denaro, poi, il governo di centro-sinistra riacquisterà Infostrada con la scusa che le infrastrutture delle telcomunicazioni devono appartenere allo Stato. Praticamente lo Stato ha dato via un gigante come Telecom, allo stesso prezzo, di un'azienda nana come Infostrada. Bello scambio!
Il presidente di Telecom era Guido Rossi, l'avvocato di De Benedetti (un pò il suo Previti).
Nel frattempo al governo arriva D'Alema, siamo nel 1999, e Roberto Colaninno, attraverso l'Olivetti di De Benedetti, dà la scalata a Telecom. Ancora una volta ci furono losche irregolarità per tenere il prezzo basso, ma la Consob (l'autorità che deve sorvegliare questi reati) era presieduta da Spaventa, amico di De Benedetti, per cui chiuse entrambi gli occhi sull'affare.
Colaninno, tramite una serie di società fantasma con sede alle isole Cayman (noto paradiso fiscale) arriva a controllare Telecom con appena lo 0,3% delle azioni. Il Financial Times definì la scalata "una rapina in pieno giorno".
Dalla Telecom fu svenduta la Seat-Pagine Gialle (che ne faceva parte) a una società chiamata "Otto" (del figlio di Armando Cossutta, quello dei Comunisti Italiani, che si vanta sempre di campare come un italiano medio) per 1955 miliardi e rivenduta, insieme a Colaninno, a 16.000 miliardi (8 volte tanto, a quanto pare si divertono a sfotterci: ecco perchè l'avevano chiamata Otto!).
Le società che avrebbero dovuto pagarci le tasse spariscono nei soliti paradisi fiscali alle Cayman.
Nel 2000, come di solito succede nelle migliori rapine quando i complici fanno a botte, Colaninno e De Benedetti litigano per il malloppo, e Colaninno viene massacrato da Repubblica, Espresso e gli altri 30 giornali di De Benedetti. Nel 2001, De Benedetti si allea a Marco Tronchetti Provera, il quale strappa il controllo di Telecom a Colaninno, acquistando la quota di controllo in Olivetti. Ma quando Tronchetti Provera arriva in sella alla Telecom si accorge di essere stato fregato: dalle casse mancano 25.000 miliardi.
Telecom Italia è ormai una società con debiti fino al collo, ormai è stata munta e ri-munta fino all'osso e gli stessi miliardi che comparivano nel bilancio sono in realtà aria fritta: l'unica possibilità si salvarsi è rivendere tutta la baracca allo Stato.

Ad aprile 2006, sale al governo Romano Prodi, il quale fa il solito accordo sottobanco con Tronchetti Provera (e il socio De Benedetti) per il RIACQUISTO della Telecom (come successe per Infostrada), ma stavolta qualcosa non va per il verso giusto.
I due squali alleati, De Benedetti e Tronchetti Provera, iniziano a litigare per chi deve avere la fetta più grossa, per cui, come al solito, Espresso e Repubblica cominciano a infangare Tronchetti Provera per mesi.
Prodi, ovviamente deve scegliere da che parte stare e sceglie il più rassicurante De Benedetti (non vuole fare la fine di tutti quelli che si mettono contro Repubblica ed Espresso!). A quel punto Tronchetti Provera pubblica il progetto segreto di Prodi sul riacquisto della Telecom e scoppia lo scandalo che indigna i giornali di mezzo mondo, anche se ben presto messo a tacere in Italia dai giornali di De Benedetti che fanno scoppiare lo scandalo delle intercettazioni telefoniche contro Tronchetti Provera.
"Mortadella"
Conclusioni
L'Ing. Carlo De Benedetti, con la complicità di Romano Prodi, ha saccheggiato il denaro pubblico dello Stato italiano e ha regalato la ricchezza degli italiani, praticamente tutti i principali enti pubblici, a gruppi privati stranieri, causando danni incalcolabili agli italiani.
Ma nonostante queste colpe, controlla l'informazione stampata con più di 30, tra quotidiani, settimanali, giornali e riviste nazionali e locali (Repubblica, Espresso, gruppo Rizzoli RCS tanto per citarne alcuni), oltre ad essere alleato all'intera editoria di Sinistra. Quando andare in edicola o in libreria, sappiate che l'85% di quello che vedete è edito da De Benedetti o dai suoi alleati di una vita.
Questo monopolio dell'informazione gli ha permesso (e gli permette tuttora) di distogliere l'attenzione sui suoi loschi affari e di concentrarla tutta sul suo rivale di sempre, Berlusconi. Oggi, Repubblica e l'Espresso sono tra i giornali più letti, e gran parte dell'opinione pubblica italiana è convinta che Berlusconi sia la causa di tutti i mali d'Italia, mentre ignora del tutto o quasi, persino chi sia, Carlo De Benedetti.

La banca Goldman Sachs e' stata una altra protagonista cruciale di quasi tutte le privatizzazioni italiane. Prodi ha lavorato per anni per la Goldman Sachs, la quale lo ha sempre ricoperto d'oro per le sue preziosissime "consulenze" (e ci credo!). Alla Goldman hanno lavorato praticamente tutti gli amici e collaboratori di Prodi: Mario Draghi (vicedirettore della Goldman Sachs, e attualmente governatore della BCE) e Mario Monti. Claudio Costamagna, presidente della Goldman Sachs, è quello che ha pagato tutta la campagna elettorale di Prodi alle elezioni 2006. In cambio Prodi lo nominerà direttore generale del Tesoro. Sempre per la Goldman Sachs, fino a ieri era direttore Massimo Tononi, sottosegretario al Governo Prodi. Non c'è che dire, siamo in buone mani.

19-04-2013
Fonte: Facebook
Autore: Leonardo Leocisar Cisari

postato da: Fraccanario  


Gilet gialliPolitica: Contro le violenze dei gilet gialli le condanne sono poche La protesta dei gilet gialli
letture: 152
11 dicembre 2018 di Emiliano Ziroli
Di Maio - M5SPolitica: Di Maio uno e trino: prende rimborsi tripli Si è fatto pagare le spese come titolare del Mise, ministro del Lavoro e vicepremier: 20.500 euro.
letture: 336
09 dicembre 2018 di Emiliano Ziroli
Politica: Se questa è democrazia... I nostri politici sono solo mediocri amministratori improvvisati assetati di un potere immeritato.
letture: 1530
21 gennaio 2018 di CONTROMAFIE
Giorgio La PiraPolitica: Cattolici e politica Amate la vostra città e il vostro Paese come parte integrante della vostra personalità
letture: 1938
21 gennaio 2018 di marcellino
Ormai è legge.Politica: Il popolo italiano venduto alle multinazionali dallo Stato Tricolore
letture: 1618
06 dicembre 2017 di marinta
Noi crediamo che si stia esagerando.Politica: Istigazione Al fascismo - di ignorantI, teppisti e delatori. E aspiranti brigatisti.
letture: 1957
05 dicembre 2017 di marinta
Così li soccorrono.Politica: Come Netanyahu libera Israele degli immigrati neri. Idee per Minniti.
letture: 1491
30 novembre 2017 di marinta
Piglia, pesa, incarta e porta a casa.Politica: ...E ci dicono che siamo in democrazia. Orlando e il ricatto della Bce.
letture: 1422
30 novembre 2017 di marinta
Mettiti in coda!Politica: Fare duecento metri di coda per una fetta di torta gratis. In compenso, niente IVA sul cibo per cani
letture: 1560
29 novembre 2017 di marinta
Per il bene di IsraelePolitica: 'La Stampa' scopre "Fake News" russe (o quelle del New York Times? o di Renzi?)
letture: 1440
28 novembre 2017 di marinta








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
Logo
Nuovo gruppo del M5S a Formia: tema principale LO SVILUPPO
letture: 1389
29 settembre 2018
Scomparso Angelo Palmieri (1)
letture: 2471
18 febbraio 2017
Formia così
Proposta politica per Formia.
letture: 2838
05 giugno 2015
31-12 alle 20:30
Il vero discorso di fine anno (6)
letture: 2436
28 dicembre 2013
Bare allineate a Lampedusa
LAMPEDUSA: La mistificazione di una tragedia (3)
letture: 3185
08 ottobre 2013
Stefano Folli
Stavolta Grillo ha perso la battaglia politica che stava vincendo (8)
letture: 2586
22 aprile 2013
Ida Magli
Le stranezze dei Grillini e il Laboratorio segreto del potere
letture: 2363
21 aprile 2013
Romano Prodi
PRODI si è ritirato.
letture: 2482
19 aprile 2013
Clementina Forleo
Quirinale, la Forleo avverte D'Alema
letture: 2655
19 aprile 2013
Concita Di Gregorio
E Concita si accorse del Bilderberg, della Trilateral e dell'Aspen Institute (1)
letture: 3114
11 aprile 2013